Bassi Maestro biografia
Fonte Instagram
in

Bassi Maestro

La vita privata

Davide Bassi (in arte Bassi Maestro) è nato il 3 agosto 1973 a Milano. Conosciuto anche come Busdeez e Cock Dini, è un noto rapper, disc jockey, beatmaker e produttore discografico.

A soli 12 anni Bassi Maestro ha intrapreso la sua carriera di DJ. Le sue prime produzioni musicali risalgono al 1987 e il suo primo genere musicale è l’hip hop. Nel 1990 ha partecipato alle semifinali DMC classificandosi al terzo posto. I suoi generi d’elezione sono l’hip hop e il rap italiano.

Fino al 1996 Davide Bassi era iscritto al DAMS all’università di Bologna scegliendo l’indirizzo cinematografico, tuttavia ha rinunciato per dedicarsi totalmente alla musica.

Gli amori

Bassi Maestro ha dedicato le sue interviste interamente alla sua carriera musicale, mantenendo il massimo riserbo in merito alla sua vita privata e sentimentale.

La carriera

Bassi Maestro esordisce nel mondo della musica in primis come DJ verso la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90 con le prime demo, tra cui ricordiamo: “Explicitin the Facts“, “Art From the Heart“, “Bastian Contrario” e altre.

Nel 1995 ha fondato l’etichetta Mixmen Production, con la quale pubblica il suo primo album intitolato “Contro gli estimatori“. In questo periodo ha partecipato a numerosi progetti musicali e ha collaborato con i gruppi “Tormento”, “Sottotono”, “El Presidente” e altri.

Nel 1997 Bassi Maestro ha consolidato il sodalizio artistico con DJ Zeta e il duo La Cricca dei Balordi fino a formare il collettivo “Sano Business”. Il gruppo ha pubblicato lo stesso anno il disco “The Micragnous EP”.

L’anno successivo Bassi Maestro ha pubblicato il suo secondo album da solista “Foto di gruppo” che contiene successi come “Il tempo che è trascorso”, “Family and Business”, “Dal tramonto all’alba”, “Bionic Skillz” e l’omonima “Foto di gruppo”. In questo album Bassi ha sperimentato anche toni più leggeri e melodie ballabili, per poi tornare al suo vecchio stile con il terzo album “Classico”. Le canzoni di spicco di questo album sono “La confessione”, “È così che va”, “La bomba”, “Slang” e altre.

Dagli anni 2000 Bassi Maestro ha pubblicato album a ritmo frenetico, tra i quali citiamo: “Rapper italiano” (2001), “Background” (2002), “Seven: The Street Prequel” (2003), “L’ultimo testimone” (2004), “Hate” (2005), “Vivi e lascia morire” (2006), “La lettera B” (2009). Bassi Maestro ha continuato a intraprendere numerose collaborazioni con il rapper Jack the Smoker, G-Max dei Flaminio Maphia, Don Joe dei Club Dogo, Lord Bean, Supa, il gruppo electro-dance Useless Wooden Toys e molti altri.

Tra il 2008 e il 2009 Bassi Maestro ha condotto il programma “Open mic” su Hip Hop TV. Dal 2010 in poi ha dato vita ad altre collaborazioni, producendo per artisti importanti come Coolio, Rakim, Busta Rhymes, M.O.P., Jim Jones e molti altri. È il DJ ufficiale del gruppo The Beatnuts che accompagna regolarmente nelle tournée internazionali.

Nel 2011 Bassi Maestro ha pubblicato l’album “Tutti a casa” nel quale ha collaborato con Ghemon, Mondo Marcio, Baby K, Ensi, DJ Shocca e molti altri. L’anno successivo è la volta di “Stanno tutti bene” (con la partecipazione di Gué Pequeno, Ghemon, Salmo, L’Aura ed Hernan Brando) e di “Per la mia gente – For my people”.

Nel 2014 pubblica diversi Mixtapes tra cui un tributo alla scomparsa del rapper Big L. I successivi sono “Musica Classica – Timeless Gems”, “F.U.C.K. 2014” e il singolo “Rock On“, prodotto dai Loop Therapy.

Contemporaneamente Bassi Maestro gestisce numerosi progetti musicali e una sua personale piattaforma web attraverso la quale condivide i suoi lavori. L’ultimo album risale al 2017 e si intitola “Mia Maestà“.

Alessia Cammarota biografia

Alessia Cammarota

Drupi biografia

Drupi