Michele Bravi biografia
in

Michele Bravi

La vita privata di Michele Bravi

Michele Bravi nasce a Città di Castello, provincia di Perugia, il 19 dicembre 1994. Coltiva fin da bambino la passione per la musica cantando nel coro della sua città, studiando chitarra e pianoforte.

Raggiunge la notorietà vincendo X Factor a soli 18 anni. Lasciato il piccolo schermo, decide di dedicarsi a un mezzo di comunicazione a lui più consono: mentre continua a lavorare alla sua carriera di cantante, racconta la sua vita quotidiana con grande spontaneità e simpatia sul suo canale Youtube.

Le misure di Michele Bravi

Michele Bravi è alto 190 cm e pesa 76 kg.

La rinascita del post- X Factor

Michele ha raccontato in alcuni video sul suo canale Youtube e in un’intervista a Vanity Fair la crisi che ha affrontato nel periodo successivo alla vittoria sul palco del famoso talent show. Ha parlato di ciò che molti immaginano vedendo ogni anno comparire personaggi-meteore nel mondo dello spettacolo che spariscono con la stessa rapidità con cui hanno raggiunto il successo; ciò che molti immaginano, ma che nessuno dice:

“Avevo diciotto anni quando ho vinto il talent, arrivavo da un posto piccolo, Città di Castello, ero completamente impreparato al dopo.”

“Tiziano Ferro ti scrive una canzone, Giorgia vuole duettare con te, io ero lusingato. Ma la verità è che dovevo trovare ancora una mia identità artistica, e nessuno mi ha aiutato. E se il tuo capo ti dice ‘Sei finito, sei morto’ e tu hai vent’anni, è come per un bambino sentirsi dire dalla mamma che il suo disegno fa schifo. Ci credi.”

Michele afferma di aver ridimensionato il senso di sconfitta ed essere riuscito a guardare oltre grazie all’analisi e a una nuova valvola di sfogo, il suo canale Youtube. Grazie anche al sostegno dei suoi fan si è riavvicinato con una nuova consapevolezza alla musica.

Tatuaggi e significati

Michele Bravi non ha tatuaggi.

La carriera di Michele Bravi

Nel 2013 vince la settima edizione di X Factor nella categoria Under Uomini capitanata da Morgan; già prima della fine del programma aveva ottenuto grande successo il suo inedito La vita e la felicità, scritto per lui da Tiziano Ferro e Zibba.

Nel 2014 è Michele a cantare il brano principale della colonna sonora del film Sotto una buona stella di Carlo Verdone. Lo stesso anno esce il suo primo album A passi piccoli.

All’inizio del 2015 apre il suo canale Youtube ed esce il suo secondo album I Hate Music, scritto interamente in inglese,

Nel 2017 si classifica quarto al festival di Sanremo col brano Il diario degli errori. Conduce, inoltre, il programma #MusicParty sul canale Nickelodeon+1.

Nel febbraio dello stesso anno presenta il suo nuovo album Anime di carta; col singolo Solo per un po’ vince il premio Best Performance ai TIM MTV Awards 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Alyssa Milano biografia

Alyssa Milano

Blake Lively biografia

Blake Lively