Rino Gaetano cantautore

Rino Gaetano

  • Nome d'arte: Rino Gaetano
  • Data di nascita: 29 ottobre 1950 (domenica)
  • Data di morte: 2 giugno 1981
  • Età: 30 anni
  • Segno zodiacale: Scorpione
  • Professione: Cantante
  • Titolo di studio: Ragioneria
  • Luogo di nascita: Crotone
  • Luogo di morte: Roma
  • Altezza: 177 cm

 

La vita privata di Rino Gaetano

Rino Gaetano – il celebre cantautore italiano – nacque a Crotone, in Calabria, il 29 ottobre del 1950. Dalla Calabria si spostò ben presto al Nord – in Veneto per l’esattezza – per poi trasferirsi con la propria famiglia a Roma. Da ragazzo compì i suoi studi in Umbria, nella provincia di Terni.

Terminati gli studi tornò nella capitale e da lì non si spostò più, se non per brevi periodi di tempo. Nonostante i numerosi spostamenti, Rino Gaetano fece sempre mostra di un forte legame con la sua terra natìa, retaggio forse di una famiglia semplice del Sud, una famiglia di grandi lavoratori abituati al sacrificio.

Fin da bambino mostrò un’indole e un’intelligenza particolari. Sensibile e riflessivo, il suo acume si riversò in seguito nella sua opera discografica.

La vita sentimentale di Rino Gaetano è tutta riconducibile all’amore per la fidanzata Amelia. Con lei avrebbe dovuto sposarsi, se un tragico incidente non avesse interrotto la sua vita.

L’incidente 

Rino Gaetano morì in circostanze tragiche quando era solo un trentenne all’apice del successo. A Roma, di notte e di ritorno da una serata passata a cantare in alcuni locali pubblici, ebbe un pauroso incidente stradale.

Forse a causa di un malore – almeno stando alle testimonianze e ai referti autoptici – la sua automobile invase la corsia opposta e l’impatto con un grande automezzo gli fu fatale. Non morì sul colpo, ma alcune ore dopo.

La carriera di Rino Gaetano

Da sempre amante della musica, Rino Gaetano fondò da giovanissimo un complesso con alcuni amici. Studiò anche teatro e recitazione presso il celebre Folkstudio, dove venne in contatto con altri cantautori, come De Gregori e Venditti. Fu Vincenzo Micocci, rappresentante della casa discografica It a dargli l’opportunità di produrre la sua prima compilation.

Alcuni suoi brani cominciarono a passare in radio ed ebbe occasione di scrivere testi per cantanti più famosi di quanto fosse lui in quel momento. Fu con il celebre brano Ma il cielo è sempre più blu che sfondò e divenne noto al grande pubblico. Con la notorietà, arrivarono anche le prime apparizioni nelle trasmissioni televisive. L’eccentricità del personaggio, il suo modo particolare di cantare e la provocatorietà dei suoi testi lo resero indimenticabile.

Partecipò anche a grandi manifestazioni canore, come il festival di Sanremo e il Festivalbar. A Sanremo ottenne anche un risultato importante, strappando il terzo posto con la sua celebre canzone Gianna.

Con alti e bassi il suo successo proseguì ed ebbe occasione di collaborare con autori di primo piano. Ironico, impietoso, gli ultimi anni furono caratterizzati da un consolidarsi del suo impegno sociale e civile e della sua attenzione agli ultimi e agli emarginati della storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Don Backy biografia

Don Backy

Giacomo Agostini motociclista

Giacomo Agostini