Samuele Bersani biografia
Fonte Instagram
in

Samuele Bersani

La vita privata di Samuele

Samuele Bersani è un cantautore nato a Rimini, precisamente a Cattolica, il 1º ottobre del  1970, sotto il segno della bilancia.

Gli amori di Samuele Bersani

Della vita privata di Samuele Bersani  si conosce ben poco. Nel 2013 con il singolo “En e Xanax”, trapelano le voci di una storia con una donna di nome Desirée, sua musa per la stesura del testo. Il cantautore romagnolo si è addirittura tatuato “En e Xanax”, a sottolineare l’importanza della canzone e della storia che c’è dietro.

Le misure di Samuele

Il cantautore è alto 177 cm e pesa circa 75 kg

Gli esordi di Bersani

Samuele Bersani viene conosciuto dal grande pubblico all’inizio degli anni 90′, grazie all’attenzione riservatagli da Lucio Dalla che gli concesse l’onore di aprire i suoi concerti.

Il suo primo album “C’hanno preso tutto”, che contiene otto brani, composti da Bersani, contiene, tra le tante, la celebre canzone Chicco e Spillo, tra le più famose del cantautore. Nel 1995 viene pubblicato il suo secondo album “Freak” che ottiene un grande successo commerciale con oltre 150.000 copie vendute. L’album contiene  i grandi successi  Freak, Spaccacuore e Cosa vuoi da me.

Nel 1996 scrive Canzone per il suo mentore Lucio Dalla.
Nel 1997 esce il suo terzo disco: “Samuele Bersani“, album contenente Giudizi Universali, uno dei suoi brani più intensi ed acclamati dal pubblico. Nello stesso anno riceve il premio Lamezia per i meriti letterali espressi nei testi dei suoi brani.

Sanremo e il successo degli anni 2000

Nel 2000 si presenta a Sanremo con il singolo Replay, che gli consentì di arrivare quinto e di vincere il “Premio Mia Martini”. Il brano Replay è estratto dal suo quinto album: “L’oroscopo speciale”.

Nel 2002 pubblica la sua prima raccolta, “Che vita! Il meglio di Samuele Bersani“, contenente 15 brani già conosciuti dal grande pubblico e tre inediti:  Milingo, Le mie parole e Che vita!.

Nel 2003 pubblica “Caramella Smog“, uno dei pochi album italiani a vincere due Targhe Tenco. Da segnalare all’interno del disco le collaborazioni con Fabio Concato e Sergio Cammariere.

Nel 2005 partecipa all’album “Seguendo Virgilio – dentro e fuori il Quartetto Cetra“, all’interno del quale gli artisti rivisitano alcuni brani di Virginio Savona e Bersani interpreta Sette Piccole Streghe.

Nel 2006 viene pubblicato il brano Lo scrutatore non votante, che anticipa l’uscita del nuovo CD “L’aldiquà” che si aggiudica il disco d’oro. Il 30 giugno di quell’anno esce la raccolta “Innocenti evasioni 2006“, un album tributo a Lucio Battisti con le interpretazione dei più grandi del panorama musicale italiano . In questo disco Bersani interpreta Il leone e la gallina. Nel 2007 Samuele Bersani vince il Premio Amnesty Italia, grazie alla canzone Occhiali rotti, dedicata ad Enzo Baldoni.
Il 24 luglio 2009 viene pubblicato il singolo Ferragosto, che preannuncia l’uscita del nuovo album “Manifesto abusivo“.

Il ritorno a Saremo ed i nuovi successi discografici

Nel 2012 partecipa al Festival di Sanremo con il brano Un pallone, vincendo nuovamente il Premio della critica ‘Mia Martini’. Il brano è contenuto nel suo nuovo disco “Psyco – 20 anni di canzoni“, una raccolta di brani celebri del cantautore, con l’aggiunta di due inediti, tra cui il brano portato a Sanremo.

ll 19 settembre 2013 viene pubblicato il suo nuovo album “Nuvola numero nove“, che debutta in prima posizione nella classifica degli album italiano. Il disco contiene, tra le varie tracce, i singoli En e Xanax e Ultima chance.

Il 10 aprile 2015 esce il nuovo singolo “Le storie che non conosci“, album che vede la partecipazione di Pacifico, sia nell’interpretazione che nella stesura.

Il 30 maggio 2015, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Bersani è protagonista di un concerto evento, che porta il suo stesso nome. Sul palco è presente la sua band storica e tantissimi artisti che rendono la serata indimenticabile. Il 12 giugno dello stesso anno, al Teatro Dal Verme di Milano, Bersani interpreta i suoi brani accompagnato da un’orchestra sinfonica, nell’ambito della rassegna “Pomeriggi d’autore”, inserita nel programma di Expo 2015. Da questi due concerti prende vita il suo progetto “La fortuna che abbiamo“, un album live a coronamento dei suoi 25 anni di carriera. L’album è composto da un doppio CD e un DVD. Prima dell’album viene pubblicato il singolo La fortuna che abbiamo. Il videoclip del brano vede Bersani anche nei panni di regista. Nel 2016 è costretto a posticipare alcune date del tour a causa di un problema alle corde vocali, ammesso dallo stesso cantautore.

Nel 2017, prende parte alla seconda stagione di “Tutto può succedere”, interpretando se stesso.

Luciano Pavarotti biografia

Luciano Pavarotti

Giada Giovanelli biografia

Giada Giovanelli