Andrea Tidona biografia
in

Andrea Tidona

La vita privata

Andrea Tidona è nato a Modica, il 30 novembre 1951, ed è un noto attore e doppiatore italiano. Ha recitato in numerosi film diretti dal regista Marco Tullio Giordana, tra cui “I cento passi” e “La meglio gioventù“.

Nel 1976, ha conseguito il diploma presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano ed in seguito ha debuttato con la compagnia teatrale “Tre quarti di luna“. Successivamente ha lavorato come attore e aiuto regista, al Piccolo Teatro di Milano, collaborando al fianco di importanti registi, quali Strehler, Glauco Mauri, Cecchi, Freni, Campieri, Puggelli ed altri.

Gli amori

Andrea Tidona è una persona molto riservata e raramente rilascia dichiarazioni in merito alla sua vita privata e sentimentale. Nel 2016 ha affermato in un’intervista di avere una compagna da oltre 30 anni. L’attore non ha figli.

Le misure

Andrea Tidona è alto 178 cm.

La carriera

Andrea Tidona ha debuttato come attore in un film tv, intitolato “Una casa a Roma”, nel 1988, diretto da Bruno Cortini. Al cinema, invece, ha debuttato dapprima in Spagna, nel 1994, nel film “Siete mil dìas juntos” di Fernando Fernán Gómez. In Italia, lo stesso anno, ha esordito nel film “Al centro dell’area di rigore”, sebbene abbia rivestito un ruolo secondario. La prima parte importante è arrivata nel 1997, in “Cuori perduti“. L’anno seguente ha partecipato al celebre film di Roberto Benigni, “La vita è bella“, seguito dal film tv “I giudici“, con la regia di Ricky Tognazzi, dedicato a Giovanni Falcone. Tra gli altri film a cui ha collaborato, ricordiamo “Il caimano” di Nanni Moretti (2006), “L’industriale” (2011) e “Meredith – The Face of an Angel” (2014) ispirato alla vicenda dell’omicidio di Meredith Kercher. La sua ultima apparizione cinematografica risale al 2015, nel film “Italo”.

Per la televisione, Andrea Tidona ha preso parte a numerose serie tv, tra cui ricordiamo: “Amico mio” (1993), “La piovra 9 – Il patto” (1998), “Le ali della vita” (2000), “Paolo Borsellino” (2004), “Nassiryia – Per non dimenticare” (2007), “Il giovane Montalbano” (2012-2018), “I medici” (2016) ed altre.

Massimo Bernardini biografia

Massimo Bernardini

Lucio Montanaro biografia

Lucio Montanaro