Elton John biografia
Fonte Instagram
in

Elton John

La vita privata di Elton John

All’anagrafe Reginald Kenneth Dwight, Elton John nasce nel quartiere londinese di Pinner il 25 marzo 1947. I suoi genitori, Sheila e Stanley, pilota della Royal Air Force, vivono a casa dei nonni materni. Qui Elton trascorre la sua infanzia a stretto contatto con la musica: sua nonna gli insegna a suonare il pianoforte a soli tre anni, sua madre gli fa ascoltare Elvis Presley, mentre suo padre, sebbene sia stato lui stesso membro di una band, si oppone alle ambizioni musicali del figlio. Elton frequenta la Pinner Grammar School, per poi essere ammesso alla Royal Academy of Music, famosa scuola di Londra che lo inizia alla musica classica. A 15 anni comincia a farsi conoscere esibendosi nel Northwood Hills Pub con la sua prima band, i Corvettes.

L’aspetto di Elton John e l’ossessione per gli occhiali

Afferma di essere stato goffo da bambino, di essere stato insicuro per il suo aspetto paffuto e occhialuto. Ma la celebrità inglese ha fatto del suo difetto un marchio di fabbrica, coltivando una passione folle per gli abiti da palcoscenico, e soprattutto per gli occhiali (pare che ne abbia più di 300). Durante una permanenza in un hotel in Brasile Elton John ha prenotato una camera soltanto per la sua collezione di occhiali. Sia che si tratti di brand storici, come Gucci e Chanel, sia che si tratti di neo-marchi come il brand napoletano Apro Spectales (contattato dalla star per un modello indossato al suo settantesimo compleanno), gli occhiali di Elton hanno una caratteristica comune: sono tutti particolarmente bizzarri e tondeggianti.

Il legame con Lady Diana e con la famiglia Versace

Non tutti sanno che il secondo singolo più venduto di sempre è Candle in the Wind 1997, suonato e cantato da Elton John al funerale della sua cara amica Lady Diana. Per rispetto della Principessa quel brano non è stato più oggetto di esibizioni. La perdita di questa figura così importante per Elton gli ha procurato uno stato di depressione, aggiungendosi alla morte, avvenuta nello stesso anno, dell’amico stilista Gianni Versace.

Il cantautore britannico risulta essere profondamente legato alla famiglia Versace. La stessa Donatella, sorella di Gianni e figura creativa dietro il noto marchio, ha confessato in alcune interviste di essere uscita dal tunnel della cocaina grazie ad Elton John, il quale le avrebbe fatto trovare un jet privato diretto per un centro di disintossicazione.

20 years ago today, the world lost an angel. #RIP @ejaf

A post shared by Elton John (@eltonjohn) on

La storia tra Elton John e David Furnish

Si chiama David Furnish ed è un regista canadese il grande amore di Elton John. David ed Elton si conoscono nel 1983 ad una festa di un amico in comune, per poi fidanzarsi e unirsi civilmente nel 2005. Hanno due figli avuti da una madre surrogata: Zachary, nato il 25 dicembre 2010 e Elijah, nato l’11 gennaio 2013. Prima di incontrare David, Elton è stato sposato per 4 anni con Rachel Blauel, una tecnica del suono.

L’infezione e la paura di morire

Nella primavera del 2017 Elton John contrae una rarissima e pericolosa infezione batterica durante una tournée in Sudamerica. Si sente male durante il volo per Londra e, una volta atterrato l’aereo, viene ricoverato in terapia intensiva. Grazie ad una competente equipe di medici, pubblicamente ringraziati dal cantautore, esce sano e salvo da questa brutta esperienza. Il tour californiano del maggio 2017 viene cancellato.

I successi di Elton John

È il 1967 quando Elton John, grazie ad un annuncio sul New Musical Express, conosce il suo paroliere, e futuro carissimo amico, Bernie Taupin. Nel 1970, grazie a questo sodalizio, l’album Elton John, contenente il brano Your song, riceve un successo internazionale. Nel giro di pochi anni Elton si ritrova sul palco con John Lennon, è nel cast del film Tommy e il suo nome è sulla Walk of Fame di Hollywood.

Dopo una serie di album pubblicati con la casa discografica Dick James Music, il musicista inglese trascorre gli anni ‘80 tra successi, l’uso di droga e un’operazione alla gola per l’asportazione di un tumore benigno. In seguito alla composizione della colonna sonora del Re Leone, riprende il filone musicale degli anni ‘70 con Made in England e collabora per una nuova colonna sonora, quella di Aida. Il 2010 è l’anno del musical Billy Elliot: le musiche di Sir Elton gli procurano ben 10 Tony Awards. Nel 2016 esce il trentatreesimo album della star britannica: Wonderful Crazy Night, mentre nel 2018 dichiara il ritiro dalle scene e l’aperuta del suo ultimo tour dalla durata di tre anni, che prevede anche tappe a Milano, Lucca, Roma e Bologna.

Nancy Coppola biografia

Nancy Coppola

Stella Rotondaro biografia

Stella Rotondaro