Sting biografia
Fonte Instagram
in

Sting

La vita privata di Sting

Meglio conosciuto come Sting, Gordon Matthew Thomas Sumner nasce a Wallsend, vicino Newcastle, in Inghilterra, il 2 ottobre 1951. È il più grande di quattro fratelli ed è figlio di una parrucchiera, Audrey Cowell, e di un ingegnere e lattaio, Ernest Matthew Sumner, entrambi di origine irlandese. Frequenta la St. Cuthbert’s Grammar school, poi l’Università di Warwick senza però laurearsi. Nel 1971 decide così di iscriversi alla Northumbria Counties College of Education per diventare insegnante.

La stessa università gli conferirà nel 1992 una laurea in musica honoris causa. Nei primi anni Settanta le giornate di Sting sono divise tra l’insegnamento e la musica. Il suo primo amore è una chitarra spagnola regalatagli da un amico del padre; intorno ai 20 anni si appassiona al jazz e decide di suonare in alcuni club la sera, mentre di giorno insegna in una scuola di Cramlington. I suoi primi gruppi sono i Phoenix Jazzmen e i Last exit. Sting è tifoso del Newcastle, ma da quando ha una casa in Toscana è anche appassionato del calcio italiano, con una particolare attenzione per la Fiorentina.

I successi di Sting con i Police

È il 1976 quando conosce Stewart Copeland e Henry Padovani (poi rimpiazzato da Andy Summers). Il gruppo inizia a scalare le classifiche europee e statunitensi negli anni Settanta, dominando la scena musicale fino al 1986. I singoli Roxanne e Every breath you take, scritti in questi anni da Sting, sono annoverati dalla rivista Rolling Stone tra i 500 brani più grandi di tutti i tempi. Con i Police Sting vince ben 6 Grammy Award e due Brit Award. Dal 2003 Il gruppo fa parte della Rock and Roll Hall of Fame.

Sting, una leggenda anche da solista

Il debutto di Sting da solista risale al 1985, con la realizzazione dell’album The Dream of the Blue Turtles. Dopo qualche anno dedicato alla tutela dell’ambiente, in particolare alla foresta pluviale amazzonica, con un tour per Amnesty International, pubblica un album dedicato al padre, Soul cages.

Nel 1996 esce Mercury Falling e nel 1999 Brand New Day, vincitore di un Grammy Award. Nel 2002 vince un Golden Globe per migliore colonna sonora realizzata per il film Kate & Leopold. L’anno dopo collabora con Mary J Blige e con Anoushka Shankar per l’album Sacred Love. Dal 2006 al 2018 escono altri 6 album. In questi anni Sting realizza anche una reunion con i Police con cui gira mezza Europa, il Sudamerica, la Nuova Zelanda e l’Australia, raggiungendo ogni volta il tutto esaurito. Nel novembre 2016, un anno dopo l’attacco terroristico al Bataclan di Parigi, Sting suona proprio lì alcuni brani dell’album 57th & 9th.

Il 7 febbraio 2018 si esibisce sul palco del Festival di Sanremo insieme a Shaggy. Durante la sua carriera può vantare collaborazioni con Stevie Wonder, James Taylor e Gil Evans. Se negli anni Ottanta la sua musica è punk, contaminato dal jazz, dal reggae e dal rock, negli anni 2000 apre le porte anche al pop e all’ R&B.

Having fun in the studio with @direalshaggy. Photo by @mkcherryboom

A post shared by Sting (@theofficialsting) on

Gli amori di Sting e alcune curiosità

Sting si sposa il 1 maggio 1976 con Frances Tomelty, per poi divorziare nel 1984. Da questo primo matrimonio nascono Joseph e Fuchsia Catherine. Già prima del divorzio con la Tomelty, il cantante inglese frequenta l’attrice Trudy Styler, da cui ha Mickey, Jake, Eliot Pauline e Giacomo Luke.

I due, uniti anche dall’attivismo e dalla beneficenza, si sposano nel 1992 in un’antica cappella del Wiltshire. Pare che la coppia sia al centro di voci “hot”, viste le dichiarazioni della Styler sul fatto che suo marito pratichi il sesso tantrico, con la conseguenza che le sue performance a letto durerebbero più di 5 ore consecutive. Sting è proprietario di diverse ville in giro per il mondo, tra Londra, Malibu e NewYork. Tuttavia, pare sia molto legato alla sua casa in Toscana, dove sono nati alcuni dei suoi figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Enrico Ruggeri biografia

Enrico Ruggeri

Sharon Stone biografia

Sharon Stone