Sophia Loren biografia
Fonte Instagram
in

Sophia Loren

La vita privata di Sophia Loren

Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone è nata a Roma il 20 Settembre 1934. Lei è l’attrice italiana di fama internazionale Sophia Loren.

Figlia dell’insegnante di musica Romilda Villani (1910-1991) e dell’imprenditore Riccardo Maria Claudio Scicolone (1907-1976), ha un nonno di origini nobili, il marchese agrigentino Murillo Scicolone.

Riconosciuta dal padre, che però si rifiuta di sposare Romilda, Sofia crescerà a Pozzuoli (NA), dove la madre si trasferisce, presso la famiglia dei genitori Domenico Villani e Luisa Zotti.

Sofia ha una sorella, Anna Maria Villani Scicolone (1938) nota per aver sposato il pianista jazz Romano Mussolini, quartogenito di Benito Mussolini e di Rachele Guidi. Cuoca e scrittrice di ricette culinarie, Maria ha scritto anche il romanzo autobiografico La mia casa è piena di specchi dal quale nel 2010 è stata tratta una miniseria televisiva. Sophia ne è stata la protagonista, nel ruolo della madre Romilda.

Quindicenne, sollecitata proprio dalla madre che vuole per lei un futuro migliore, la futura star torna a Roma e vince il suo primo concorso di bellezza. Nel 1950 si aggiudica il premio Miss Eleganza partecipando a Miss Italia, premio che le permette di ottenere le prime scritturazioni cinematografiche.

Una carriera luminosa all’insegna del grande cinema

Il 1951 è l’anno in cui la vita artistica e sentimentale di Sofia Scicolone subisce una svolta decisiva. Incontra il produttore Carlo Ponti che le offre un contratto settennale e una proposta di matrimonio.

Inizia così una professione che sarà lunga e luminosa, costellata di successi e di riconoscimenti per la quale Sophia Loren, unica attrice italiana, nel 1991 riceverà l’Oscar alla carriera con questa motivazione

Per una carriera ricca di film memorabili che hanno dato maggior lustro alla nostra forma d’arte.

l’American Film Institute, nel 1999, ha inserito la Loren al ventunesimo posto tra le più grandi star della storia del cinema.

Sophia ha la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Guinness dei primati per il maggior numero di premi vinti

Sophia Loren detiene il guinness dei primati come attrice più premiata nel mondo.

Si è aggiudicata, infatti, due Oscar (1962- 1991), un New York Film Critics Circle Awards (1961), un BAFTA (1961), cinque Golden Globe (1964-1965-1969-1977-1994), un premio come Migliore interprete al Festival di Cannes (1961), La Coppa Volpi (1958) e il Leone d’oro alla carriera (1998) alla Mostra del cinema di Venezia.

Inoltre, due Globo d’oro (1978-2006), tre Nastro d’Argento (1961-1978-1995), nove David di Donatello (1961-1964-1965-1970-1974-1978-1984-1999-2014), un Telegatto d’oro alla carriera (2001), un Premio San Marino per il Cinema (2012), un Taormina Art Award (2012).

Vanno aggiunti La Legion d’Onore in Francia (1991), l’Orso d’oro alla carriera al Festival di Berlino (1994), il titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana (1996).

In occasione della cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali Torino 2006, Sophia Loren è stata una delle otto donne che hanno portato la bandiera olimpica.

Le misure di Sophia Loren

Le misure della giovanissima Sophia Loren erano: altezza 175 cm., peso 59 Kg., busto 97 cm., vita 61cm., fianchi 97 cm. Non dovrebbero essere cambiate di molto, dato che Sophia è sempre stupenda e si mantiene in perfetta forma con una dieta di stampo mediterraneo in cui non manca la pasta. Ha conservato l’abitudine che aveva da bambina di svegliarsi alle cinque del mattino per studiare e di coricarsi non più tardi delle nove.

Sophia Loren ne La Ciociara

Diretta da Vittorio De Sica, Sophia Loren nel 1960 ha interpretato un autentico pezzo forte del Neorealismo italiano, La ciociara, per il quale ha ottenuto il Premio Oscar 1962, il primo assegnato ad un’attrice in un film non in lingua inglese. Nel film, tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia, Sophia ha recitato con Jean Paul Belmondo e con la giovanissima Eleonora Brown, allora undicenne.

