Luciano Ligabue biografia
in

Luciano Ligabue

La vita privata di Luciano Ligabue

Luciano Ligabue (ma è più frequente riferirsi a lui come Ligabue o Liga) nasce a Correggio, provincia di Reggio Emilia, il 13 marzo 1960. Consegue il diploma di ragioneria e, prima di dedicarsi completamente alla musica, lavora nei campi più disparati.

Ha un figlio, Lenny, dal matrimonio con la prima moglie Donatella Messori e una figlia, Linda, nata dal suo secondo grande amore Barbara Pozzo, sua ex fisioterapista, con la quale è convolato a nozze nel 2013.

A Donatella Ligabue ha dedicato, dopo la fine della loro storia, una canzone bellissima: “L’amore conta”. Pensato per Barbara Pozzo è invece il fortunato pezzo “Tu sei lei”. E quale donna non vorrebbe sentirselo dire con tanta sicurezza?

Le misure di Luciano Ligabue

Il cantante si mantiene in forma smagliante. E’ alto 170 centimetri e pesa 72 chilogrammi.

"Grazie Cagliari, è stato un Signor Venerdì! A domani…" #MadeInItalyTour

A post shared by Luciano Ligabue (@ligabue_official) on

L’intervento alle corde vocali

Nell’aprile del 2017 il cantante ha dovuto interrompere il suo tour per un’operazione alle corde vocali resa necessaria dalla presenza di un polipo. Nonostante la tensione e lo stop forzato di circa sei mesi, Ligabue è riuscito a rimettersi in sella con la grinta di sempre e un’emozione particolare legata all’utilizzo del suo nuovo strumento vocale.

Tatuaggi e significati

Ligabue non ha tatuaggi, ma sono moltissimi i fan che scelgono di imprimere sulla loro pelle frasi delle sue canzoni. I suoi pezzi, infatti, hanno una cifra subito riconoscibile nell’unione di rock e cantautorato, grinta e delicatezza, profondità e leggerezza, che li rende capaci di arrivare dritti al cuore delle cose.

La carriera di Luciano Ligabue

Ligabue ha una prima esperienza a stretto contatto con la musica nelle radio locali della provincia emiliana affiancato dal collega Claudio Maioli, che sarà il suo primo manager.

Negli anni ’80 fonda con alcuni amici la sua prima band, Orazero. Il grande debutto è, però, nel 1990 con una nuova band, ClanDestino, e un album anticipato da un singolo di straordinario successo, “Balliamo sul mondo” con cui partecipa al Festivalbar aggiudicandosi il premio Disco Verde come miglior emergente dell’anno.

Ne segue un tour di 250 concerti in giro per l’Italia e, tra il 1991 e il 1994, altri tre album di successo. Nel 1995 arriva la svolta nella sua carriera, il disco che gli darà popolarità tra il grande pubblico, superando il milione di copie: “Buon Compleanno Elvis”.

Molto apprezzate dal pubblico e dalla critica sono anche le opere di debutto nel mondo della letteratura (i racconti “Fuori e dentro il borgo”) e del cinema (“Radiofreccia”).

GRAZIE per lo spettacolo che siete stati! Ci vediamo domani. #LigaRockPark

A post shared by Luciano Ligabue (@ligabue_official) on

Negli anni Ligabue si dimostra un artista completo, continuando a esprimersi con tutti e tre i mezzi e collezionando importanti riconoscimenti.

Nel 2005, dopo un’assenza dal palco di circa due anni, al Campovolo di Reggio Emilia Liga fa un bagno di folla con un evento che entrerà negli annali. Ormai consacrato nell’Olimpo dei grandi performer italiani, i suoi concerti registrano continui sold out in stadi, palasport e teatri.

Non mancano collaborazioni con grandi artisti, fra i quali Francesco Guccini, Francesco De Gregori, Gianluca Grignani, Elisa.

Nel 2010 esce “Arrivederci mostro”. Nel 2012 Liga è coinvolto, con molti altri artisti, nel concerto “Italia loves Emilia”, iniziativa di solidarietà per le zone colpite dal sisma di quell’anno.  Del 2013 è il suo decimo album di inediti “Mondovisione”, che nel 2015 l’artista porta in giro per il mondo. Lo stesso anno si tiene il terzo concerto a Campovolo in occasione dei 25 anni di carriera.

Nel 2016 esce “MADE IN ITALY”, il ventesimo disco del rocker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Alessandro Tersigni biografia

Alessandro Tersigni

Daniele Liotti biografia

Daniele Liotti