Alessandro Roja biografia
Fonte Facebook
in

Alessandro Roja

  • Nome d'arte: Alessandro Roja
  • Data di nascita: 4 giugno 1978 (domenica)
  • Età: 40 anni
  • Segno zodiacale: Gemelli
  • Professione: Attore
  • Luogo di nascita: Roma
  • Altezza: 182 cm
  • Peso: 75 kg
  • Account social: Facebook

La vita privata

Alessandro Roja nasce a Roma, il 4 giugno 1978. E’ un attore italiano, conosciuto per aver recitato come coprotagonista nella serie “Romanzo Criminale” nel 2008. Più recentemente, nel 2015, l’attore è apparso in un’altra serie tv, “E’ arrivata la felicità“.

La passione per la recitazione e per il teatro attecchisce già durante la sua infanzia. A 26 anni termina i suoi studi alla Scuola Nazionale di Cinema, a Roma, e subito inizia a lavorare come attore. Nell’arco della sua giovane carriera, spazia tra diversi generi e ruoli, dal gangster della serie tv “Romanzo criminale” al poliziotto nel film “Diaz“, fino al genere “family” delle fiction Rai.

I bambini quando giocano sono serissimi, professionali: modificano la voce, si atteggiano, modificano la postura. Il loro è già un lavoro mimetico. Io da piccolo ero così.” (intervista del 17 giugno 2016, Corriere Della Sera)

Gli amori

Alessandro Roja è una persona estremamente riservata (infatti, non ama molto i social), ragion per cui non sono noti molti dettagli circa la sua vita privata e sentimentale. Nell’estate del 2013, l’attore sposa Claudia Ranieri, figlia dell’allenatore Claudio Ranieri. Insieme hanno un figlio, di nome Orlando. Alessandro Roja si dichiara felice ed orgoglioso della sua attuale vita famigliare.

Le misure

Alessandro Roja è alto 182 cm e pesa 75 kg.

La carriera

Dal 2004, Alessandro Roja partecipa a numerose fiction, tra cui “Incantesimo 7″, “Don Matteo”, “Distretto di Polizia”, “1992”, “Di padre in figlia” e molte altre, fino al 2017 con “Tutto può succedere 2“. Nel 2008, recita in “Romanzo criminale – La serie“, nel ruolo de “Il Landi“. La serie è tratta dal film di Michele Placido e dal libro omonimo di Giancarlo De Cataldo, ispirati alla vera storia della banda della Magliana.

Al cinema ha debuttato in un film di Paolo Virzì, nel 2008, intitolato “Tutta la vita davanti“. Ottiene ancora un ruolo di protagonista in “L’erede – The heir“, nel 2011. Tra i film di maggior impatto, vogliamo ricordare il controverso film “Diaz”, che racconta gli avvenimenti nella scuola Diaz di Genova nel contesto del G8 e “Magnifica Presenza” di Ferzan Özpetek. Nel 2014 riceve la candidatura al Nastro d’argento e al Globo d’oro come migliore attore protagonista per la pellicola dei Manetti Bros “Song’e Napule”. Lo stesso anno riceve, invece, un Nastri d’argento come Miglior attore di cortometraggio per “La fuga“.

Il giovane attore ha lavorato anche in teatro, con il monologo “Misterman” nel 2012 e
So’ l’ennimista” nel 2010.

Beatrice Fazi biografia

Beatrice Fazi

Grant Gustin biografia

Grant Gustin