Sandra Milo biografia
Fonte Instagram
in

Sandra Milo

La vita privata di Sandra Milo

Salvatrice Elena Greco, in arte Sandra Milo, nasce a Tunisi (Tunisia) l’11 Marzo 1933 da famiglia di origini siciliane.

Trascorre l’infanzia in un borgo medievale in provincia di Pisa, in Toscana.

Il nome d’arte Sandra Milo nasce in seguito a un servizio fotografico, uscito sul giornale Le Ore, che la immortalava, a Tivoli, ricoperta di foglie e che riportava il titolo “La Milo di Tivoli”, ovvio riferimento  alla celebre Venere del Botticelli, simbolo di bellezza e leggerezza.

Le misure di Sandra Milo

Sandra Milo è una delle bellezze iconiche del cinema italiano.

Alta 170 cm per 60 kg di pesobionda e giunonica, è la “maggiorata” per eccellenza, dotata di una voce flautata e infantile e di una esuberante sensualità.

Gli amori di Sandra Milo

La vita sentimentale di Sandra Milo, donna passionale e infedele per sua stessa ammissione, è tra le più movimentate dell’epoca.

A quindici anni sposa il primo marito, il marchese Cesare Rodighiero, ma l’unione finisce subito dopo.

A metà degli anni Cinquanta si lega al produttore Moris Ergas con il quale convive per undici anni e ha una figlia, Debora, giornalista.

Nei primi anni Sessanta intrattiene una relazione con Armando Nannuzzi, direttore della fotografia. Poi, sul finire del decennio, si lega a Ottavio De Lollis, il padre di Ciro e Azzurra.

Dichiaratamente vicina al Partito Socialista, tanto da venir soprannominata “La Signora della prima Repubblica”, negli anni Ottanta, presta la sua immagine all’attivismo politico e intraprende una relazione clandestina con l’allora Segretario del PSI, Bettino Craxi.

Craxi non avrebbe mai pensato di abbandonare la moglie Anna che amava sinceramente. Certo Bettino si innamorava spesso, ma la sua famiglia era sacra.

Nel 1990 convola a nuove nozze con il cubano Jorge Ordoñez. Successivamente si lega a Pino Lo Presti con il quale viene invischiata in un’inchiesta per truffa immobiliare. La Milo si è sempre dichiarata estranea ai fatti:

Non so nulla, credevo di acquistare un appartamento. Forse mi si può imputare un po’ di leggerezza ma non altro. Non ho idea di queste truffe. Di Pino mi sono fidata, è un esperto nel settore immobiliare.

Il grande amore di Sandrocchia: Federico Fellini

Come lei stessa dichiara, Sandra Milo ha un solo grande amore: Federico Fellini, che la chiama affettuosamente Sandrocchia.

Nel 2009 a Porta a Porta confida di esserne stata l’amante per ben diciassette anni.

Quando facevo l’amore mi sembrava di essere la terra, il cielo, gli alberi, la tempesta, la neve, l’universo intero che si concentravano in quell’atto. L’ho amato tantissimo. Lui no, non mi ha amato subito.

Sarà proprio il geniale regista a spingerla verso il successo e a consacrarla come diva volendola fortemente nel film capolavoro  (1963), nel ruolo di Carla, a fianco di Marcello Mastroianni, e in Giulietta degli Spiriti (1965) con Giulietta Masina. Grazie a queste due interpretazioni Sandra conquista due Nastri d’Argento come Miglior Attrice non Protagonista.

La carriera di Sandra Milo

Sandra Milo inizia come modella a Milano e debutta nel cinema ne Lo Scapolo (1955) con Alberto Sordi.

Le prime esperienze significative sono Totò nella luna (1958) e Il generale Della Rovere (1959), film diretto da Roberto Rossellini con Vittorio De Sica.

Diretta da Antonio Pietrangeli è in Adua e le compagne (1960) e Fantasmi a Roma (1961) accanto a mostri sacri come Eduardo De FilippoVittorio Gassman e Marcello Mastroianni.

È poi nella commedia Il giorno più corto (1963) di Sergio Corbucci.

Dagli anni Settanta dirada le esperienze cinematografiche e, negli anni Ottanta, si reinventa conduttricecon Piccoli fans (1985-1989) e Cari genitori (1991-1992).

La scena cult di Sandra Milo: Ciro Ciro Ciro! 

Nel 1990, mentre conduce il programma L’amore è una cosa meravigliosa (1989-1990) è vittima di uno scherzo televisivo in cui le viene comunicato che suo figlio Ciro ha avuto un incidente stradale. La sua reazione disperata è diventata un tormentone, ripreso più volte da Blob e Striscia La Notizia.

Buon venerdì così. #ciro #sandramilo #eut #europaunitaneltrash #tvitaliana

A post shared by E.U.T. Europa Unita Nel Trash (@eut_europaunitaneltrash) on

Ultime esperienze professionali: Il cuore altrove (2003) di Pupi Avati, La fidanzata di papà (2016) e A casa tutti bene (2018) di Gabriele Muccino.

Nel 2010 partecipa come concorrente a L’Isola dei Famosi.

Sandra ha dichiarato di aver ritenuto volgare e offensiva l’imitazione che di lei fa l’attrice comica Virginia Raffaele al Festival di Sanremo del 2017.

Sinceramente quando parlano male di me non me ne può fregar di meno, mi importa poco anche delle lodi perché vanno e vengono. Quella volta a Sanremo si offesero le mie figlie. Se lei facesse queste imitazioni così crudeli per poi chiudere in positivo lo capirei: va bene, ridi di me, ma alla fine riconosci il mio valore.

Taylor Momsen biografia

Taylor Momsen

Freddie Highmore biografia

Freddie Highmore