Ciccio Ingrassia biografia
in

Ciccio Ingrassia

  • Nome d'arte: Ciccio Ingrassia
  • Soprannome: "Il volto triste della risata" cit. Nino Manfredi
  • Data di nascita: 5 ottobre 1922 (giovedì)
  • Data di morte: 28 aprile 2003
  • Età: 80 anni
  • Segno zodiacale: Bilancia
  • Professione: Attore, Comico, Regista
  • Luogo di nascita: Palermo
  • Luogo di morte: Roma
  • Altezza: 189 cm

La vita privata

Francesco Ingrassia, detto Ciccio, è nato a Palermo, il 5 ottobre 1922. E’ stato un celebre attore comico, conosciuto al pubblico in particolare per aver dato vita, insieme all’amico e collega Franco Franchi, il duo comico “Franco e Ciccio“. Il sodalizio artistico durò per ben tre decadi, a partire dagli anni ’60. Ciononostante, la coppia ha fatto la storia del cinema italiano, girando oltre 100 film comici e campioni di incassi.

Proveniva da una famiglia molto povera composta da 5 figli. Dopo la licenza elementare, non proseguì gli studi, bensì praticò vari mestieri, tra cui barbiere, calzolaio, falegname. La sua propensione all’umorismo lo portò ad esibirsi nelle feste di paese ed in cerimonie private. Il suo idolo era Totò e da lui trasse l’ispirazione per i suoi primi sketch.

Nel 1944 entrò a far parte del Trio Sgambetta, al fianco di altri due comici Enzo Andronico e Ciampolo. Qui iniziò la sua lunga e difficile gavetta, fin quando nel dopoguerra si trasferì a Torino, dove affiancò l’allora esordiente Gino Bramieri.

Negli anni ’50 entro a far parte di una compagnia di teatro. Era già un capocomico affermato quando incontrò per la prima volta Francesco Benenato, in arte Franco Franchi, suo futuro partner in scena. Insieme diedero vita alla celebre coppia comica “Franco e Ciccio”, con un longevo sodalizio artistico. Sebbene i loro film all’epoca fossero spesso sminuiti dalla critica, in realtà ebbero un enorme successo di pubblico. Il loro genere d’elezione era la parodia, ma non mancarono nel ricoprire anche ruoli di un certo rilievo, diretti dai più grandi registi italiani, tra cui Fellini, Pasolini, Simonelli, Corbucci ed altri.

Ciccio Ingrassia si è spento al Policlinico Gemelli il 28 Aprile 2003, all’età di 80 anni, a causa di problemi respiratori.

Gli amori

Ciccio Ingrassia, il 5 settembre 1960, sposò Rosaria Calì. Dal suo primo ed unico matrimonio è nato un figlio, Giampiero Ingrassia, anch’egli divenuto attore.

Le misure

Ciccio Ingrassia era alto 189 cm ed aveva una corporatura esile, sebbene non sia noto il peso. La sua notevole altezza è stata spesso oggetto di umorismo nel corso delle sue primissime performance comiche, come egli stesso ricordava:

“Per la mia affermazione nel mondo dello spettacolo l’altezza è stata determinante, come è stata determinante per qualcuno la bassa statura, ad esempio Renato Rascel.”

La carriera

In coppia con Franco Franchi, Ingrassia ha esordito al cinema nel 1960, in un film di Mario Mattoli, intitolato “Appuntamento a Ischia“. Il sodalizio artistico durato circa trent’anni, con alti e bassi, ha consegnato alla storia del cinema oltre 100 film, tra cui citiamo, dal filone parodistico: “Il giorno più corto” di Sergio Corbucci (1963); “Canzoni bulli e pupe” di Carlo Ingascelli (1964); “Per un pugno nell’occhio” di Michele Lupo (1965); “I due figli di Ringo” di Giorgio Simonelli (1966); “Il bello, il brutto, il cretino” di Giovanni Grimaldi (1967); “Indovina chi viene a merenda” di Marcello Ciorciolini (1969) ed altri. Tra le pellicole di maggior prestigio, inoltre, ricordiamo: “L’onorata società” di Riccardo Pazzaglia e “Il giudizio universale” di Vittorio De Sica (1961); “Capriccio all’italiana”, nell’episodio diretto da Pier Paolo Pasolini, intitolato “Cosa sono le nuvole” (1968); “Don Chisciotte e Sancio Panza”, di Giovanni Grimaldi ed infine, il film tv “Le avventure di Pinocchio” (1972) diretto da Luigi Comencini e con il grande Nino Manfredi, che vede Franco e Ciccio impegnati nei ruoli de il gatto e la volpe.

Nel corso della sua carriera cinematografica, Ciccio Ingrassia ha recitato in alcuni film senza Franco Franchi, tra cui ricordiamo: il primo nel 1967, “Gli altri, gli altri… e noi” di Maurizio Arena; “La violenza: quinto potere“, di Florestano Vancini (1972); il celebre “Amarcord” di Federico Fellini (1973) e “Todo modo” di Elio Petri (1975), grazie al quale si aggiudicò il Nastro d’Argento come miglior attore non protagonista. Nel 1984 è il protagonista dell’episodio “La giara” all’interno del film “Kaos” diretto da Paolo e Vittorio Taviani, mentre nel 1990 compare nel film di Ettore ScolaIl viaggio di Capitan Fracassa“, con Massimo Troisi.

Da regista, Ciccio Ingrassia ha diretto due film: “Paolo il freddo“, il cui protagonista è interpretato da Franco Franchi (1974) e “L’esorciccio” (1975) con il celebre Lino Banfi. Entrambi i film sono prodotti dalla Ingra Cinematografica, fondata dall’attore all’inizio degli anni ’70.

Franco Franchi biografia

Franco Franchi

Lorenzo Riccardi biografia

Lorenzo Riccardi