Ennio Morricone biografia
Fonte Facebook
in

Ennio Morricone

La vita privata di Ennio Morricone

Il compositore italiano Ennio Morricone nasce a Roma il 10 Novembre 1928, figlio di Mario, suonatore di tromba, e Libera Ridolfi, casalinga. Ha una sorella, Adriana.

Vive l’infanzia negli anni durissimi della guerra, di cui ricorda le privazioni e le paure. Il fratellino Aldo muore per enterocolite acuta a soli tre anni e questa tragedia segna profondamente la vita della famiglia. Il piccolo Ennio trova rifugio nella sua precoce passione, la musica.

Ottiene il diploma in tromba (1946) e in Composizione (1954) all’Accademia di Santa Cecilia. Appassionato di opera, su tutte ama la Tosca di Puccini.

Nonostante la fama mondiale conserva il suo accento trasteverino. Uomo devoto al lavoro e alla famiglia, fa una vita metodica e salutare. Va a letto la sera non più tardi delle 10 e si alza alle 4 del mattino. Pratica quotidianamente la ginnastica e ama camminare.

Le misure di Ennio Morricone

Ennio Morricone è alto circa 176 cm e pesa circa 74 kg. 

Gli amori di Ennio Morricone

Ennio Morricone sposa nel 1956 l’amatissima Maria Travia. A lei dedica ogni Oscar vinto:

È un atto di giustizia. Mentre io componevo lei si sacrificava per la famiglia e i nostri figli. Per cinquant’anni ci siamo visti pochissimo: o ero con l’orchestra o stavo chiuso nel mio studio a comporre. Nessuno poteva entrare in quella stanza tranne lei: il suo unico privilegio.

Non solo, la moglie è anche la prima ascoltatrice delle sue composizioni:

È lei che giudica prima di tutti. Nel passato capitava che spesso i registi mi fregavano: di tutti i brani che proponevo sceglievano i più brutti. Ora non accade più. C’è mia moglie. Non ha una conoscenza tecnica della musica. Ma giudica come farebbe il pubblico. È severissima.

La coppia ha quattro figli: Marco (1957), Alessandra (1961), Andrea (1964) e Giovanni (1966).

La carriera di Ennio Morricone

Nella sua lunghissima carriera Ennio Morricone ha composto alcune delle colonne sonore più belle del cinema italiano e internazionale. Ha venduto oltre settanta milioni di dischi e composto circa 500 soundtrack.

Comincia a lavorare in radio e alla RCA come arrangiatore, contribuendo al sound della canzone italiana degli anni Sessanta rappresentata da brani come Sapore di Sale e Se telefonando.

Debutta come autore di colonne sonore con Luciano Salce e si afferma con il filone spaghetti western lavorando con i registi Duccio Tessari, Sergio Corbucci e soprattutto Sergio Leone, dei cui film cura tutte le colonne sonore.

Indimenticabili anche le note composte per i soundtrack di Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini (1966), La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo (1966), Novecento di Bernardo Bertolucci (1976), Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Elio Petri (1970).

Dagli anni Settanta diviene compositore ambìto anche dal cinema hollywoodiano: I giorni del cielo di Malick (1978), Mission di Joffe (1986), Gli Intoccabili di De Palma (1987), Bugsy di Levinson (1991), Malèna di Tornatore (2000), The Hateful Eight di Tarantino (2015) per cui vince l’Oscar.

Nel 1988 è autore della colonna sonora del film Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, Premio Oscar al Miglior Film Straniero.

Di gran lunga il più noto compositore italiano all’estero, Ennio Morricone vanta una carriera prestigiosa, prolifica e longeva: ha composto le musiche di oltre 500 tra film e serie tv.

Amato tanto negli USA quanto in Europa, ha fatto incetta di premi: tre Grammy Awards, tre Golden Globe, sei Bafta, dieci David di Donatello, undici Nastri d’argento, due European film awards, un Polar music prize.

Gli vengono conferiti il Leone d’oro alla carriera a Venezia (1995) e Premio Oscar alla carriera (2007).

Nel 2016 gli viene assegnata la prestigiosa stella nella Hollywood Walk of Fame.

Nel 2017 parte un tour celebrativo per i suoi sessanta anni di carriera che tocca tra l’altro Firenze, Torino, Roma, Milano.

Gli Oscar di Ennio Morricone

Nel 2007, l’Academy gli conferisce il Premio Oscar alla Carrieraper i suoi magnifici e multiformi contributi nell’arte della musica per film”.

A premiarlo, tra la standing ovation del pubblico in sala, è il grande attore Clint Eastwood, interprete d’eccellenza di tanti film di Sergio Leone musicati dallo stesso Morricone.

Credo che questo premio sia per me, non un punto di arrivo ma un punto di partenza per migliorarmi al servizio del cinema e al servizio anche della mia personale estetica sulla musica applicata. Dedico questo Oscar a mia moglie Maria che mi ama moltissimo… questo premio è anche per lei.

Dopo quello alla carriera, nel 2015 Ennio Morricone, alla sua sesta nomination, vince il suo primo Oscar per la migliore colonna sonora originale per The Hateful Eight di Quentin Tarantino.

One Comment

Leave a Reply
  1. Un GENIO. Superfluo qualunque altro appellativo. Ammirevole la vita in famiglia con una moglie affezionata a cui è rimasto legatissimo. Un esempio luminoso, soprattutto di questi tempi. Musiche originali e straordinariamente melodiose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Miguel Bosè biografia

Miguel Bosè

Bobby Solo biografia

Bobby Solo