Rafael Nadal biografia
Fonte Instagram
in

Rafael Nadal

La vita privata di Rafael Nadal

Il tennista Rafael Nadal Parera, meglio noto come Rafa Nadal, nasce a Manacor nelle Isole Baleari, il 3 Giugno 1986.

La sua famiglia è composta dal padre Sebastián, dalla madre Ana María Parera e dalla sorella minore María Isabel.

Atletico e agile, da ragazzino pratica anche il calcio con buoni risultati. Nei periodi di pausa dall’attività agonistica passa molto tempo nella terra natìa praticando la pesca e il golf.

Nel 2010 è protagonista del videoclip del brano Gypsy della popstar colombiana Shakyra.

Il suo patrimonio è stimato il oltre 200 milioni di euro.

Gli amori di Rafael Nadal

Rafael Nadal non è mai stato al centro delle cronache rosa. La sua unica relazione nota è con la conterranea María Francisca Perelló, detta Xisca, cui è legato dal 2005.

Durante un’intervista rilasciata nel 2007 al Sunday Times, Rafael ha descritto la sua giornata ideale tra le bellezze della sua Maiorca, del buon pesce e alla sera una bella partita davanti alla tv con gli amici e, a seguire… una bella fiesta, ma “niente sesso”:

“Il sesso è importante nella vita, ma se hai una giornata perfetta, non hai tempo per il sesso”.

Le misure di Rafael Nadal

Il bel tennista maiorchino Rafael Nadal è alto 185 cm. Il suo peso corporeo è prossimo agli 85 kg.

I tatuaggi di Rafael Nadal

Pare che Rafael non abbia alcun tatuaggio sul corpo. Eppure sul dorso della mano sinistra del grande tennista, in occasione di alcuni match importanti, compaiono alcune parole scritte con un pennarello.

La cronaca sportiva si è scatenata cercando di capire di cosa si trattasse ma ci ha pensato suo zio Toni a spiegarlo al quotidiano El Mundo:

“Sono parole che si appunta per non dimenticare, questioni tattiche più che tecniche. A volte i giocatori si distraggono nel corso della partita e quattro concetti base possono aiutare”.  

La carriera di Rafael Nadal

Rafael Nadal è uno dei massimi interpreti del tennis moderno, insignito della prestigiosa onoreficenza Premio Principe delle Asturie per lo sport (2008).

Protagonista di partite-maratona passate alla storia, appassiona gli amanti del tennis anche per la rivalità con Roger FedererNovak Djokovic.

Il primo talent scout del piccolo Rafa è lo zio Toni, che lo introduce al tennis a 3 anni e sarà il suo allenatore fino al 2017.

Ancora ragazzino vince i tornei under 12 a livello spagnolo ed europeo.

Nel 2003 vince il suo primo torneo challenger a Barletta e batte il primo giocatore illlustre, Albert Costa detentore del Roland Garros, al torneo ATP di Montecarlo.

A 16 anni e dieci mesi entra così fra i primi 100 al mondo.

L’anno successivo conquista altri risultati significativi: la prima finale ATP ad Auckland, la vittoria su Roger Federer al terzo turno del torneo di Miami, il primo titolo ATP a Sopot.

Nel 2005 vince Montecarlo, Barcellona, Roma e il suo primo Roland Garros, conquistando il 3° posto della classifica ATP e dando l’avvio ad una carriera tanto vincente quanto longeva.

Il suo palmarès comprende 17 titoli del Grande Slam su 24 finali disputate: 1 Australian Open, 11 Roland Garros, 2 Wimbledon e 3 US Open.

Conquista per la prima volta la prima posizione del ranking mondiale ATP nel 2008, anno in cui si aggiudica il primo Wimbledon.

Benché soprannominato “il re della terra battuta”, nel 2009 è il primo giocatore a detenere contemporaneamente tre titoli del Grand Slam sulle tre diverse superfici.

Medaglia d’oro nel singolare a Pechino 2008 e nel doppio a Rio De Janeiro 2016, ha nel suo palmarès anche la 4 Coppe Davis con la nazionale spagnola (2004, 2008, 2009 e 2011).

Novak Djokovic biografia

Novak Djokovic

Prince biografia

Prince