Gwyneth Paltrow biografia
in

Gwyneth Paltrow

La vita privata di Gwyneth Paltrow

Gwyneth Paltrow è nata il 27 settembre 1972, sotto il segno della Bilancia, a Los Angeles con il nome di Gwyneth Kate Paltrow. Il papà, Bruce, era un famoso registra di origini russe – ebraiche, morto nel 2002 per cancro. La mamma, Blythe Danner, è attrice. Ha un fratello minore, Jake. L’attrice è cresciuta a Santa Monica ed ha due figli: Apple Blythe Alison (2004) e Moses Bruce Anthony (2006) avuti dall’ex marito Chris Martin. Dal 2014 è fidanzata con Brad Falchuk.

Le misure di Gwyneth Paltrow

Gwyneth Paltrow è alta 1.75 metri e pesa circa 60 kg. Il suo segreto per una forma fisica invidiabile è quello di essere sempre costanti nello stile di vita, di fissarsi un obiettivo e di raggiungerlo. Seguita da una personal trainer, si allena cinque giorni alla settimana unendo 45 minuti di attività cardio con 45 minuti di pesi leggeri per tonificare i muscoli. Per quanto riguarda l’alimentazione, mangia in modo sano ed equilibrato, non mancano mai i frullati di frutto, ma quando decide di concedersi un piccolo sgarro lo fa nelle giuste porzioni.

Tatuaggi e significati

Gwyneth Paltrow ha un tatuaggio, un’aquila, sull’avambraccio fatto nel 2013. Nel 2008, invece, si era tatuata una C sull’anca sinistra, per celebrare l’amore che la univa al marito Chris Martin, ma quest’estate l’attrice ha rimosso il tatuaggio.

Gli amori di Gwyneth Paltrow

Gwyneth Paltrow, dal 2014, è fidanzata con Brad Falchuk, autore e produttore di serie tv come Glee e American Horror Story. I due hanno un bel rapporto con Chris Martin, l’ex marito della Paltrow. L’attrice ed il cantante dei Coldplay sono stati sposati dal 05 dicembre 2003 al marzo 2014 ed hanno due figli: Apple Blythe Alison, nata a Londra il 14 maggio 2004, e Moses Bruce Anthony, nato a New York il 08 aprile 2006. Gli altri uomini della vita di Gwyneth sono stati: Robert Sean Leonard (1991-1992), Donovan Leitch Jr (1993-1995), Brad Pitt (1994-1997), Viggo Mortensen (1997), Ben Affleck (1997-2000), Scott Speedman (1998-1999), Chris Heinz (2000-2001), Luke Wilson (2001-2002), James Purefoy (2002) e Bryan Adams (2002).

La carriera di Gwyneth Paltrow

Nata in una famiglia di artisti, Gwyneth Paltrow ha debuttato a 19 anni nel film Shout con John Travolta. Diversi i ruoli secondari da lei ottenuti, fino al film Emma (tratto dall’omonimo romanzo di Jane Austen) che l’ha vista come attrice protagonista. Il 1998 ha rappresentato un anno d’oro per la Paltrow, presente in diverse pellicole: Sliding Doors, Paradiso Perduto, Shakespeare in Love fino agli anni 1999 e 2000.

Poi un momentaneo declino dovuto, probabilmente, ad alcune scelte sbagliate. Il ritorno in scena l’ha avuto con Amore a prima svista ed Un hostess tra le nuvole. Nel 2006 è stata la volta di Infamous – Una pessima reputazione e di Correndo con le forbici in mano, ma anche di Iron Man 1-2-3. Nel 2010 ha preso parte al film musicale Country Strong dove ha interpretato la colonna sonora. Nel 2017, invece, la troviamo in Spider man: Homecoming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Francesco Rengo biografia

Francesco Renga

Alessandro Matri biografia

Alessandro Matri