Carlo Ancelotti biografia
Fonte Instagram
in

Carlo Ancelotti 

La vita privata

Carlo Ancelotti nasce a Reggiolo (RE) il 10 Giugno 1959. Il padre Giuseppe e la madre Cecilia sono scomparsi rispettivamente nel 2010 e nel 1993. Carlo Ancelotti ha una sorella: Angela.

La famiglia è di origini umili e nei ricordi del piccolo Carlo c’è la dura vita da mezzadro del padre, detto Peppino. Trascorre l’infanzia in campagna, frequenta l’Istituto Tecnico prima nella città di Modena poi a Parma ma consegue il diploma a Roma. Carlo Ancelotti è superstizioso, ha diversi amuleti e porta in panchina l’immagine di Padre Pio.

Ha iniziato a fumare a 25 anni durante la convalescenza per un infortunio e ha smesso nel 2007. Possiede una barca, Plutus con cui ama girare per le isole del Mediterraneo.

Con Alessandro Alciato ha scritto la sua autobiografia: Preferisco la coppa. Vita, partite e miracoli di un normale fuoriclasse (Rizzoli 2009).

Carlo Ancelotti è apparso in piccoli cammeo nei film L’allenatore nel pallone (1984) e L’allenatore nel pallone 2 (2008) con Lino Banfi, Mezzo destro mezzo sinistro – 2 calciatori senza pallone (1985) con Gigi e Andrea e in Don Camillo (1983) con Terence Hill.

È stato insignito della prestigiosa onoreficenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana (1991).

Le misure di Carlo Ancelotti

Carlo Ancelotti è alto 179 cm e pesa 74 kg.

«Mi rilasso in cucina. Non nel senso che cucino: nel senso che mangio».
Uno dei suoi piatti preferiti è il bollito.
Paolo Maldini dice di lui che una volta che inizia a mangiare può fermarlo solo l’esorcista:
«Da quando è diventato allenatore si siede a un tavolo a parte, con un menù a parte, con una capacità di digestione a parte. Mangia, beve, rimangia e ribeve.»

Gli amori di Carlo Ancelotti

Carlo Ancelotti ha tre relazioni note alle cronache rosa.

Dal matrimonio (1983-2008) con Luisa Gibellini nascono Katia (1984), ex-cantante vista ad Amici  che gestisce un centro di pilates a Milano, e Davide (1989), preparatore atletico.

Dopo il divorzio frequenta la giornalista rumena Marina Cretu, di 18 anni più giovane di lui.

Nel 2014 sposa a Vancouver la manager Mariann Barrena McClay, canadese di origini spagnole.

La carriera di Carlo Ancelotti

Carlo Ancelotti è un ex calciatore e un allenatore italiano tra i migliori al mondo.

Da calciatore esordisce nel Parma (1976) e ottiene il primo scudetto (1983) con la Roma.

Successivamente è con il Milan che conquista il palmarès più ricco: due scudetti (1988, 1992) due coppe dei Campioni (1989, 1990), due coppe Intercontinentali (1989, 1990).

Con la Nazionale vanta 26 presenze e 1 gol, terzo posto ai Mondiali del 1990 e agli Europei del 1988.

Da allenatore, Carlo Ancelotti inizia come come vice di Arrigo Sacchi (1992-1995) e sintetizza questa nuova carriera con una battuta:

«L’allenatore di calcio è il più bel mestiere del mondo. Peccato che ci siano le partite».

Dopo aver portato la Reggiana in serie A (1995) passa al Parma (1996-1998) e poi alla Juventus (1999-2000), portando entrambe le squadre al secondo posto in campionato.

Come allenatore del Milan (2001-2009) vince uno scudetto (2004), due Champions League (2003, 2007), il Mondiale per club (2007).

Adriano Galliani, dirigente sportivo del Milan, dice di lui:

«Sacchi: un martello. Capello: pragmatico. Zaccheroni: rivoluzionario. Ma non perché fosse di sinistra, semplicemente perché giocava con la difesa a tre. Ancelotti: la sintesi dei tre precedenti.»

Si apre così la carriera internazionale di Carlo Ancelotti, che gira l’Europa allenando Chelsea (2009), Paris Saint-Germain (2011), Real Madrid (2013) e Bayern Monaco (2015).

Con Trapattoni, Mourinho, Happel e Ivic, Carlo Ancelotti è l’unico allenatore ad aver vinto almeno un campionato in quattro paesi diversi.

Dal 2018 torna in Italia come allenatore del Napoli.

Massimo Lopez biografia

Massimo Lopez

Walter Zenga biografia

Walter Zenga