Margherita Hack biografia
in

Margherita Hack

  • Data di nascita: 12 giugno 1992 (venerdì)
  • Età: 26 anni
  • Segno zodiacale: Gemelli
  • Professione: Astrofisica
  • Titolo di studio: Laurea in Fisica
  • Luogo di nascita: Firenze
  • Luogo di morte: Trieste

La vita privata di Margherita Hack

L’astrofisica Margherita Hack nasce a Firenze il 12 giugno 1922, da madre toscana e padre di origine svizzere. Trascorre l’infanzia a Firenze dove, dopo il liceo classico, intraprende gli studi di Fisica, conseguendo la laurea nel 1945. È stata la prima donna italiana a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Trieste, lavoro che ha svolto dal 1964 al 1987.

I genitori, inizialmente cattolici, aderirono successivamente alla società Teofisica Italiana. È stata membro di numerose società fisiche ed astronomiche. Ha lavorato presso numerosi osservatori americani ed europei ed è stata per lungo tempo membro dei gruppi di lavoro dell’ESA e della NASA.

Ha lavorato duramente perché in Italia si riuscisse ad espandere lo studio e l’attività a vari satelliti. Per questo, e per molto altro, la Hack è conosciuta ed apprezzata anche a livello internazionale. Al contrario dei genitori, durante la sua vita non si avvicinò mai a nessuna religione, definendosi un’atea convinta. 

Muore a Trieste il 29 giugno 2013 a seguito di problemi cardiaci: negli ultimi anni aveva problemi motori e respiratori.

L’adolescenza sportiva e le lotte civili

Margherita Hack in gioventù ha praticato il basket e l’atletica leggera, arrivando ad essere campionessa di salto in alto ed in lungo nei campionati universitari. Durante tutta la sua vita si è dedicata anche alla politica e ad alcune lotte, tra cui quella per i diritti civili, per la ricerca sul nucleare e per i diritti degli animali. Tra i vari pensieri, riteneva che l’eutanasia fosse un diritto umano.

Il problema dell’eredità

Dopo la morte dell’astrofisica, si è scatenata una guerra per l’eredità. Pare, infatti, che la donna avesse avuto l’intenzione di lasciare parte del suo patrimonio ad alcune associazioni animaliste, ma prima di morire il marito Aldo De Rosa avrebbe cambiato il testamento lasciando tutto alla badante che da anni si prendeva cura di entrambi i coniugi. Nel 2017 la badante viene rinviata a giudizio perché secondo il pm si sarebbe approfittata delle condizioni mentali di De Rosa (da tempo malato di demenza senile) per fargli cambiare il testamento a suo favore.

Gli amori di Margherita Hack

Il 19 febbraio 1944 sposa il letterato Aldo De Rosa. I due rimarranno insieme per sessantanove anni, fino al 29 giugno 2013, quando Margherita muore. De rosa morirà l’anno successivo.

La carriera di Margherita Hack

Tra le varie attività svolte nel corso della sua vita, Margherita Hack ha occupato la cattedra di professore ordinario di astronomia all’Università di Trieste dal 1964 al 1992. Ha pubblicato numerosi articoli su prestigiose riviste di divulgazione scientifica; ha scritto, inoltre, molti libri, anche per l’università.

Nel 1978 fonda la rivista L’Astronomia, che esce bimensilmente; successivamente, insieme a Corrado Lamberti, dirige la rivista di divulgazione scientifica e di cultura astronomica Le Stelle. Durante tutta la sua carriera scientifica è sempre stata convinta che esistessero delle altre forme di vita nell’universo, ma che probabilmente non verremo mai a contatto con esse a causa della lontananza. Proprio per questo, era convinta che gli UFO non esistessero e che fossero solo una fantasia dell’uomo.

Margherita Hack ha ricevuto numerosi premi ed onorificenze, tra i quali l’Ordine al merito della Repubblica italiana. C’è un asteroide che porta il suo nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cecilia Rodriguez biografia

Cecilia Rodriguez

Enzo Iacchetti biografia

Enzo Iacchetti