Chiara Muti biografia
in

Chiara Muti

La vita privata

Chiara Muti è nata a Firenze, il 26 febbraio 1973. E’ un’attrice italiana, nonché figlia del noto direttore d’orchestra, Riccardo Muti. Ha due fratelli, Riccardo e Francesco. La madre si chiama Cristina Mazzavillani, ideatrice e presidente del Ravenna Festival. Figlia d’arte, dunque, Chiara Muti sceglie la carriera teatrale. Ha studiato alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi e successivamente alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano fondata e diretta da Giorgio Strehler.

Gli amori

Chiara Muti è sposata dal 2008 con il pianista David Fray, conosciuto a Parigi durante un concerto di suo padre. Dopo la luna di miele alle Seychelles, la coppia si è trasferita a Parigi. Dal loro matrimonio è nata una figlia.

La carriera

Debutta in teatro nel 1995 nel ruolo di Euridice nell’Orfeo di Claudio Monteverdi per la regia di Micha Van Hoecke. Fin dal principio della sua carriera teatrale, la Muti ha la possibilità di collaborare con i più grandi maestri, del calibro di Micha van Hoecke, Gigi Dall’Aglio, Maurizio Scaparro, Roberto De Simone e molti altri.

Tra i ruoli di spicco ricordiamo la sua Lady Macbeth Ofelia nell’Amleto di ShakespeareAngelique in La Madre Confidente di Marivaux, La figliastra in Sei personaggi in cerca d’autore di Pirandello e altri classici. Nel 2009, al Teatro di Lerici, da voce per la prima volta al monologo di Frida Khalo, scritto da Pino Cacucci ed intitolato “Viva la vida”.

Al cinema, debutta con “La casa bruciata” (1998) diretto da Massimo Spano. Tra gli altri suoi film, ricordiamo “Rosa e Cornelia” di Giorgio Treves, “La Via degli Angeli” di Pupi Avati, “Il Partigiano Johnny” di Guido Chiesa e “Musikanten” di Franco Battiato. L’ultimo risale al 2009 e si intitola “Goodbye Mr. Zeus!” con la regia Carlo Sarti.

Chiara Muti ha ricevuto diversi riconoscimenti importanti: nel 1996 il Premio Anna Magnani; nel 1997 il Premio Eleonora Duse, come miglior attrice giovane; nel 1999 La Grolla d’Oro come migliore attrice per il film “Rosa e Cornelia”.

Come regista teatrale ha debuttato nel 2007 con due spettacoli di cui è anche interprete:
Il Regno di Rucken” per il Teatro Comunale di Salerno e “Il Sogno di Ludwig” per il Ravello Festival. A luglio 2012, dopo la nascita della sua bambina, ha portato in scena la sua prima opera liricaSancta Susanna“.

La ricca carriera artistica di Chiara Muti, prosegue inarrestabile fino ai giorni nostri. Nel 2017 ha messo in scena al Teatro San Carlo, “Così fan tutte” di Mozart, insieme al padre, il maestro Riccardo Muti. Nel 2018, al Teatro Massimo di Palermo, ha curato la regia di “Le nozze di Figaro“, già in scena dal 2016.

Hannah New biografia

Hannah New

Amy Brenneman biografia

Amy Brenneman