Cindy Crawford biografia
Fonte Instagram
in

Cindy Crawford

La vita privata di Cindy Crawford

Cindy Crawford nasce a Dekalb, Illinois (USA) il 20 Febbraio 1966 da John Crawford e Jennifer Moluf. Ha due sorelle: Danielle e Chris. Il fratello Jeff (1970-1974) muore di leucemia. Questo lutto segnerà profondamente la famiglia e la stessa Cindy, che ne parlerà spesso sui media.

Appena adolescente lavora nei campi di mais. La leggenda narra che a scoprirla è un fotografo che la immortala proprio mentre la bella Cindy cima le pannocchie. Dopo il diploma si iscrive alla facoltà di ingegneria chimica alla Northwestern University ma abbandona poco dopo per dedicarsi completamente alla moda. Nel 1986 si trasferisce a New York. Ha un patrimonio stimato di 100 milioni di dollari. Il cantante Prince le dedica la canzone Cindy C (1987).

Le misure di Cindy Crawford

Cindy Crawford è una delle icone di bellezza degli anni Novanta.

Quando agli inizi della carriera viene consigliata di togliere il neo sul lato sinistro del labbro, lei non accetta facendo così la sua fortuna: quel neo sarebbe diventato il suo tratto distintivo.

Alta 176 cm per 59 kg di peso, fluenti capelli castani e penetranti occhi marroni, Cindy incarna una feminilità statuaria, volitiva, forte e sportiva.

Nei primi anni Novanta divengono celebri le videocassette con i suoi allenamenti: Shape your body.

Gli amori di Cindy Crawford

Cindy Crawford forma con il divo Richard Gere una delle coppie più glamour degli anni Novanta. Sul loro matrimonio (1991-1995) aleggiano voci sulla presunta omosessualità di entrambi, che prontamente vengono smentite.

Con ironia Cindy posa per la copertina di Vogue (1993) accanto alla cantante lesbica KD Lang, vestita da uomo. Il secondo matrimonio è nel 1998 con l’imprenditore Rande Gerber, da cui ha i figli Presley Walker (1999) e Kaja Jorda (2001) anch’essa modella.

La carriera di Cindy Crawford

Cindy Crawford è tra le più celebri top model degli anni Novanta. Nel 1989 Cindy firma un contratto milionario con il colosso della cosmetica Revlon, di cui diviene volto celeberrimo fino al 2000.

È poi ospite ambita su MTV nel programma House of Style (1989-1995), talk show che parla di moda e glamour. A sancirne la consacrazione a super-top, la copertina dell’edizione britannica di Vogue del Gennaio 1990, firmata Peter Lindbergh, in cui posa accanto alle colleghe Claudia Shiffer, Tatiana Patitz, Christy Turlington, Linda Evangelista e Naomi Cambell.

Appare nel video Please come home for Christmas (1994) di Jon Bon Jovi e si cimenta come attrice nel film Facile preda (1995) accanto a William Baldwin, un flop di pubblico e critica. Dalla metà degli anni Novanta è tra le supermodelle più capaci di capitalizzare la fama e reinvestire i guadagni: diviene testimonial degli orologi Omega e lancia le sue linee di profumi, arredamento e abbigliamento.

Nel 2000 partecipa con un cameo in Body Guards – Guardie del corpo di Neri Parenti. Ultime apparizioni pubbliche: il videoclip del brano Bad Blood (2015) di Taylor Swift e la sfilata alla settimana della moda di Milano (2017) per il ventennale della morte di Gianni Versace.

Kylie Minogue biografia

Kylie Minogue

Licia Nunez biografia

Licia Nunez