Maurizia Paradiso biografia
Fonte Instagram
in

Maurizia Paradiso

La vita privata di Maurizia Paradiso

Maurizia Paradiso, nata Maurizio, viene alla luce a Milano il 25 Giugno 1955.

La madre è la diciottenne Bruna Oliva, prostituta sposata a Luigi Paradiso, venditore ortofrutticolo.

All’età di sei anni viene mandata nel primo dei tanti collegi che frequenterà durante l’infanzia. La vita in collegio segnerà la sua giovinezza difficile e dolorosa, per gli abusi e le violenze fisiche e sessuali subite in queste strutture. Lo racconta lei stessa nella sua autobiografia: I travestiti vanno in paradiso (Aliberti 2007).

Diventata adolescente comincia il percorso che la porterà a cambiare sesso e a diventare donna. Inizia ad assumere importanti dosi di ormoni, si sottopone a diversi interventi chirurgici e il 31 Ottobre 1978 arriva il definitivo cambiamento di sesso e di nome. Maurizia Paradiso è infatti transessuale MtF.

Si dichiara simpatizzante della Lega.

Nel 2015 rivela di essere malata di leucemia, e nel 2017 dichiara a Gay.it di fare lo sciopero dei farmaci.

Le misure di Maurizia Paradiso

Maurizia Paradiso è nota per la chioma bionda, il seno procace e la voce profonda. Di lei non si conoscono peso e altezza.

A 23 anni si sottopone a mastoplastica additiva e poco dopo alla rimozione chirurgica del pene, a Londra (1978).

«Ho affrontato tutto da sola e con grande coraggio. La mia paura era soprattutto quella di non riuscire più ad avere una soddisfazione sessuale, ma per fortuna non è andata così».

Gli amori di Maurizia Paradiso

Maurizia Paradiso si è sposata nel 1993 con Claudio Tajana, industriale svizzero.

Successivamente si lega ad un uomo di nome Roberto, che lascia nel 2009.

Si dichiara single dalla fine di questa relazione.

La carriera di Maurizia Paradiso

Comincia come performer en travesti nei locali milanesi con il nome d’arte Laura Kelly.

Diviene nota al pubblico televisivo per le televendite erotiche su Rete A e come conduttrice di Colpo grosso (Italia 7, 1992-1993), dove succede a Umberto Smaila.

Successivamente conduce vari programmi nel circuito delle reti televisive locali, tra cui Vizi privati, pubbliche visioni (Lombardia 7, 1993-1994), TG Rosa (Odeon TV, 1997).

Come attrice partecipa al film Romance (1986) di Massimo Mazzucco accanto a Walter Chiari e Luca Barbareschi, alla sitcom Zanzibar (1988) di Marco Mattolini e nel videoclip del brano Il primo giorno del mondo (1999) dei Delta V.

Parallelamente porta avanti una lunga carriera nel cinema pornografico, tra cui I segreti di Moana (2009) per la regia di Riccardo Schicchi, omaggio alla famosa collega Moana Pozzi scomparsa nel 1994.

Sulle tv nazionali è nel cast fisso di Chiambretti Night (Italia 1, 2009) ed è ospite a vari programmi tra cui Domenica Live e Le Iene.

Contattata dalla produzione di diversi reality show, tra cui L’Isola dei famosi e La talpa, la sua partecipazione non si è mai concretizzata. Lei motiva così:

«Credo che abbiano paura che io bestemmi in diretta.»

Il periodo buio di Maurizia Paradiso

Maurizia Paradiso è un personaggio che ha sempre suscitato molto clamore per le sue dichiarazioni forti e i suoi gesti plateali. Negli ultimi anni la conduttrice vive momenti difficili dovuti alla malattia e ai problemi legali ed economici.

Clamore ha suscitato lo svenimento di Maurizia Paradiso al Chiambretti Night, in seguito alle rivelazioni sulla morte di Moana Pozzi fatte dal vedovo Antonio Di Cesco, ospite del programma.

Nel 2011 gira su Youtube un video che la ritrae al Bicocca Village di Milano mentre litiga con una commessa e poi si spoglia per protesta.

Denunciata nel 2013 per rapina impropria dall’organizzatore del Sex Festival di Milano per aver sottratto l’incasso, è poi assolta con formula piena.

Nel gennaio 2018 porta in tribunale un giovane fan, suo assistente e autista, accusandolo di averle sottratto indebitamente 40mila euro mentre era ricoverata all’Ospedale San Gerardo di Monza.

Al quotidiano Il Giorno confessa la sua situazione difficile:

 «Ho dovuto mettere in vendita le mie case a Milano, a Tremezzina e a Sondrio ma non ho ancora trovato un acquirente. Sono rimasta senza soldi ma piuttosto che prostituirmi mi uccido.»

Javier Bardem biografia

Javier Bardem

Sammy Barbot biografia

Sammy Barbot