Diego Armando Maradona biografia
Fonte Instagram
in

Diego Armando Maradona

La vita privata di Maradona

Diego Armando Maradona nasce il 30 ottobre 1960 a Lanùs, in Argentina. Cresce nella periferia povera di Buenos Aires. Fin da bambino, il calcio è il centro della sua vita, trascorre le giornate a giocare a pallone per le strade ed in campetti abbandonati e degradati del suo quartiere. Già allora diviene un idolo per i compagni che gli affibbiano il soprannome di “pibe de oro“, cioè “ragazzi d’oro”. A 16 anni punta alla nazionale argentina, ma Menotti, allenatore d’allora, non lo convoca per i mondiali del 1978, ritenendolo comunque troppo giovane. Tuttavia, Maradona si rifà ai campionati giovanili per nazione, con la squadra Boca Juniors, in attesa dei mondiali in Spagna nel 1982. Dopo una breve parentesi di due anni con il Barcellona, dove giocherà pochissimo a causa di un grave infortunio, verrà ingaggiato definitivamente dal Napoli, che lo porterà alla consacrazione e al successo mondiale.

Maradona fu accusato di evasione fiscale negli ultimi suoi due anni di permanenza a Napoli e nel 2005 la Corte di Cassazione lo condannò al pagamento di circa 31 milioni di euro.

Gli amori

Dal 1989 al 2004, Maradona è stato sposato con Claudia Villafañe, compagna storica. Dalla loro unione nascono due figlie Dalma Nerea  e Gianina Dinorah. Nella sua autobiografia, il campione confessa di essere stato un marito infedele, tuttavia definisce l’ex moglie comunque come il più grande amore della sua vita. Inoltre, Maradona ha altri figli nati da relazioni extraconiugali: Jana nata nella relazione con Valeria Sabalaín; Diego Fernando figlio di Veronica Ojeda; ed infine Diego Armando Maradona Junior, nato dalla relazione con Cristiana Sinagra. Quest’ultima fece causa all’ex calciatore argentino, al fine di ottenere il riconoscimento del figlio, ma Maradona si rifiutò di fare il test del DNA. Il giudice stabilì il dovuto versamento di 4000 dollari al mese a favore della donna.

Le misure

Il campione è alto 165 cm e pesa 97 kg.

La carriera sportiva

Nella sua lunga carriera calcistica, Maradona ha giocato in numerose squadre: Argentinos Juniors, Boca Juniors, Barcellona, Napoli, Siviglia e Newell’s Old Boys. Tuttavia fu nel Napoli che si distinse nel ruolo di centrocampista ed attaccante. Ancora oggi, per i napoletani, Maradona rappresenta un idolo ed un simbolo che ha unito tante generazioni appassionate di calcio.

Assunse il ruolo di capitano della Nazionale argentina, conducendo la squadra alla vittoria nel Mondiale del 1986. I suoi 91 match e 34 reti con la Nazionale argentina costituirono un record, tant’è che la Federazione calcistica dell’Argentina (AFA) gli ha assegnato il titolo di Miglior Calciatore Argentino di sempre, nel 1993.

Ad inizio anni ’90, cominciarono le prime controversie ed i primi scandali che “macchiarono” per un po’ la reputazione del campione. Maradona, infatti, risultò ben due volte positivo al test antidoping: prima nel 1991 per uso di cocaina e poi nel 1994 per uso di efredina.

Nel 1997 si ritira dal mondo del calcio e da allora aumenta notevolmente di peso.

A causa della sua dipendenza da sostanze stupefacenti si è sottoposto varie volte a trattamenti e ricoveri per disintossicarsi.

Alla fine del 2000 è stato eletto da un sondaggio popolare indetto dalla FIFA, come miglior calciatore di tutti i tempi. Lo stesso anno ha presentato la propria autobiografia, intitolata Yo soy el Diego.

Maradona è stato inserito nella lista dei 125 migliori calciatori viventi, resa nota il 4 marzo 2004, in occasione del centenario della FIFA.

Viene ingaggiato come allenatore della Nazionale argentina in occasione della preparazione ai Mondiali 2010.

Maradona ha partecipato come ospite a diverse trasmissioni televisive, tra cui Ballando con le stelle e recentemente è apparso anche ad Amici.

Mario Merola biografia

Mario Merola

Mariangela Melato biografia

Mariangela Melato