La Pina biografia
Fonte Instagram
in

La Pina

La vita privata de La Pina

La Pina, nome d’arte di Orsola Branzi, è nata a Firenze il 20 giugno 1970. Dopo essersi fatta conoscere come componente del gruppo Le Pine, da cui in seguito ha tratto il suo nome, è diventata famosa come conduttrice radiofonica per Radio Deejay e dal 2001 conduce la rubrica Pinocchio insieme a Diego Passoni.

Suo padre è Andrea Branzi, un architetto definito uno dei maggiori esponenti del designer postmoderno, mentre sua madre è Nicoletta Morozzi, direttrice della NABA, la Nuova Accademia di Belle Arti. Si sono trasferiti a Milano quando Orsola aveva 3 anni e questa è la città dove lei vive ancora insieme al marito, Emiliano Pepe. Spesso, però, la coppia viaggia verso il Giappone, un paese che amano profondamente.

Le misure de La Pina

Non si conoscono la sua altezza e il suo peso.

Pechino Express 3: gli Sposini

A un anno dal matrimonio, La Pina e il marito Emiliano hanno partecipato alla terza edizione di Pechino Express cogliendo l’occasione per fare il loro viaggio di nozze. La coppia ha gareggiato col nome degli “Sposini”. Purtroppo, però, a un passo dalla semifinale i due sono stati eliminati.

Nella puntata del 20 ottobre, le cinque coppie in gara hanno dovuto affrontare un viaggio a Yogyakarta e gli Sposini sono arrivati ultimi.

Tatuaggi e significati

La Pina ha una grandissima passione per i tatuaggi, per questo ha decorato il suo corpo con decine di tatuaggi. Ormai sono parte integrante di lei e rappresentano il suo stile unico e originale.
Il primo tatuaggio pare che l’abbia fatto a 20 anni e che si tratti di un delfino tatuato su un gluteo.

Due dei suoi tatuaggi più significativi sono sicuramente quelli dedicati alla sua passione per la radio. Il primo è il logo di Radio Deejay tatuato sul polpaccio destro, l’altro è la scritta “On Air” che si è fatta tatuare in mezzo al petto durante una diretta del programma condotto da lei, Pinocchio; la scritta è posizionata tra due rondini, simbolo di fortuna e rinascita.
Sempre sul polpaccio destro ha anche un tatuaggio dedicato al suo bulldog, poco dopo la sua morte. Ha tatuati il suo nome, “Cora“, e sopra di essa il volto del cane. Inoltre “Cora” è anche il nome che ha dato al suo terzo album, uscito nel 2000.

made of @radiodeejay

A post shared by lapinadeejay (@lapinadeejay) on

Sulle dita della mano destra ha tatuate le lettere della parola “Love” e la “O” è fatta a forma di cuore e posta proprio sull’anulare. Sempre sulla mano destra ha anche il volto di Bambi con una farfalla sul naso.
Infine, su entrambe le mani troviamo anche la scritta “Destra” e “Sinistra“, posizionate sopra i pollici della mano destra e sinistra.

Le sue braccia appaiono coloratissime per via dei numerosi tatuaggi. Ci sono un dragone cinese con molti fiori colorati, un veliero con la scritta “Homeward bound” (“Diretto verso casa”), una carpa a rappresentare la sua passione per il Giappone e infine una tigre con due farfalle e la scritta “No more pain”.

Sulla schiena ha la scritta “Solo Dios Basta”, fatta con il collega Diego Passoni.
Tra gli ultimi tatuaggi uno è dedicato alla città di Riccione: il disegno di uno spiedino di sardoncini e la parola “Riccione”.
L’ultimo tatuaggio fatto pare siano i nomi dei suoi nipotini.

Gli amori de La Pina

Il 19 ottobre 2013 si è sposata con Emiliano Pepe, musicista e produttore napoletano molto apprezzato nell’ambiente musicale milanese. Emiliano è anche un cantante, infatti ha duettato con artisti come i Club Dogo.
La coppia si è conosciuta in radio e un anno dopo il matrimonio hanno partecipato alla terza edizione di Pechino Express venendo eliminati nel corso dell’ottava puntata, non accedendo così alla semifinale.

La carriera de La Pina

La carriera di Orsola è iniziata quando ha fondato il gruppo de Le Pine, debuttando come rapper. Una volta rimasta l’unica componente del gruppo, decise di trarre il suo nome d’arte facendosi chiamare “La Pina”.
Dopo alcune collaborazioni col gruppo rap degli Otierre, ha pubblicato tre album: il primo nel 1995 dal titolo (Il cd del-)la Pina, il secondo nel 1998, Piovono angeli, e infine nel 2000 ha pubblicato Cora.

Dal 1999 inizia a lavorare per Radio Deejay e dal 2001 ha iniziato a condurre il programma Pinocchio, insieme a Diego Passoni.
La Pina ha anche una carriera come conduttrice televisiva, lavorando per Rai 2, GAY.tv e Deejay TV con il programma Nientology.

Nell’ottobre 2015 ha vinto, insieme alla squadra di Pinocchio, il premio Cuffie d’oro per la categoria Best Show, e l’anno successivo ha vinto un Diversity Media Award, premio dedicato al sostegno alla causa LGBT nei media.

Nel 2017 ha pubblicato per Vallardi Editore il libro I love Tokyo, scritto con l’aiuto dell’autore Federico Giunta, a causa della dislessia di cui La Pina è affetta. Questo libro ha una versione digitale con la colonna sonora originale di Emiliano Pepe e viene pubblicato anche in Giappone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Debora Salvalaggio biografia

Debora Salvalaggio

Madalina Ghenea biografia

Madalina Ghenea