Francesco Sarcina biografia
Fonte Instagram
in

Francesco Sarcina

La vita privata di Francesco Sarcina:

Francesco Sarcina nasce a Milano il 30 ottobre 1976. I suoi genitori, entrambi di origini pugliesi, si separano quando è ancora adolescente. Prima di intraprendere la carriera musicale lavora come fioraio, assistente sociale e addetto al volantinaggio. I suoi idoli musicali, che ascolta sin da bambino, sono i Led Zeppelin, i Beatles e Elvis Presley.

Tatuaggi e significati:

Il cantante ha un tatuaggio dedicato al gruppo di cui fa parte, Le Vibrazioni.

Il rapporto con il padre:

Quando Francesco ha sedici anni, i suoi genitori si separano e lui rimane da solo con il padre, ex chitarrista. Il cantante ricorda con dolore quegli anni, molto difficili a causa della depressione del padre e della mancanza di soldi, in cui ha dovuto crescere in fretta e imparare molte cose su come mandare avanti una casa.

Nel dicembre 2002, il padre viene ricoverato in ospedale per via di un ictus e, grazie ai soldi guadagnati con i suoi primi successi, riesce a farlo operare. Il padre scompare nel 2013 e Francesco gli dedica una struggente ballata dal titolo “Odio le stelle“.

Gli amori di Francesco Sarcina:

Francesco Sarcina è fidanzato dal 2014 con la showgirl e fashion blogger Clizia Incorvaia. Il loro amore è cresciuto piano piano poichè, quando si sono conosciuti, in un locale, lei era fidanzata con un altro e lui stava attraversando un periodo un po’ difficile.

Tutto è diventato più semplice dopo che lei è tornata single e dopo solo quattro mesi di frequentazione, sono andati a vivere insieme. I due si sposano nel 2015 e nell’agosto dello stesso anno nasce Nina, la loro prima figlia.

Francesco ha anche un altro figlio, Tobia, nato nel 2007, da una precedente relazione.

La carriera di Francesco Sarcina:

Francesco Sarcina inizia la sua carriera da musicista suonando la chitarra in alcune cover band di Milano e nel 1999 forma il gruppo pop rock Le Vibrazioni, insieme a Alessandro Deidda, Stefano Verderiri e Marco Castellani. La band riscuote un grande successo nel 2003, anno in cui esce il  loro primo singolo, Dedicato a te, che ottiene il disco di platino dopo poche settimane. Nello stesso anno esce il loro primo album Le Vibrazioni, pubblicato da BMG. Tra le tracce fanno parte brani famosi come Vieni da me, In una notte d’estate e E se ne va, colonna sonora del film di Federico Moccia Tre metri sopra il cielo.

Il secondo album, Le Vibrazioni II esce nel 2005, pubblicato da BMG. Nell’album è presente il brano Ovunque andrò, che si classifica secondo al Festival di Sanremo nella sezione gruppi. Altri brani presenti sono Angelica e Raggio di sole.

Nel 2006 pubblicano il loro terzo album Officine meccaniche e nel 2008 cambia la formazione della band. Il bassista Marco Castellani, infatti, viene sostituito da Emanuele Gardossi. Nel 2010 arriva il quarto album, Le strade del tempo, di cui fa parte il singolo Respiro.

#guitalele #onair #groove @levibrazioniofficial

A post shared by Francesco Sarcina (@frasarcina) on

Nel 2011 Francesco Sarcina partecipa al Festival di Sanremo insieme a Giusy Ferreri con la canzone Il mare immenso e collabora con altri artisti, come Fabri Fibra e J-Ax nel singolo Le leggende non muoiono mai.

Nel 2012 Sarcina annuncia di voler prendere una pausa dal gruppo e provare ad intraprendere la carriera da solista, anticipata dal videoclip di Le Visionairre, brano strumentale scritto da lui stesso.

Nel 2014 pubblica Io, primo album da solista, di cui fanno parte “Giada e le mille esperienze“, con cui partecipa ai Summer Festival, Odio le stelle e Nel tuo sorriso. Nello stesso anno ottiene la cattedra come professore di canto al talent show Amici di Maria De Filippi.

Nel 2015 esce il suo secondo album Femmina, di cui fa parte il singolo Parte di me, e partecipa alla terza edizione dei Summer festival.

Nel 2016 partecipa insieme alla moglie al reality show Pechino Express.

Nel 2017 annuncia, per la gioia dei fans, la reunion de Le Vibrazioni e nel 2018 il gruppo è in gara al Festival di Sanremo, con la canzone Così sbagliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pierfrancesco Favino

Pierfrancesco Favino

Luca Barbarossa biografia

Luca Barbarossa