Steve Buscemi Biografia
in

Steve Buscemi

Vita privata di Steve Buscemi

Steve Buscemi dichiara che è dovuto tornare in Sicilia per scoprire, dopo una vita intera, che pronunciavo male il mio cognome: non BUSEMI ma Buscemi, così dichiarava l’attore, regista, doppiatore e produttore italoamericano Steven Vincent Buscemi dopo il suo viaggio in Italia. Nato nella New York dei migranti italiani il 13 dicembre 1957, figlio di un medico militare di origine siciliana (da Menfi, Agrigento) e di madre olandese, cresce a Brooklyn con tre fratelli: Jonathan, Ken e Michael.

Inizia a recitare prestissimo, già dal liceo, ma alterna la passione per il teatro con quella per il corpo dei Vigili del Fuoco nel quale entra a far parte appena ventenne. Proprio mentre presta servizio come pompiere viene notato da un direttore del casting e ottiene il provino per il suo primo film.

Sposa nel 1987 Jo Andres dalla quale ha un figlio, Lucian, nato nel 1990. La coppia rimane insieme per sempre, fino alla morte di lei nel 2019.

Misure di Steve Buscemi

Buscemi è alto 175 cm e pesa circa 70 kg. Un fisico sempre asciutto, le sue caratteristiche sono occhi grandi e molto chiari e denti storti.

“Non aggiustatemi i denti”

Segno caratteristico di Buscemi sono i denti anteriori male allineati. Lo stesso artista ha rivelato durante diverse interviste che più di un dentista si è offerto di aiutarlo e di rendere la sua bocca perfetta. Ma grazie a quell’aspetto “irregolare” Buscemi ha ottenuto molti dei suoi ruoli più ambigui o cattivi: “Se mi aggiusti i denti, non lavorerò mai più!” ha sempre risposto allora agli esterrefatti medici.

Carriera

Giovane vigile del fuoco con la passione per la recitazione, viene preso al provino per il film “Parting Glances” (1986) e da lì inizia una carriera in totale ascesa. Seguono “Slaves in New York” e “Tales from the Dark Side” e poi la fortunata e interminabile carriera che caratterizzerà gli anni seguenti.

Memorabili i suoi ruoli nei film: “Crocevia della Morte”, “Le Iene” dove brilla nella parte dell’indimenticabile Mister Pink, “Desperado”, “Fargo”, “Fuga da Los Angeles”, “Il grande Lebowski” girati tutti negli anni Novanta del secolo scorso. Il XXI secolo si apre con altri successi interpretativi come la parte di Seymour nel film “Ghost World”, in “Coffee and Cigarettes” interpreta due gemelli, e ancora è bravissimo in “Big fish” e  “Boardwalk Empire”.

Il suo ruolo di Scarecrow nei due film “Batman” e “Batman Unchained” conferma soltanto la sua bravura che si esprime anche nelle serie TV (una piccola parte ne “I Sopranos”) e nella regia, con la sua direzione di film come “Trees Lounge”, “Lonesome Jim”, “The interview”. Negli anni Duemila si è riscoperto anche produttore e doppiatore per alcuni cartoni.

Tony Renis

Julio Velasco Biografia

Julio Velasco