Giacomo Agostini motociclista

Giacomo Agostini

  • Soprannome: Ago, Mino
  • Data di nascita: 16 giugno 1942 (martedì)
  • Età: 76 anni
  • Segno zodiacale: Gemelli
  • Luogo di nascita: Lovere (Bergamo)
  • Altezza: 169 cm

 

La vita privata di Giacomo Agostini

Giacomo Agostini, detto Ago, nasce a Brescia il 16 giugno del 1942 e si trasferisce giovanissimo a Lovere, nel bergamasco, con tutta la famiglia. È il primo di 4 fratelli, e da subito mostra una forte attrazione per il mondo dei motori.

A 9 anni ha il suo primo incidente, cadendo dalla sella della Guzzi del padre: l’incidente avviene nella piazza del paese e fa preoccupare tutta la famiglia. Da quel momento, la sua passione si fa strada attraverso gare clandestine in sella alla piccola moto Bianchi di famiglia, con la quale guadagna fama riuscendo a battere gli sfidanti di tutta la provincia.

Diventato maggiorenne, insiste col padre per avere il permesso di iscriversi alle gare regolari, ma il padre tentenna e si consulta con il severo notaio di famiglia. Fortunatamente, il notaio capisce male la richiesta e intende “bicicletta” anziché “motocicletta”, spingendo il padre di Ago a firmare il permesso, dato che lo sport “fa bene”. Non gli vengono però dati i soldi per acquistare la moto, così Ago ridimensiona le sue mire, passando dal desiderare la MotoBi 175, che poteva essere consegnata già preparata per le gare, all’acquistare a rate una Morini 175 Settebello.

Da quel momento la sua vita è indissolubilmente legata al motociclismo, disciplina che Ago pratica in modo molto serio, evitando distrazioni e mondanità in prossimità delle gare. Con questo stile di vita, il tempo dell’amore arriva tardi: conclusa la carriera motociclistica nel ’77, si dà per pochi anni all’automobilismo, smettendo di correre nel 1980, per poi venire convocato come direttore sportivo per il motomondiale, a capo del team Yamaha. Ago si sposerà solo nel 1988, in veste di manager con la spagnola Maria Ayuso.

La carriera di Giacomo Agostini

Giacomo Agostini è il pilota di moto con più titoli in tutta la storia del motociclismo. Inizia facendosi notare nel suo primo circuito, a bordo di un muletto, dopo che la sua moto viene sabotata la notte prima della gara.

Si mostrerà sempre dotato non solo sportivamente ma anche tecnicamente, riuscendo a partecipare a modifiche di successo dei suoi mezzi. Sale sul primo podio nel 1963, a 21 anni, nella classe 250 e la sua carriera copre 14 anni di stagioni, dal 1963 al 1977. Vince ben 15 titoli mondiali: 8 in 500 e 7 in 350. I numeri della sua carriera sono strabilianti: su 190 gare disputate, ne vice 123, sale sul podio (come 1°, 2° o 3° classificato) per 162 volte.

Segna il miglior tempo del circuito in più di metà delle gare, con 117 giri veloci. Detiene innumerevoli record e l’eccezionale prolificità della sua carriera viene attribuita all’ingresso “tardivo” nel mondo dei circuiti ufficiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rino Gaetano cantautore

Rino Gaetano

Luke Perry Biografia

Luke Perry