Il ruolo di Cesira era tagliato per Anna Magnani, mentre la venticinquenne Loren avrebbe dovuto recitare nella parte di Rosetta. Quando la Magnani rifiutò la parte, De Sica ebbe la felice intuizione di capovolgere gli equilibri e Sophia fu Cesira.

Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Vittorio De Sica

Sophia Loren, Marcello Mastroianni e Vittorio De Sica, costituirono negli anni Cinquanta e Sessanta un trio artistico unico nella cinematografia italiana, realizzando evergreen.

L’oro di Napoli (1954), è una pellicola in sei episodi diretta da Vittorio De Sica con la consueta carica di umanità e con attori come Totò e Tina Pica. A Sophia Loren, pizzaiola stupenda, è affidato il racconto Pizze a credito.

In Pane, amore e … (1955) di Dino Risi, troviamo De Sica nel ruolo di attore. Celebre la scena in cui Sophia Loren, di rossovestita, cerca di sedurlo scatenandosi in un sensuale mambo. Il film, è il terzo di una tetralogia il cui capostipite fu Pane, amore e fantasia (1953) di Luigi Comencini in cui recita Gina Lollobrigida, considerata la rivale storica della Loren.

De Sica ha diretto la coppia Loren-Mastroianni in Ieri, oggi, domani (1963), in cui Sophia interpreta tre donne dai caratteri diversi: Adelina, Anna e Mara. A chi può essere sfuggito lo spogliarello di Sophia Loren davanti ad un Marcello Mastroianni imbambolato?

Nel 1964 Vittorio De Sica torna a dirigere i due attori in Matrimonio all’italiana il cui soggetto è tratto dalla commedia teatrale Filumena Marturano di Eduardo De Filippo.

Una giornata particolare (1977), di Ettore Scola, suggella il felice sodalizio artistico tra la Loren e Mastroianni.

Gli amori di Sophia Loren

Quello tra il produttore cinematografico Carlo Fortunato Pietro Ponti e Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone fu un amore dapprima contrastato, poi felicemente coronato con il matrimonio, sino al 2007, anno in cui Carlo Ponti è venuto a mancare.

Ponti sposò la Loren nel 1956 in Messico, per procura, non potendo ottenere l’annullamento del suo primo matrimonio, contratto in Italia con Giuliana Fiastri, a causa della mancanza di una legge sul divorzio.

Accusati di bigamia, Ponti e la Loren dovettero aspettare il 1962, anno in cui il primo matrimonio del produttore venne annullato in Francia. Si sposarono ufficialmente nel 1966.

Dopo vari tentativi falliti di avere figli, vennero al mondo Carlo Ponti Jr. (1968), divenuto direttore d’orchestra, e Edoardo Ponti, divenuto regista, sceneggiatore e produttore cinematografico.

Carlo Jr. ha reso i coniugi Ponti nonni di Vittorio Leone e Beatrice Lara, Edoardo di Lucia Sofia e Leonardo Fortunato. Gli eredi Ponti vivono in California-USA.

La carriera di Sophia Loren

Sophia Loren ha lavorato praticamente con l’intero jet set. Sin dal 1956 è famosa negli Stati Uniti d’America. Ha fatto innamorare Gary Grant, con cui ha girato Orgoglio e passione (1957) di Stanley Kramer e Un marito per Cinzia (1958) di Melville Shavelson. Un grande successo ha ottenuto con Orchidea nera, del 1958, di Martin Ritt accanto a Anthony Quinn.

La carriera strepitosa di Sophia Loren non mostra segni di cedimento

Diretta da Edoardo Ponti, Sophia Loren nel 2002 ha recitato come protagonista in Cuori estranei, il lungometraggio d’esordio del figlio.

Nel 2018 l’attrice ha annunciato che sarà diretta da suo figlio nel film La vita davanti a sé, tratto dall’omonimo romanzo di Romain Gary, vincitore del premio Goncourt 1975. Interpreterà Rose, un ruolo vestito da Simone Signoret nella trasposizione cinematografica del 1977. Ancora una sfida, dunque, per Sophia Loren!

Marco Bonini biografia

Marco Bonini

Lando Buzzanca biografia

Lando Buzzanca