Valentino Garavani biografia
in

Valentino Garavani

La vita privata

Valentino Garavani è uno stilista nato a Voghera (Pavia) l’11 maggio 1932, sotto il segno del Toro, con il nome di Valentino Clemente Ludovico Garavani. Cresce con papà Mauro, mamma Teresa De Biaggi e la sorella Wanda. Da giovane era un ragazzo molto tranquillo.

Rosso Valentino

Durante una vacanza a Barcellona, l’attenzione di Valentino viene attirata da una signora con i capelli grigi che, durante un’opera lirica, indossa un abito di velluto rosso. In quel momento, lo stilista si rende conto di amare quel colore tanto che nasce il Rosso Valentino. Una tonalità tra i colori Carminio, Cadmio e Porpora che diventa il suo marchio di fabbrica.

Gli amori di Valentino

Negli anni ’60, Valentino Garavani si fidanza, per dodici anni, con Giancarlo Giammetti, imprenditore di sei anni più giovane di lui che lo aiuta a realizzare il suo sogno ed a diventare un volto noto.

Si innamora dell’attrice Marilù Tolo tanto da chiederle di diventare sua moglie, ma lei rifiuta e rimangono amici.

È fidanzato con Bruce Hoeksema, ex modello.

La carriera di Valentino

Dopo la scuola media, Valentino si appassiona del mondo della moda tanto che frequenta una scuola professionale di figurino a Milano. Viaggia, studia le lingue e si trasferisce a Parigi per diverso tempo dove matura esperienza. Nel 1957, insieme al padre ed altri soci, fonda la Valentino che, successsivamente, vive momenti finanziari difficili superati grazie a Giancarlo Giammetti.

Nel 1959 apre il suo primo atelier a Roma, mentre l’anno successivo è al Pitti Moda di Firenze dove conquista il successo tanto che Vogue francese gli dedica due pagine consolidando la sua fama. Negli anni ’70 viene scelto da diversi divi di Hollywood e non solo, apre boutique in giro per il mondo ed è amato da tutti. Nel 2007 decide di dare l’addio alla Valentino Fashion Group e, per l’occasione, nasce Valentino: The Last Emperor, un film-documentario sulla sua vita che lo consacra ad icona indiscussa di stile. Nel corso della sua carriera, ottiene diversi riconoscimenti come Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana (1986), Cavaliere del lavoro (1996) e la Légion d’honneur (2005 e che difficilmente viene assegnato ad una persona non francese).

Paola Iezzi biografia

Paola Iezzi

Romina Carrisi biografia

Romina Carrisi