Dargen D'amico biografia
Fonte Instagram
in

Dargen D’Amico

La vita privata di Dargen D’Amico

Dargen D’Amico, nome d’arte di Jacopo D’Amico, nasce a Milano il 29 novembre 1980. È insieme rapper, cantautore, produttore discografico e DJ. Inoltre è, insieme a Francesco Gaudesi, fondatore dell’etichetta discografica indipendente Giada Mesi.

I suoi genitori sono di origini siciliane ma il cantautorap – come lui stesso si definisce – nasce e cresce nel capoluogo lombardo.
Si appassiona al rap sin da piccolo, partecipando alle gare di freestyle. In questo periodo, Jacopo non è ancora Dargen bensì Corvo d’Argento. Con questo primo nome d’arte, preso da un librogame dal titolo Il mistero del corvo d’argento, inizia ad esibirsi nei locali della sua città.

Egli padroneggia, come pochi, la lingua deflagrata italiana. Nelle sue canzoni e nella sua musica, inoltre, riesce a mettere insieme tematiche personali e intimistiche. Da non sottovalutare è l’influenza, presente nei suoi album, di cantautori come Lucio Dalla, Franco Battiato ed Enzo Jannacci.

Le misure di Dargen D’Amico

Dargen D’Amico è alto 1.80 metri e pesa circa 77 kg. Nel 2012 inizia a perdere un po’ di peso per raggiungere quello attuale. Il rapper, infatti, circa sei anni fa pesava 86,6 kg.

Gli amori di Dargen D’Amico

Il milanese è una persona molto riservata e prende molto le distanze dal mondo del gossip e dai riflettori. Nonostante questo, in un’intervista di giugno del 2012, ha smentito il flirt attribuitogli con il cantautore Andrea Nardinocchi.
D’Amico, in quell’occasione, ha affermato di essere fidanzato con un ragazzo che non canta quasi mai.

La carriera di Dargen D’Amico – Dalle Sacre Scuole al percorso da solista

D’Amico canta da solista da un po’ di tempo ma la sua carriera artistica inizia nel 1999 quando, insieme a Jake La Furia e Gué Pequeno, fonda il gruppo Sacre Scuole. L’album che consolida questo trio e lo presenta al pubblico è 3 MC’s al cubo.
Il gruppo si scioglie nel 2001, così La Furia e Pequeno diventano i Club Dogo e D’Amico intraprende la carriera da solista.
Nel 2003 il nuovo duo pubblica l’album Mi first nel quale è presente il brano Tana 2000, inciso proprio con il loro ex collega.

La carriera da solista di Dargen D’Amico si inaugura con l’album Musica senza musicisti, pubblicato nel 2006, auto prodotto.
Nel 2007 collabora all’album Figli del caos dei Two Fingerz.
L’anno seguente, nel 2008, esce Di vizi di forma di virtù, il doppio CD da solista. In questo album il cantante e scrittore dei testi parla di lavoro, società, difficoltà economiche e della sua infanzia.
Il 2 giugno del 2010 esce l’EP intitolato D’ prima parte, seguito da D’ seconda parte uscito ad ottobre dello stesso anno. Gli argomenti affrontati sono diversi dai lavori precedenti in quanto il focus è sull’amore. Si tratta di un album molto particolare perché il rapprer presenta per la prima volta ai suoi fan il vocoder. A chiudere il cerchio dei brani inseriti nell’EP è l’album CD’, pubblicato nel 2011, che contiene altri quattro brani inediti.

Il Balerasteppin: un nuovo genere musicale

Lo stesso anno, insieme al DJ milanese Nic Sarno, Dargen fa uscire sul web l’album Balerasteppin, che ha come obiettivo quello di riproporre il titolo del CD come un nuovo genere musicale. Egli tenta, dunque, di unire il cantautorato con la musica elettronica. Da quest’album viene estratto il singolo Solo un demo, reso disponibile su iTunes.
Nel 2012 arriva il quarto album, Nostalgia istantanea. Si tratta di un lavoro insolito in quanto presenta solo due tracce, la title track – accompagnata poi da un video sul canale Youtube – e Variazioni sul tema nostalgia istantanea, lunghe rispettivamente 18 e 20 minuti.

Il 30 aprile 2013 pubblica il quinto album, Vivere aiuta a non morire, preannunciato nei mesi precedenti con le uscite di tre singoli, quali Continua a correre (feat Andrea Nardinocchi) , Siamo tutti uguali e L’amore a modo mio (feat J-Ax).
Dargen D’Amico propone quest’album in tre edizioni differenti, ovvero: standard, digitale su iTunes Store e limitata.
Nello stesso anno veste i panni da giurato ad Area Sanremo e nel 2014 partecipa al documentario Numero zero – Alle origini del rap italiano.

L’album con l’Universal Music Group e il primo libro

Nel 2015 il cantautorap pubblica il suo primo album con la Universal Music Group dal titolo D’io. Così come altri suoi album, anche questo è stato anticipato dall’uscita di nuovi singoli, quali Amo Milano e La mia generazione.
Il suo percorso con la nuova casa discografica non si ferma al primo album; nel 2017, infatti, pubblica Variazioni, realizzato in collaborazione con la pianista Isabella Turso. Ad anticiparne l’uscita i singoli Le squadre e L’altra. Stando alle affermazioni dell’artista, questo album chiude il cerchio con il suo passato musicale.

Insieme all’album musicale, Dargen D’Amico pubblica il suo primo libro che ha il medesimo titolo dell’album.

Le collaborazioni con altri artisti

Dargen D’Amico vanta numerosissime collaborazioni con tantissimi altri cantanti noti e meno noti. La prima collaborazione, con Chief e Il Guercio, è datata 1997 ed era conosciuto con lo pseudonimo Corvo d’Argento.
Quando si attribuisce il nome d’arte attuale, collabora nuovamente con Chief per il brano Nient’altro che…, datato 1998. Le collaborazioni vanno avanti fino al 1999, dopodiché vi è una pausa di ben cinque anni per poi ritornare, nel 2003, a collaborare con i Club Dogo.
Negli anni seguenti l’ex delle Sacre Scuole collabora con altri nomi quali Fabri Fibra (remix di Tranne te), Don Joe, Cookers, Bugo, Emiliano Pepe, LuckyBeard, Marracash, Andrea Nardinocchi, Max Pezzali, Fedez,ecc…

Curiosità sul rapper: gli occhiali da sole e i viaggi in giro per il Mondo

Quando si parla di Dargen D’Amico non si può non pensare ad un accessorio indispensabile per il rapper. Egli, infatti, indossa sempre un paio di occhiali da sole, tant’è vero che non esistono foto che lo ritraggono ad occhi scoperti.
Sul suo sito ufficiale, dove è possibile acquistare cd, vinili, poster e abbigliamento, sono presenti diversi modelli di occhiali da sole firmati proprio dal cantautorap.

Il profilo Instagram del produttore discografico è pieno di fotografie riguardanti diversi posti del Mondo. È proprio viaggiando, scoprendo nuovi posti e nuove culture, che Dargen trova ispirazione per la stesura dei suoi testi e delle sue musiche.

Written by Antonella Elefante

Laureata in Scienze della Comunicazione ed iscritta al corso di Laurea Magistrale in Comunicazione e media.

Mario Balotelli biografia

Mario Balotelli

Daniele Silvestri biografia

Daniele Silvestri