Lisa Gastoni biografia
in

Lisa Gastoni

La vita privata di Lisa Gastoni

Elisabetta Gastoni, in arte Lisa Gastoni, nasce ad Alassio il 28 luglio 1935, da padre medico torinese e madre irlandese. Studia nel collegio cattolico Loreto, a St Albans. Nel dopoguerra si trasferisce a Londra dove partirà la sua carriera come modella ed attrice. Attualmente vive a Roma col marito, precisamente a Vigna Clara.

Occhi grigio-azzurri e capelli corvino, è una donna di grande talento e come diceva suo padre:

Anche se la chiudi in una stanza, Elisabetta sa benissimo quel che succede. Sa guardarsi intorno.

Gli amori di Lisa Gastoni

Lisa Gastoni sposò nel 1961 in Grecia Constantin Manos, un importante professore di fisica. Il matrimonio durò pochissimo tanto che poco tempo dopo si unì al produttore Joseph Fryd. Il suo grande e attuale amore resta Carlo Isgrò, un famoso avvocato.

Interessante è la vicenda con Mario Cecchi Gori, lei stessa lo reputerà un cafone.

Era convinto che tra noi due ci fosse una storia, ma io non l’avrei mai sfiorato nemmeno con un dito e glielo dicevo: “devi fartene una ragione Mario. Non ho nulla contro di te, ma fisicamente non ti sopporto e non riesco ad averti a un metro di distanza”. Lui ascoltava e senza cambiare espressione rispondeva soltanto: “cambierai idea”. Era un bruto. Un cafone convinto di potermi comprare. Fece arrivare sotto casa mia un’Alfa Romeo con un mazzo di fiori sul sedile del passeggero e la chiave d’oro dentro. Telefonai immediatamente al concessionario: “non voglio i fiori, non voglio gli accessori e nemmeno il mangianastri. La aspetto tra mezz’ora”. Cecchi Gori se la legò al dito e intimava alle produzioni di non ingaggiarmi. Mi faceva terra bruciata intorno.

Come ancora aggiunge spiegando le motivazioni di tale rifiuto:

Io gli ho spiegato che non era il caso. Non è una questione di moralismo perché io non sono mai stata moralista, semplicemente non mi andava di andare a letto con qualcuno per ottenere un ruolo.

La carriera di Lisa Gastoni

Comincia in Inghilterra negli anni del dopoguerra, in una compagnia sull’isola di Wight. Gira il suo primo film nel 1953 e approda nei cinema italiani nel 1960. Com’è iniziata la sua carriera?

Credo sia venuta un po’ per caso. Tutti i bambini hanno un po’ l’inclinazione a recitare, ma forse è diventata una cosa seria quando ero a Londra.

Nel 1980 abbandona il cinema per dedicarsi alla pittura e scrittura, ma comparirà nuovamente nel 2003 col film Cuore Sacro e successivamente nella serie l’onore e il rispetto.

Ha lavorato anche con grandi registi come Lizzani e Germi.

I suoi premi sono innumerevoli: globo d’oro nel 1996 per il film svegliati e uccidi; nastro d’argento nel 1967 per il film svegliati e uccidi; targa d’oro ai David di Donatello nel 1968 per il film grazie zia; grolla d’oro nel 1968 per il film grazie zia; secondo nastro d’argento nel 1975 per Mussolini ultimo atto; terzo nastro d’argento nel 1975 per il film amore amaro; targa d’oro ai David di Donatello nel 2005 per il film cuore sacro; quarto nastro d’argento nel 2006 per il film cuore sacro.

Holland Roden biografia

Holland Roden

Fiammetta Fadda biografia

Fiammetta Fadda