Teddy Reno biografia
in ,

Teddy Reno

La vita privata

Ferruccio Merk Ricordi, in arte Teddy Reno, è nato a Trieste l’11 Luglio 1926, dall’ingegnere Giorgio Merk e da Paola Sanguinetti Sacerdote.

La famiglia del padre aveva origini austroungariche e aristocratiche, la madre, romana, ascendenze ebraiche. Il vero cognome di Ferruccio era in realtà Merk Von Merkenstein, ma negli anni trenta il padre fu costretto a cambiarlo in Ricordi.

Nel 1943 i componenti della famiglia Ricordi, trasferitisi per motivi di lavoro a Cesena in Emilia Romagna, sfuggirono all’arresto da parte dei tedeschi nel 1944, trovando fortunoso ricovero, sotto falsa identità, a Milano Marittima. Catturati in seguito e chiusi nel carcere di Codigoro, riuscirono comunque a riconquistare la libertà.

“Mia madre, ebrea, era ammalata e miracolosamente scampò alle ricerche. Mio padre e io infine fummo tratti in arresto come sospetti. I brigatisti neri mi costrinsero a cantare quello che potevano ascoltare i giovani nella Repubblica sociale, Lili Marlene, Camerata Richard, Vento portami via con te. Ero terrorizzato, non so dove ho trovato le forze”.

Dal 1945 al 1947, Teddy Reno si esibì come cantante per le truppe angloamericane sbarcate in Europa con l’orchestra inglese di Teddy Foster. Nel 1948 passò alla Rai di Torino con l’orchestra di Pippo Barzizza e raggiunse immediatamente la notorietà internazionale.

Scelse il nome d’arte in occasione di una tournée in Europa mentre attraversava il fiume Reno, pensando di unire il nome del fiume a quello del maestro d’orchestra con cui stava lavorando.

Gli amori di Teddy Reno

Quando era ancora molto giovane, Teddy Reno sposò Vania Protti, figlia di produttori e distributori cinematografici, da cui ebbe il figlio Franco Ricordi (1958). I due si separarono nel 1960 ma non ottennero il divorzio sino al 1971, anno in cui l’istituzione giuridica entrò in vigore anche in Italia. Nel frattempo entrambi si rifecero una vita con altri compagni. Vania Protti sposò Manfredi Traxler e Teddy Reno la cantante Rita Pavone.

Dal figlio Franco ha avuto i nipoti Julian Martino Ricordi e Filippo Konradin Ricordi.

Rita Pavone e Teddy Reno: cinquant’anni insieme

Quando si misero insieme nessuno avrebbe scommesso sulla durata della loro unione. Invece, Teddy Reno e Rita Pavone vivono felicemente sposati da cinquant’anni e sono orgogliosi della loro storia d’amore.

Teddy Reno aveva fondato il Festival degli sconosciuti di Ariccia per scoprire nuovi talenti musicali. La prima edizione nel 1962 fu vinta dalla giovanissima Rita Pavone. Teddy divenne il suo manager e se ne innamorò. Raccontano di essersi dichiarati il reciproco amore in un luogo superfantastico, una grotta dell’Isola del Sale nell’Oceano Atlantico.

La relazione tra Teddy e Rita fa scalpore, la cantante ha vent’anni meno dell’uomo di cui si è innamorata, che è sposato e ha un figlio. Nonostante ciò i due, desiderosi di avere una famiglia, convolano a nozze con rito religioso a Lugano in Svizzera nel 1968. In Italia si uniranno con rito civile nel 1971. Nascono Alessandro Merk Ricordi che diventerà giornalista e animatore di Radio Svizzera Italiana e Giorgio Merk Ricordi, futuro leader di un gruppo rock svizzero.

La grande paura per la malattia di Rita

Nel 2003 Rita Pavone durante le prove di una trasmissione si sente male, non respira più e perde conoscenza. Trasportata d’urgenza al Policlinico di Monza ha subito un delicato intervento all’aorta che le ha salvato la vita.

Immensa la gioia di Pel di Carota, la minuta cantante dai capelli rossi che irruppe nel cuore degli italiani proprio con la canzone Cuore. 

Immensa anche la gioia di Teddy Reno. Ha dichiarato alla stampa che la sua vita con Rita è stata molto felice, ricca di esperienze e di successi, tanto che vorrebbe vivere sino a trecento anni per continuare ancora a stare con lei, a creare e a lavorare nel mondo dello spettacolo.

Nel 2016 Teddy Reno ha festeggiato i suoi novantuno anni a Mallorca con la moglie Rita e tutti i suoi figli.

Teddy Reno: l’esordio con canzoni melodiche

Chi non ricorda Una piccolissima serenata, una, appunto, tra le centinaia di canzoni interpretate da Teddy Reno? I motivetti delle sue canzoni melodiche hanno girato in radio per anni, caratterizzando il primo dopoguerra, gli anni della rinascita, quando la gente, dopo la tragedia, voleva dimenticare e tornare a divertirsi con la musica.

Certo, successe ieri, ai tempi di Nunzio Filogamo, Nilla Pizzi, Luciano Tajoli. Tuttavia Teddy Reno è stato anche un grande innovatore, uno dei primi grandi imprenditori della musica leggera italiana e un talent scout di gran fiuto.

Teddy Reno partecipò al Festival di Sanremo nel 1953 con ottimi risultati, al Festival di Napoli nel 1959. Lavorò in teatro con Garinei e Giovannini, recitò nel film Totò, Peppino e la …malafemmina (1956) di Camillo Mastrocinque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Renzo Arbore biografia

Renzo Arbore

Ornella Muti biografia

Ornella Muti