Stefano Belisari biografia
in

Stefano Belisari

La vita privata di Stefano Belisari

Stefano Belisari, in arte Elio, nasce a Milano il 30 Luglio 1961.

La famiglia, di origini marchigiane, proviene da Cossignano, paesino in provincia di Ascoli Piceno.

Dopo il diploma al Liceo Scientifico Einstein di Milano ottiene quello in flauto traverso al Conservatorio Giuseppe Verdi, e nel 2002 si laurea in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Milano.

È un grande tifoso dell’Inter ed è appassionato di baseball, sport che ha praticato anche a livello agonistico.

Gli amori di Stefano Belisari

Stefano Belisari è molto riservato sulla sua vita privata. Unici dati certi sono che è sposato e che è padre di due gemelli Dante e Ulisse, nati l’11 Novembre 2009.

Nel 2018, in occasione della Giornata Mondiale dell’Autismo, parla per la prima volta della sua esperienza familiare:

«Ho vissuto e vivo la condizione di genitore di un bimbo autistico. Voglio dire chiaramente che su questo tema siamo all’età della pietra.» 

Le misure di Stefano Belisari

Elio è alto 1 metro e 75 centimetri e pesa circa 73 chilogrammi.

La carriera di Stefano Belisari

La passione per la musica

La passione per la musica si accende quasi per caso in quinta elementare. Elio ricorda quel giorno così:

“Entra la bidella e chiede chi voleva seguire i corsi di musica della Scuola civica di Milano. Io dissi subito di sì. Solo che quando ci fu la riunione per scegliere lo strumento io ero da solo mentre gli altri ragazzi erano venuti con le mamme. Volevo il pianoforte, però le mamme degli altri si erano già fatte avanti, non c’erano più posti disponibili. Mi fu assegnato il flauto.”

La prima esibizione di Stefano Belisari risale all’infanzia: nel 1968 canta con altri quattro bambini sul palco dell’Ambrogino d’oro il brano Cinque fratelli.

Elio e le Storie Tese

Nel 1979 fonda con Luca Mangoni, suo compagno di liceo, il gruppo Elio e le Storie Tese che comincia ad esibirsi nei locali milanesi. La formazione completa degli “Elii” vede anche Cesareo, Faso, Rocco Tanica, Christian Meyer, Feiez e Jantoman.

Degli inizii, Elio ricorda:

«Il demenzial-comico ma ben suonato non esisteva quando cominciavamo ad esibirci in locali di Milano.»

L’intensa attività live porta il gruppo a incidere il primo album: Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu (1988), cui ne seguiranno altri ventisei, tra album in studio, live e raccolte.

Già band di culto, gli Elio e le Storie Tese raggiungono la popolarità nel 1996 con la partecipazione al Festival di Sanremo in cui presentano il brano La terra dei Cachi (1996). Saliranno sul palco dell’Ariston anche nel 2013 con La canzone mononota e nel 2016 con Vincere l’odio.

Nel 2008 Elio, con il resto della formazione, è nel cast del DopoFestival come animatore e intrattenitore.

Nel 2018 viene annunciato ufficialmente lo scioglimento degli Elio e le Storie Tese. La band celebra il ritiro con il brano Arrivedorci, in gara a Sanremo, e con un lungo Tour d’Addio.

Tra i successi più amati della band: Mio cuggino, El Pube, Discomusic, Born to be Abramo?, Parco Sempione, Pippero, Servi della gleba, Tapparella, Cara ti amo, Fossi figo. 

Elio in TV

In Tv Elio collabora con la Gialappa’s band in Mai dire gol e, dal 2010 al 2015, entra nel cast del talent show X Factor come giudice. È Gomez nel musical La Famiglia Addams (2014) accanto a Geppi Cucciari e nel 2017 è ospite a Ballando con le stelle.

Con il compagno di band Faso doppia il cartoon Beavis and Butt-Head trasmesso su MTV. Stefano ha anche prestato la sua voce all’alieno Paul, nell’omonimo film della Pixar.

Dal 1993 conduce con Linus il programma radiofonico Cordialmente, in onda su Radio Deejay.

È autore del libro Fiabe centimetropolitane (Bompiani, 2004).

Alda D'Eusanio biografia

Alda D’Eusanio

Paolo Nutini biografia

Paolo Nutini