Marco Columbro biografia
Fonte Instagram
in

Marco Columbro

La vita privata di Marco Columbro

Marco Columbro nasce a Viareggio (LU) il 28 giugno 1950.

Studia psicologia e pedagogia all’Università di Firenze ma rinuncia alla laurea per dedicarsi totalmente alla carriera di attore.

Affetto da celiachia, da molti anni segue una alimentazione vegetariana e si interessa di omeopatia e biodinamica. Pratica con convinzione il buddismo, che ha scelto come filosofia di vita ancora prima che come religione.

È autore del libro Autoguarigione tantrica (Tecniche Nuove 2006) e testimonial del Centro italiano aiuti all’infanzia per il sostegno a distanza.

Le misure di Marco Columbro

Marco Columbro è alto 177 cm e pesa 75 kg circa.

Gli amori di Marco Columbro

La prima importante relazione nota di Marco Columbro è con Elena Parrucchini, da cui ha avuto il figlio Luca (1993).

Dal 1998 al 2011 Marco Columbro si lega sentimentalmente a Stefania Santini con la quale, anche dopo la fine della relazione, intrattiene un rapporto di profondo affetto e rispetto, come il conduttore ha confidato a Vanity Fair.

Dal 2014 vive una felice relazione con la compagna Marzia Risaliti, con cui condivide molti interessi, la gestione di un resort in Toscana e di una azienda di cibo biologico.

La carriera di Marco Columbro

Formatosi a Milano nella Compagnia del Teatro dell’Elfo, Marco Columbro debutta in tv con Fresco fresco (1977) per poi passare in Fininvest nel 1981 con Buongiorno Italia, Drive In, Help.

Il primo grande successo è Tra moglie e marito (1987-1991), cui segue il sodalizio professionale con Lorella Cuccarini che segna la tv commerciale degli anni Novanta: insieme presentano PaperissimaBuona Domenica, Trenta ore per la vita, Stelle a Quattro Zampe. Con orgoglio Columbro ricorda che Sandra Mondaini e Raimondo Vianello li hanno designati come loro eredi. Ottiene buon successo anche come attore nella sit-com Ugo (1993).

Il decennio si chiude con Il grande Bluff e Scherzi a Parte con Simona Ventura e, dopo la malattia che lo colpisce nel 2001, il pubblico lo premia come attore di fiction. Interpreta infatti Papà prende moglie (2002), Caro maestro (2006), Baciati dall’amore (2011). 

Negli anni Duemila si dedica anche al teatro con Tootsie (2006)  per la regia di Maurizio Nichetti, Romantic Comedy (2009) con Mariangela D’Abbraccio per la regia di Alessandro Benvenuti. Seguono Daddy Blues (2011), per la regia di Vincenzo Salemme, e Il Vizietto – La Cage aux folles (2012-13), con Enzo Iacchetti, per la regia di Massimo Romeo Piparo, Alla stessa ora il prossimo anno (2015) accanto a Gaia De Laurentiis.

Nel 2014 partecipa al talent show di RAIUNO Si può fare! condotto da Carlo Conti.

La malattia di Marco Columbro

Il 7 dicembre 2001 Marco Columbro viene colpito da aneurisma celebrale mentre è in visita al monastero tibetano Samten Ling di Graglia (BI). Entra in coma e vi resta per un mese. Di questa vicenda e di quello che ha significato per la sua carriera Marco Columbro dichiara:

Pur essendomi perfettamente ripreso, da quel momento sul mio lavoro calò il buio totale. La malattia non aveva lasciato alcuno strascico, ma l’anno di assenza dalla ribalta televisiva fu sufficiente a farmi ritenere televisivamente defunto. Io ero a casa, aspettavo la chiamata da qualcuno, ma non è mai arrivata. Forse hanno pensato che mi fossi rincoglionito dopo la malattia, che ero da rottamare. Il nostro mondo non vive di grandi riconoscenze.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Giuliana De Sio biografia

Giuliana De Sio

Enrico Mentana bbiografia

Enrico Mentana