Monica Guerritore biografia
Fonte Instagram
in

Monica Guerritore

La vita privata di Monica Guerritore

Nata il 5 gennaio 1958 a Roma, Monica Guerritore cresce ai Parioli, nell’ambiente borghese dei genitori separati. Dino Guerritore, suo padre, lascia sua madre, Giuseppina Pentimalli, quando la figlia ha soltanto tre anni. Lui è un professore universitario, lei è figlia di un noto medico calabrese, Francesco Pentimalli. Monica, da bambina, studia presso l’Istituto delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore, mentre da adolescente frequenta le scuole in Svizzera. Dal 1971 diventa la migliore amica di Margherita Agnelli, figlia dell’Avvocato Agnelli, il quale riesce a farla appassionare ai libri, agli scavi di Pompei e alle mostre, diventando per Monica una figura paterna ed un mentore. La Guerritore trasmette la sua passione per l’arte e il teatro anche alle sue figlie, nate dall’unione con l’attore Gabriele Lavia. La primogenita, Maria, è specializzata in Storia dell’Arte, mentre Lucia segue le orme della madre recitando a teatro.

Le misure di Monica Guerritore

Il suo colore di capelli è nero corvino, ma ama tingere la chioma sempre diversamente. Le sue labbra sono carnose e il suo seno prosperoso. Monica Guerritore ha una carica di sensualità eterna, che non viene meno nemmeno con l’età. Il suo corpo è sempre tonico grazie ad una dieta rigida (dice di mangiare un terzo di quanto vorrebbe) e alle sedute di power yoga. È contraria al ricorso alla chirurgia estetica: preferisce vivere ogni età, senza cristallizzare il suo aspetto. Nel 2008 vince persino la causa intentata contro il settimanale Panorama, accusato di averle attribuito due anni prima un trattamento chirurgico per cancellare le rughe.

La lotta di Monica contro il cancro al seno

È il 2006 quando Monica scopre l’evoluzione del suo nodulo al seno. È un carcinoma, ma fortunatamente avvistato in tempo, grazie ai numerosi controlli. Il medico che la cura è il professor Umberto Veronesi, che riesce ad evitarle la chemioterapia. Monica Guerritore diventa successivamente uno dei volti più noti per le campagne dell’Istituto europeo di oncologia. La sua battaglia contro la malattia è raccontata nel libro autobiografico La forza del cuore, pubblicato nel 2010.

Gli amori di Monica Guerritore

Dopo i flirt risalenti agli anni Settanta con il giornalista Giancarlo Leone e con l’attore Giancarlo Giannini, nel 1981 Monica Guerritore inizia a frequentare l’attore e regista Gabriele Lavia. Da questo amore nasce nel 1989 la prima figlia, Maria, mentre dopo tre anni viene al mondo Lucia. Il loro legame, non solo sentimentale ma anche lavorativo, termina verso la fine degli anni Novanta. Dal 2001 Monica Guerritore è al fianco di Roberto Zaccaria, Presidente del Consiglio italiano per i Rifugiati ed ex Presidente RAI, sposato il 16 agosto 2010 a Forte dei Marmi. Pare che i due vivano in due appartamenti contigui, per evitare di perdere ciascuno la propria autonomia.

La carriera di Monica Guerritore

Tutto inizia quando Monica ha 16 anni. L’incontro con il regista Strehler è del tutto fortuito: lei ha solo accompagnato un’amica a fare un provino, ma viene immediatamente indirizzata verso la strada del teatro. Dopo Il giardino dei ciliegi del 1974 e altre opere teatrali di Čechov, interpreta Viola nell’opera shakesperiana La dodicesima notte (1977). Dal 1981 è Lavia a dirigerla in Macbeth, Amleto, Il principe di Homburg, Scandalosa Gilda e La lupa. Nel 2007 è nel cast di Un giorno perfetto, di Ferzan Özpetek, mentre l’anno dopo recita in La bella gente, film vincitore al Festival di Annecy. Nel 2014, dopo altri successi a teatro e in TV, l’attrice romana diventa Presidente della Giuria dei Letterati del Premio Campiello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Marco Liorni biografia

Marco Liorni

Michele Criscitiello biografia

Michele Criscitiello