Kevin Spacey biografia
Fonte Facebook
in

Kevin Spacey

La vita privata e artistica di Kevin Spacey

Kevin Spacey Fowler, conosciuto come Kevin Spacey è nato a South Orange, New Jersey Stati Uniti d’America, il 26 Luglio 1959. All’età di quattro anni si trasferisce, con la famiglia d’origine, a Los Angeles. È attore, regista, produttore cinematografico e sceneggiatore.

Kevin Spacey, è nato da genitori di media estrazione sociale. Il padre, era un tecnico della Lockheed Corporation e la mamma una segretaria. Ha una sorella e un fratello, maggiori di lui. Sin da bambino mostra un carattere turbolento, difficilmente controllabile.

I genitori, preoccupati, lo iscrivono alla Northridge Military Academy di Los Angeles. Viene ben presto espulso, accusato di essere venuto alle mani con un altro studente dell’Accademia.

Kevin sceglie quindi di frequentare la Chatsworth High School, dove si diploma nel 1977. Qui conosce due giovani che intraprenderanno la sua stessa carriera artistica: Val Kilmer e Mare Winningham.

Dal 1979 al 1981 si trasferisce a New York per studiare arte drammatica alla Juilliard School, ma non porta a termine gli studi per tentare la fortuna a Broadway.

Gli esordi in teatro

Kevin Spacey esordisce in teatro nel 1981 a New York recitando nell’Enrico IV di Shakespeare. L’anno successivo inizia a lavorare a Broadway, dove nel 1986 ottiene la parte di protagonista in Long Day’s Journey into Night (Lungo viaggio verso la notte), opera teatrale considerata il capolavoro del drammaturgo statunitense Eugene O’Neill.

Kevin Spacey: il piccolo e il grande schermo

Negli anni successivi, Spacey, pur continuando a lavorare in teatro, tenta la via della televisione e del cinema. La prima apparizione televisiva è nella serie Crime Story del 1986. Nello stesso anno il regista Mike Nichols gli offrirà di lavorare, nella parte del ladro, nel film Heartburn – Affari di cuore a fianco di grandi attori ormai affermati: Meryl Streep, Jack Nicholson e Jeff Daniels.

Del 1988 ha un piccolo ruolo in Una donna in carriera, sempre diretto da Mike Nichols con Harrison Ford, Melanie Griffith, Sigourney Weaver e Alec Baldwin.

In televisione dal 2013 Kevin Spacey è stato il protagonista del dramma politico di Netflix, House of Cards, una delle serie tv più premiate e amate degli ultimi anni. Kevin interpreta il cinico Francis “Frank” Underwood, ruolo che gli è valso due Golden Globe, due Screen Actors Guild Awards e numerose nomination agli Emmy e agli Oscar della tv.

Kevin Spacey: il successo

Il successo al cinema arriva nel 1995 il thriller I soliti sospetti di Bryan Singer, presentato fuori concorso al 48º Festival di Cannes. L’attore, nel ruolo di Roger “Verbal” Kint, alias Keyser Söze, vince l’Oscar come miglior attore non protagonista. Sempre dello stesso anno è l’interpretazione del serial killer John Doe nel film Seven con il quale Kevin conquista il premio di Miglior cattivo agli MTV Movie Awards. Nel cast anche Morgan Freeman e Brad Pitt.

Determinante per la popolarità di Spacey sarà poi il film Bugie, baci, bambole & bastardi, diretto nel 1998 da Anthony Drazan, in cui sarà protagonista con Sean Penn, e Chazz Palminteri.

Nel 2003, diretto da Alan Parker, con Kate Winslet e Laura Linney, è nel cast di La vita di David Gale, un film che tratta i difficili e sentiti temi della pena di morte e della fallibilità della giustizia americana.

L’Oscar per il miglior attore protagonista

Nel 2000 Kevin Spacey conquista l’Oscar per il miglior attore protagonista per la sua interpretazione del quarantenne in crisi nel film American Beauty, di Sam Mendes. Dedica il riconoscimento all’amico e mentore Jack Lemmon che l’avrevve ispirato con l’interpretazione dell’impiegato C.C.Baxter nel film L’appartamento (1960) di Billy Wilder

Il regista Sam Mendes ha dichiarato: “La concentrazione di Kevin è simile a un raggio laser. Lui è come Al Pacino, puoi star certo che da un momento all’altro può farti venire la pelle d’oca”.

La vita sentimentale di Kevin Spacey

Kevin Spacey nel 1999, ha avuto una relazione con la sceneggiatrice Dianne Dreyer, che nel 2000 lo ha accompagnato agli Academy Awards.

Da tempo, tuttavia, negli ambienti del gossip americano si vociferava di una presunta omosessualità dell’attore, sempre puntualmente smentita dallo stesso Spacey.

In occasione dello scandalo su Harvey Weinstein, nel 2017 emergono episodi spiacevoli della vita privata di Kevin Spacey riguardanti molestie sessuali.

Accuse di abusi sessuali

Il 18 Gennaio 2018 Kevin Spacey viene denunciato da Anthony Rapp per molestie sessuali subite all’età di 14 anni (nel 2005). È la terza denuncia per l’attore. Il The Guardian ha rivelato che altre due risalgono al 2005 e al 2008.

Le ripercussioni sulla carriera di Spacey sono enormi: l’attore viene estromesso dalla serie tv House of Cards e dal cast del film Tutti i soldi del mondo di Ridley Scott dove viene sostituito da Christopher Plummer.

Il coming out di Kevin Spacey

Dopo le accuse di molestie Kevin Spacey si è scusato pubblicamente con l’attore Anthony Rapp e ha dichiarato la propria omosessualità:

Ho molto rispetto per Anthony Rapp come attore, ho provato orrore per la sua storia. Onestamente non ricordo l’accaduto, è successo più di trenta anni fa, ma se è veramente successo quello che ha descritto mi scuso per il mio comportamento… Ho avuto relazioni con uomini e donne. Ho amato e avuto incontri romantici con uomini durante la mia vita e da ora in poi decido di vivere come gay.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Irene Grandi biografia

Irene Grandi

Iggy Azalea biografia

Iggy Azalea