cary grant biografia
in

Cary Grant

  • Nome d'arte: Cary Grant
  • Data di nascita: 18 gennaio 1904 (lunedì)
  • Data di morte: 29 novembre 1986
  • Età: 82 anni
  • Segno zodiacale: Capricorno
  • Professione: Attore
  • Luogo di nascita: Bristol
  • Luogo di morte: Devenport (Iowa)
  • Altezza: 187 cm
  • Peso: 85 kg

 

La vita privata di Cary Grant

Cary Grant è stato un attore inglese, poi naturalizzato statunitense. È nato a Bristol il 18 gennaio 1904, col nome di Archibald Alexander Leach ed è morto il 29 novembre 1986 a Davenport, in Iowa.

Fin da piccolo adorava l’esibizione, tanto che abbandonò la scuola a 15 anni per unirsi ad una compagnia di saltimbanchi: falsificando la firma del padre per ottenere il permesso scritto di unirsi alla compagnia itinerante. Da qui la sua vita sarà indissolubilmente legata al palcoscenico, fino alla notte della sua morte, avvenuta durante il suo ultimo tour teatrale.

A Davenport, Grant fu colto da un malore, ma decise di sottovalutarlo per evitare attacchi mediatici. Peggiorò rapidamente fino a che la moglie Barbara non lo convinse ad andare all’ospedale, dove morì poco dopo per emorragia interna. La salma venne cremata, secondo le sue disposizioni, e le ceneri sparse in un luogo ancora misterioso.

Gli amori di Cary Grant

Cary Grant ebbe una vita sentimentale intensa, scandita da ben 5 matrimoni. Sposò, nell’ordine, l’attrice Virginia Cherril (1934-1935), la ricca ereditiera Barbara Hutton (1942-1945), l’attrice Betsy Drake (1949-1962), l’attrice Dyane Cannon (1965-1968): da questo matrimonio nacque l’unica figlia di Cary Grant, Jennifer, che decise di seguire le orme del padre divenendo attrice. Seguì una relazione con la scrittrice Maureen Donaldson (1973-1977) e l’ultimo matrimonio, con l’attrice Barbara Harris (1981-1986).

La carriera di Cary Grant

La carriera di Cary Grant iniziò al seguito della compagnia di saltimbanchi di Pender: come acrobata girò l’Inghilterra finché nel 1920, a soli 16 anni, si imbarcò per gli Stati Uniti, dove iniziò a recitare a Broadway, con piccoli ruoli in spettacoli di discreto successo, mantenendosi con dei lavori saltuari.

Tornò in Inghilterra per pochi mesi per poi fare ritorno definitivamente negli States, nel 1923. Dopo i primi anni da cantante, attore e ballerino, all’inizio degli anni ’30 venne assunto dalla Paramount come caratterista. Nel 1932 la Paramount gli impose il nome d’arte di Cary Grant, affiancandolo alle vamp dell’epoca con ruoli di seduttore. Debuttò come protagonista nel 1935, con Il diavolo è femmina, al fianco di Katharine Hepburn.

Da allora diventò il re della commedia brillante e sofisticata. Negli anni ’40 si cimentò coi thriller di Alfred Hitchcock spopolando grazie a pellicole del calibro di NotoriusIl sospetto e Intrigo internazionale. A metà degli anni ’50 fonda la sua casa di produzione, con cui lavora fino al ritiro dalle scene, nel 1966. Gli ultimi anni di vita lo videro impegnato nel tour teatrale Una conversazione con Cary Grant. La sua spontanea eleganza, la sottile ironia e il fisico scolpito l’hanno reso un’icona hollywoodiana, tanto che Ian Fleming lo usò come musa ispiratrice per creare il personaggio di James Bond.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ian Ziering beverly hills

Ian Ziering

Anna Magnani Biografia

Anna Magnani