El Shaarawy biografia
in

Stephan El Shaarawy

  • Nome d'arte: Stephan El Shaarawy
  • Soprannome: Il Faraone
  • Data di nascita: 27 ottobre 1992 (martedì)
  • Età: 26 anni
  • Segno zodiacale: Scorpione
  • Professione: Calciatore
  • Titolo di studio: Scuola Superiore per Dirigenti di Comunità
  • Luogo di nascita: Savona
  • Altezza: 178 cm
  • Peso: 72 kg
  • Account social: Instagram Facebook Twitter

La vita privata di Stephan El Shaarawy

Il calciatore Stephan El Shaarawy è nato il 27 ottobre 1992, sotto il segno zodiacale dello Scorpione, a Savona con il nome di Stephan Kareem El Shaarawy. Il papà Sabi è nato e cresciuto in Egitto, mentre la mamma Lucy è di Savona e possiede la cittadinanza svizzera. Ha un fratello maggiore, Manuel, a cui è molto legato. Molto riservato per quanto riguarda la sua vita privata, è nota solo la sua storia d’amore con Ester Giordano, ragazza milanese con cui è stato fidanzato dal 2013 al 2016 circa, tra alti e bassi.

Le misure di Stephan El Shaarawy

Stephan El Shaarawy è alto 1,78 cm e pesa circa 72 kg. Una forma fisica invidiabile grazie alle costanti sedute di allenamento con la sua squadra per poter essere sempre pronto quando scende in campo. Uno dei calciatori più amati dall’universo femminile proprio per il suo aspetto fisico.

Run 🏃🏻💨👊🏼 @officialasroma #training #trigoria #El92

A post shared by Stephan El Shaarawy (@stewel92) on

Il Faraone: il soprannome di Stephan El Shaarawy

A differenza di quanto si possa pensare, il soprannome Il Faraone non è dovuto alle origini egiziane di Stephan El Shaarawy o al suo taglio di capelli sempre originale. E’ lo stesso calciatore a spiegarne l’origine. Bisogna tornare indietro con la memoria al 2010 quando, durante le Finali nazionali con la Primavera, ha segnato un gol molto importante che è stato festeggiato dal compagno di squadra Perin con l’imitazione di un airone. El Shaarawy, ai suoi piedi, ha assunto la posizione dell’egiziano da geroglifico. Da quel momento è nato il mito de Il Faraone.

I capelli: il mito di Stephan El Shaarawy.

Stephan El Shaarawy non ha mai negato di essere orgoglioso perché il taglio dei suoi capelli è preso come esempio da molti ragazzi di giovane età. Diventato famoso anche grazie alla sua cresta, il calciatore avrebbe dovuto rinunciarci una volta arrivato al Milan. Il club rossonero, infatti, aveva imposto un nuovo taglio, ma il parrucchiere del ragazzo ha preferito abbassargliela per renderla meno appariscente. Sono sempre di più i ragazzi che vanno dal parrucchiere per poter imitare la pettinatura del Faraone che sfoggia orgoglioso la sua cresta.

Tatuaggi e significati

Stephan El Shaarawy, ad oggi, non ha tatuaggi.

Gli amori di Stephan El Shaarawy

Sempre molto discreto per quanto riguarda la sua vita privata, Stephan El Shaarawy non ama condividere con il mondo social i suoi amori. Al momento, il calciatore risulta essere single, ma molto corteggiato. L’unica storia nota ai giornali è quella con Ester Giordano, ragazza milanese di 25 anni.

Stephan ed Ester si erano conosciuti a Milano quando lui giocava nel Milan e lei faceva l’hostess e la pr nelle discoteche. Una storia d’amore andata avanti tre anni tra alti e bassi, con la mamma del Faraone non totalmente d’accordo con questa unione vista, da lei, come una possibile distrazione per la carriera del figlio.

La carriera di Stephan El Shaarawy

Stephan El Shaarawy, fin dalla più tenera età, ha sviluppato una passione molto forte per il calcio. Per questo motivo, i genitori hanno assecondato questo amore facendolo giocare nell’U.S.Legino 1910, club di Savona.

E’ stata, poi, la volta dell’arrivo nelle giovanili del Genoa. Il suo esordio in Serie A risale a dicembre 2008 quando, durante Chievo – Genoa, è sceso in campo diventando il più giovane esordiente nella massima serie a poco più di 16 anni. Il calciatore si è subito messo in mostra attirando l’attenzione del Padova. Proprio con i veneti ha siglato il suo primo gol tra i professionisti, nel settembre 2010, durante Padova – Reggina. Protagonista dei play off, ha marcato la doppietta contro il Varese portando la sua squadra in finale.

A 18 anni l’esordio con il Milan: 27 gol e diversi problemi fisici. Nell’estate 2015 è la volta del Monaco, il debutto nel campionato francese è positivo, ma il club non vuole riscattarlo. Nel gennaio 2016 arriva alla Roma, dove milita ancora oggi mettendosi in mostra con prodezze sul campo da calcio. 22 presenze con la Nazionale Italiana, 3 gol e il ritorno con la maglia azzurra nel giugno 2017, dopo un anno lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sonia Peronaci biografia

Sonia Peronaci

Ermal Meta biografia

Ermal Meta