Gad Lerner biografia
Fonte Instagram
in

Gad Lerner

La vita privata di Gad Lerner

Gad Eitan Lerner nasce il 7 Dicembre 1954 a Beirut, Libano.

La famiglia fa parte della borghesia ebraica: sua madre Revital Taragan ha origini turco-lituane, suo padre Moshé è nato nell’allora kibbutz di Haifa. Entrambe le famiglie dei genitori erano già in Palestina prima della fondazione dello Stato di Israele. Gad, in ebraico, significa “fortuna”, “buona sorte”;  è anche il nome del capostipite di una delle dodici tribù d’Israele.

Gad Lerner si trasferisce in Italia a soli tre anni, è apolide e, nonostante la legge gli riconosca il diritto alla cittadinanza già nel 1967, dovà attendere altri venti anni e il primo matrimonio per ottenerla ufficialmente.

Frequenta il ginnasio al Parini e il liceo al Berchet, entrambi prestigiosi istituti scolastici di Milano.

Si descrive come un ragazzino timido e rachitico, imbranato con le ragazze, che a calcio gioca in porta e coltiva la passione della lettura incoraggiato dai genitori.

Appassionato di vini, possiede una cascina con vigneto a Odalengo Grande nel Monferrato dove produce vino da Nebbiolo e Barbera.

Gad Lerner è appassionato di calcio e si dichiara tifoso dell’Inter.

Gli amori di Gad Lerner

Il primo matrimonio di Gad Lerner risale al 1986 e da questa unione nascono due figli.

Il secondo matrimonio è nel 2005 con Umberta Barletti, appartenente a una ricca famiglia genovese. Con lei ha formato una famiglia allargata di cui fanno parte anche i cinque figli Giuseppe, Davide, Giacomo, Rebecca e Marta.

Le misure di Gad Lerner

Gad Lerner è alto circa 178 cm.

La carriera di Gad Lerner

Gad Lerner comincia a lavorare come giornalista nel quotidiano Lotta Continua, testata dell’omonimo movimento di sinistra extra-parlamentare, di cui diventa vice-direttore (1976-1979).

Seguono collaborazioni con il quotidiano genovese Il lavoro e poi con Il Manifesto, Radio Popolare, L’Espresso.

Negli anni Novanta arriva la popolarità televisiva con i programmi RAI Profondo nord, Milano Italia e Pinocchio.

L’esperienza con la TV di Stato si conclude con la direzione del TG1.

Approda a LA7 nel 2001 come primo direttore del TG. Diventa poi conduttore dei programmi di approfondimento L’Infedele (1993-2013) e Otto e Mezzo con Giuliano Ferrara (2005).

Proprio il celebre collega dirà di lui:

Lo trovo opportunista, vile, corrivo, obliquo, venato di una certa infamia da primo della classe e delatore del vicino di banco, ma anche intelligente, colto, curioso, vitale e simpaticissimo come capobranco dei suoi figli, compagnone, militante, marito, animale da chiacchiera e convivio.

Dopo oltre dieci anni abbandona LA7 dichiarando:

Sono stati 12 anni bellissimi, ma me ne vado. Non mi ci ritrovo più.

Nel 2014 è conduttore di Fischia il vento su LaEffe tv e l’anno successivo pone fine al decennale rapporto professionale con il quotidiano La Repubblica.

Nello stesso periodo rientra in RAI con i programmi Islam, Italia (2016) e Operai (2017).

Gad Lerner ha pubblicato 14 libri tra cui l’autobiografia Scintille. Una storia di anime vagabonde (2009). Il libro suscita la riprovazione del padre Moshé, il quale denuncia Gad per diffamazione, ritenendo molti passaggi del libro lesivi della sua reputazione.

L’attività politica di Gad Lerner 

Dopo la militanza giovanile in Lotta Continua, Gad Lerner ha dichiarato di votare il partito della Margherita e successivamente si è iscritto al PD, di cui è stato coordinatore locale in Piemonte.

Si è dimesso nel 2017 in contrasto con le politiche migratorie del partito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Enrico Mentana bbiografia

Enrico Mentana

Francesca Valtorta biografia

Francesca Valtorta