Ji Squillo biografia
Fonte Instagram
in

Jo Squillo

La vita privata di Jo Squillo

Giovanna Coletti, in arte Jo Squillo, è nata a Milano, il 22 giugno 1962. È una showgirl, cantautrice e conduttrice, nota al pubblico in particolare per il suo spirito anarchico e per il carattere ribelle.

La sua canzone più celebre è “Siamo donne“, presentata a Sanremo nel 1991, in duetto con Sabrina Salerno.

Negli anni ’80 è stata un’icona simbolo del movimento anti-maschilista italiano. Inoltre, è stata capolista di un partito indipendente, denominato Partito Rock, il cui simbolo era un dito medio. Si è sempre schierata a favore delle battaglie civili e sociali, anche se spesso si è resa protagonista di episodi controversi.

Nel 2018 ha tenuto un concerto al carcere di San Vittore, per le donne detenute. In quest’occasione è stato proiettato il documentarioFuturo è donna“, diretto da Jo Squillo, il cui scopo è sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne.

Gli amori di Jo Squillo

Jo Squillo è sposata con Gianni Muciaccia, ex punk del gruppo Kaos Rock e promoter. La coppia non ha avuto figli.

Le misure di Jo Squillo

Jo Squllo è alta 165 cm e pesa 54 kg.

La carriera di Jo Squillo

Giovanissima ha esordito nel mondo della musica avvicinandosi al genere punk. Nel 1980 ha pubblicato il suo primo 45 giri, intitolato “Sono cattiva/Orrore“, insieme alla band femminile “Kandeggina Gang“. L’anno seguente ha pubblicato il suo primo LP da solista, intitolato “Girl senza paura“. Nello stesso periodo si diffondono i suoi primi successi, tra cui “Skizzo skizzo”, “Violentami” ed “Orrore”, che a causa dei testi molto espliciti, subiscono la censura e suscitano lo scalpore del pubblico e della critica. Negli anni ’80, Jo Squillo abbraccia altri generi musicali, tra cui aka, new wave, disco fino al pop convenzionale. Nel 1983 ha partecipato al Festivalbar con il brano “Avventurieri”. Gli anni successivi ripete la stessa esperienza con altri singoli di successo: “I Love Muchacha” (1984) e “Roulette” (1985), “O fortuna” (1987) e “Whole lotta love” (1990). Nel 1991 ha debuttato al Festival di Sanremo, con il brano “Siamo donne“, in coppia con Sabrina Salerno.

Nel 1993 Jo Squillo ha debuttato, parallelamente, anche come conduttrice tv e showgirl, nei programmi “Il grande gioco dell’oca“, “Caccia al ladro“, “Sanremo Giovani” ed il TG di Videomusic. Due anni dopo ha condotto il programma svizzero “Bit trip” e, l’anno successivo, il programma di moda “Kermesse” che poi diventerà “Tv Moda” su Rete4, che continuerà a gestire fino all’edizione del 2011.

Jo Squillo: non solo musica

Jo Squillo ha inciso anche alcune cover tra cui “Natural Woman” di Aretha Franklin e “Can’t take my eyes off you”. Nel 2005 ha partecipato come concorrente al reality show “La Fattoria 2“, da cui venne squalificata per non aver rispettato le regole della trasmissione. Negli anni più recenti ha continuato ad occuparsi di programmi tv relativi alla moda, inoltre nel 2014 è stata ospite fisso a “Domenica In” e nel 2018 ha partecipato come tutor a “Detto fatto“, condotto da Caterina Balivo.

La Squillo, a febbraio del 2019, partecipa a L’Isola dei Famosi aggiungendosi al gruppo durante la terza puntata. La conduttrice del programma, durante la prima puntata, ha infatti sottolineato la sua assenza per problemi familiari. Il vero motivo che si cela dietro tutto questo è la perdita di due colonne portanti della sua vita: i genitori. La showgirl ha infatti dichiarato di aver perso prima la mamma e poi il papà, a causa di un ictus.

La sua esperienza sull’Isola si è conclusa prima del previsto: a marzo del 2019 la showgirl ha scoperto di avere un problema molto grave ad un osso del tallone e questo l’ha portata ad abbandonare il gioco.

 

Maurizio Arcieri biografia

Maurizio Arcieri

Stella Pende biografia

Stella Pende