Benedicta Boccoli biografia
Fonte Instagram
in

Benedicta Boccoli

La vita privata

Benedicta Boccoli nasce a Milano, l’11 novembre 1966. E’ un’attrice, showgirl e conduttrice radiofonica italiana. E’ nota al pubblico per aver preso parte a diverse fiction, tra le quali La squadra (2003) e Incantesimo 8 (2005).

E’ cresciuta a Roma. Ha una sorella, Brigitta Boccoli, anch’ella attrice e showgirl.

Benedicta Boccoli ha esordito in tv come valletta, per poi sviluppare la propria carriera nel teatro, ambito nel quale è attiva dagli anni ’90 ai giorni nostri. Inoltre, ha una rubrica su “Il fatto Quotidiano”,

Gli amori

La Boccoli è stata la compagna dell’attore e regista Maurizio Micheli, per ben 11 anni, fino al 2008. Ancora prima, negli anni ’90, è stata legata sentimentalmente a Gianluca Guidi, attore e cantante. Attualmente l’attrice risulta single.

Le misure

Benedicta Boccoli è alta 170 cm.

La carriera

Dalla metà degli anni ’80 esordisce in tv, prima nel programma di Gianni Boncompagni, “Pronto chi gioca“, su Raiuno; poi partecipa a due edizioni di “Domenica In” ed infine a Sanremo nel 1989. Negli anni ’90 la ritroviamo ancora come showgirl a “Piacere Raiuno” e “Unomattina“.

Benedicta debutta al cinema nel 2003, ne “Gli angeli di Borsellino“, di Rocco Cesareo. La sua ultima apparizione risale al 2016, nel film “Ciao Brother“, con la regia di Nicola Barnaba.

La sua carriera artistica si è sviluppata perlopiù come attrice di teatro. Tra i suoi spettacoli più importanti, ricordiamo “Spirito allegro“, con il quale debutta nel 1992, con Paola Gassman e Ugo Pagliai; “Cantando Cantando“, con la regia dell’ex compagno Maurizio Micheli; “Polvere di stelle“, ispirato all’omonimo film di Alberto Sordi; “L’appartamento“, di Billy Wilder; “Fiore di cactus” di Pierre Barillet e Jean-Pierre Grédy, replicato fino al 2016; “Camera con vista“, di E. M. Forster.

In radio ha condotto “Il ficcanaso“, su Rtl 102.5, “Metrò” e “Check In” su Radio1 con Paolo Notari.

Davide Valsecchi biografia

Davide Valsecchi

Gabriele Greco biografia

Gabriele Greco