Uma Thurman biografia
Fonte Facebook
in

Uma Thurman

La vita privata di Uma Thurman

Uma Thurman è nata il 29 aprile 1970, sotto il segno del Toro, a Boston con il nome di Uma Karuna Thurman. La mamma, Nena Von Schlebrugge, era una psicoterapeuta ed ex modella tedesca. Il papà, Robert, un esperto mondiale di buddhismo. Ha tre fratelli: Dechen, Ganden e Mipam. L’attrice ha tre figli: Maya Ray (1998) e Levon Roan (2002) avuti dall’ex marito Ethan Hawke e Luna (2012) avuta da Arpad Busson.

@dujourmedia #Fall2017 🍂

A post shared by Uma Thurman (@ithurman) on

Le misure di Uma Thurman

Uma Thurman è alta 1.80 metri e pesa circa 57 kg. La sua regola è quella di bilanciare le buone abitudini con le cattive. Per questo motivo non si nega mai una birra o del buon cibo, ma poi si dedica all’attività fisica come il surf, nuoto o lunghe passeggiate.

Gli amori di Uma

Nel 2017, Uma Thurman risulta essere single. L’attrice è stata sposata due volte: dal 1990 al 1992 con Gary Oldman, mentre dal 1998 al 2005 con Ethan Hawke che l’ha resa mamma di Maya Ray, nata l’08 luglio 1998 e di Levon Roan, nato il 15 gennaio 2002. Ha una terza figlia, Rosalind Arusha Arkadina Altalune Florence, detta Luna, nata il 15 luglio 2012 avuta da Arpad Busson con cui ha vissuto una storia d’amore dal 2007 al 2009 e di nuovo dal 2011 al 2014. Gli altri uomini della vita di Uma sono stati: William Sieghart (amore adolescenziale), Phil Joanov (1989), John Cusack (1992), Robert De Niro (1993), Timothy Hutton (1995-1996), André Balazs (2003), David Wilke (2007) e Quentin Tarantino (2014).

La carriera di Uma Thurman

Uma Thurman abbandona gli studi per inseguirei l sogno del cinema. Inizia con lavori come modella ed indossatrice per mantenersi fino al debutto nel 1987 con il film Laura che, però, ha ottenuto scarsi risultati. Il vero successo arriva con il trittico composto dalle pellicole La grande promessa, Le relazioni pericolose e Le avventure del Baron di Munchausen. Negli anni ’90 è la protagonista di film come Robin Hood – La Leggenda, Quentin Tarantino la sceglie per Pulp Fiction, Gattaca – La porta dell’universo, Accordi e disaccordi. Nel 2002 vince il Golden Globe come migliore attrice per la sua interpretazione in Gli occhi della vita. Poi il ritorno con Quentin Tarantino in Kill Bill. Recita in commedie come Un marito di troppo o Motherhood – Il bello di essere mamme, mentre nel 2012 Gabriele Muccino la vuole nel suo Quello che so sull’amore. Nel 2015 è la volta de Il sapore del successo, mentre nel 2018 di The house that Jack built.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Emma Roberts biografia

Emma Roberts

Manuela Arcuri biografia

Manuela Arcuri