Louis Armostrong trombettista
in

Louis Armstrong

  • Nome d'arte: Louis Armostrong
  • Soprannome: Satchmo, Pops
  • Data di nascita: 4 agosto 1901 (domenica)
  • Data di morte: 6 luglio 1971
  • Età: 69 anni
  • Segno zodiacale: Leone
  • Professione: Cantante, Musicista
  • Luogo di nascita: New Orleans
  • Luogo di morte: New York
  • Altezza: 198 cm

La vita privata di Louis Armstrong

Louis Daniel Armstrong nasce nei sobborghi di New Orleans il 4 agosto 1901. Il padre lo abbandona mentre è ancora in fasce e la madre, una prostituta, lo affida alla nonna. Fin da piccolo, Armstrong studia poco, preferendo il gioco e i lavoretti da pochi soldi per aiutare la famiglia . Si mette subito nei guai e frequenta diversi riformatori: proprio in questi luoghi gli viene insegnato a suonare la cornetta. Al di fuori dei riformatori, viene incoraggiato a cantare dalla famiglia Karnofskys, che lo paga per piccoli lavori di raccolta dei rifiuti e distribuzione del carbone.

A 11 anni entra nella band per giovani ragazzi abbandonati di colore, diventando presto il capobanda e migliorando le sue capacità musicali, diventando un avido ascoltatore, un fine intenditore e un capace esecutore. Viene notato dal miglior trombettista locale, Joe “King” Oliver, che nel 1914 diventa il suo primo mentore. A 18 anni sposa Daisy Parker e insieme adottano il piccolissimo Clarence, mentalmente disabile, figlio della defunta cugina di Armstrong. A Clarence, il trombettista si dedicherà per tutta la vita. Sarà la seconda moglie, la pianista Lil Hardin, che lo esorterà ad essere più competitivo sul lavoro, spingendolo a cercare ingaggi sempre migliori e a crescere tecnicamente. Lil e Armstrong si separano nel 1927, e da quel momento la vita dell’artista è scossa da diversi eventi.

La Grande Depressione lo spinge ad emigrare nella West Coast e in Europa, accrescendo la sua fama di trombettista, cantante e attore. Alcuni problemi alle labbra (si esibiva  più di 300 volte all’anno) lo costringono più volte a lunghe pause. Si sposa altre 2 volte ma non ha mai bambini suoi: tuttavia ama la loro compagnia e incoraggia i giovani talenti. Muore di infarto il 6 luglio 1971, quando è ormai una star mondiale e un uomo molto soddisfatto dalla vita e dalla carriera.

La carriera di Louis Armstrong

Louis Armstrong è stato una pietra miliare nel jazz e la sua influenza è stata descritta come “incommensurabile”: la sua carriera ha coperto mezzo secolo, dagli anni ’20 fino agli anni ’70 ed è stata costellata da decine di premi (Grammy Awards e Grammy Hall of Fame) per le sue interpretazioni, fra le quali ricordiamo When The Saints Go Marchin’ In e What a Wonderful World.

Ha duettato con artisti di rilievo come Ella Fitzgerald, Barbra Streisand e Bessie Smith. Dal punto di vista tecnico, ha introdotto l’improvvisazione solista e grazie alle suo doti di trombettista, alla voce profonda e alla presenza magnetica sul palco è ricordato come una delle star musicali più influenti di tutti i tempi, anche per il fatto di aver sdoganato un talento afroamericano quando negli Stati Uniti l’integrazione razziale era ancora molto lontana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I gemelli Derrick di Holly e Benji

Jason e James Derrick

Don Backy biografia

Don Backy