Don Backy biografia

Don Backy

La vita privata di Don Backy

Don Backy è il nome d’arte scelto da un poliedrico artista italiano, all’anagrafe Aldo Caponi. Toscano, originario di Santa Croce sull’Arno, è nato il giorno 21 dell‘agosto del 1939. Lavorò come operaio prima di dedicarsi all’arte. Alla sua città natale resterà sempre legato – anche se ha girato l’Italia per seguire le esigenze del proprio lavoro di artista – tanto da proporsi, intorno al 2000, come sindaco della località, presentandosi alle elezioni.

Ha avuto un figlio, Emiliano, nato nel 1969, avuto dalla moglie Liliana, che aveva sposato nell’anno precedente.

In seguito a una partecipazione al festival di Sanremo, entra in collisione con la sua casa discografica e la faccenda finisce in tribunale.

Uomo intelligente e attento alle dinamiche sociali attuali, ad un certo punto della sua vita, Don Backy si rende protagonista di un atto plateale di protesta davanti al Colosseo. Amareggiato per la protratta lontananza dagli schermi televisivi, inscena una manifestazione di dissenso per attirare l’attenzione dei media e degli italiani sulle dinamiche dello show business.

La carriera di Don Backy

Don Backy non è stato solo cantautore, ma si è dedicato anche al cinema e all’arte visiva, in modo particolare alla pittura, nonché alla produzione fumettistica. Instancabile, scrive anche alcuni romanzi surrealisti.

Gli esordi si collocano nel 1958, quando comincia a proporre le sue performance artistiche presso alcuni locali famosi. Il suo primo disco esce nel 1960 e viene autoprodotto. Nel frattempo, iniziano le prime esperienze cinematografiche. Il successo arriva nel 1965, quando inizia a partecipare a spettacoli televisivi e vince un Disco d’oro con le canzoni Io che giro il mondo e CaraVince anche il primo Festivalbar e diventa un personaggio noto a tutti.

Nel suo curriculum artistico, figurano collaborazioni importanti, come quella con Lucio Battista e Johnny Dorelli, oltre al soldalizio con la cantante Nada. A metà degli anni 60 inizia anche una collaborazione con Adriano Celentano e con il gruppo musicale I Kiss.

Tra le sue canzoni più celebri ricordiamo L’immensitàPoesia e Canzone. Come cantautore ha collaborato e prodotto le colonne sonore di alcune commedie: Marco PoloSognando e Teomedio. Continua, negli anni seguenti al successo, a partecipare a manifestazioni canore importanti, ottenendo anche un terzo posto al Festival di Sanremo nel 1969.

Ha partecipato in qualità di attore in alcune produzioni cinematografiche, come BarbagiaCani arrabbiati e Banditi a Milano. Come protagonista, ha recitato in Quella chiara notte d’ottobre  e in Satyricon. La sua filmografia risale tutta agli anni 60 e 70.

Raggiunto il successo, divenne un personaggio noto al grande pubblico, grazie anche alla partecipazione a programmi televisivi e radiofonici. Nel corso degli anni è stato insignito di numerosi premi e riconoscimenti pubblici.

One Comment

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Louis Armostrong trombettista

Louis Armostrong

Rino Gaetano cantautore

Rino Gaetano