Tom Hanks biografia
in

Tom Hanks

La vita privata di Tom Hanks

Il 9 luglio 1956 a Concord (California) nasce Thomas Jeffrey Hanks, meglio conosciuto come Tom Hanks. I suoi genitori, Amos Mefford Hanks, lontano discendente del presidente degli Stati Uniti Lincoln, e Janet Marylyn Frager, infermiera statunitense di origini portoghesi, divorziano quando lui ha solo quattro anni.

A differenza di tanti suoi colleghi, questo non influirà sulla sua infanzia o adolescenza: vivrà una giovinezza tranquilla, senza particolari problemi, solo un po’ movimentata. Ha due fratelli più vecchi, Sandra e Larry, e uno più giovane, Jim.

L’approccio con il mondo della recitazione avviene soltanto al college, quando studia Recitazione Teatrale alla California State University di Sacramento, capitale dell’omonimo stato; in precedenza aveva invece studiato alla Skyline High School di Oakland e al Chabot College di Hayward, sempre in California.

Tom Hanks è conosciuto per la sua indole buona e gentile, un comportamento che gli ha sempre fatto guadagnare numerosi fan. Colleziona macchine da scrivere e proprio dalla passione per la scrittura è nato il suo primo libro dal titolo Tipi non comuni uscito nel 2017.

Gli amori di Tom Hanks

Dal 1978 al 1987 è stato sposato con l’attrice Samantha Lewes, morta di cancro nel 2002, quattordici anni dopo il loro divorzio. La coppia ha avuto due figli, Colin (nel 1977) e Elizabeth (1982).

Nel 1988 è convolato a nozze con l’attrice Rita Wilson, conosciuta sul set del film Un ponte di guai: con lei Tom Hanks ha avuto altri due figli, Chester (1990) e Truman Theodore (1995). Il suo primo figlio Colin lo ha inoltre reso nonno due volte, delle bambine Olivia Jane e Charlotte.

La carriera di Tom Hanks

Proprio a causa del suo approccio tardivo con la recitazione, Tom Hanks non è molto conosciuto fino agli anni Ottanta, quando prende parte alla serie televisiva Henry e Kip. È solo nel 1984, quando recita in Splash – Una sirena a Manhattan, che diventa famoso in tutto il mondo.

Durante questo decennio recita in diverse commedie, ma durante gli anni Novanta si avvicina al genere drammatico, che gli porterà estrema fortuna. Nel 1994 e nel 1995, infatti, vince l’Oscar come Miglior Attore Protagonista, rispettivamente per Philadelphia, in cui interpreta un giovane avvocato gay, malato di AIDS, e in Forrest Gump, probabilmente la sua interpretazione più famosa, nel ruolo di un ragazzo con problemi psichici che attraversa decenni di storia statunitense.

È poi impegnato in alcune commedie romantiche, spesso al fianco dell’attrice Meg Ryan, ad esempio in Insonnia d’amore e in C’è posta per te. Nel 1998 ha inizio il suo lungo sodalizio artistico con il regista Stevn Spielberg, per la pellicola Salvate il soldato Ryan, in cui Tom Hanks interpreta il capitano John Miller. Durante gli anni Duemila Tom Hanks è impegnato in numerosi film di successo, torna ad esempio a lavorare con Ron Howard nella trilogia tratta dai thriller di Dan Brown, in cui interpreta il professor Robert Langdon; un altro successo è Sully, in cui interpreta il pilota che salvò l’aereo ammarato sul fiume Hudson a New York, dimostrando la sua versatilità anche in ruoli appartenenti alla contemporaneità.

Il suo ultimo lavoro è datato 2017: insieme a Emma Watson è protagonista del thriller fantascientifico The Circle. Nel corso della sua carriera è stato candidato (e ha vinto) numerosi altri premi in ambito cinematografico, e tra il 2005 e la metà degli anni Duemila è stato anche vicepresidente della società Academy, che ogni anno assegna i premi Oscar.

Tom Hanks il doppiatore

Degna di nota anche la sua carriera di doppiatore, soprattutto in pellicole d’animazione: tra le più famose, la trilogia Disney Toy Story, in cui presta la voce al cowboy Woody, e Polar Express, film di Robert Zemeckis in cui, grazie a speciali tecnologie, Tom Hanks presta volto e voce a ben sei personaggi diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Douglas Booth biografia

Douglas Booth

Laura Pausini biografia

Laura Pausini