Massimo Gramellini biografia
in

Massimo Gramellini

La vita privata di Massimo Gramellini

Massimo Gramellini è nato a Torino, da una famiglia della Romagna, il 2 ottobre del 1960 ed è giornalista e scrittore.

La morte della madre

Nel suo romanzo Fai bei sogni, Massimo ha raccontato la morte della mamma, avvenuta perché malata di cancro, e la scoperta della verità sulla sua scomparsa solo cinquant’anni dopo, grazie ad una amico di famiglia.

Tatuaggi e significati

Massimo non ha nessun tatuaggio sul corpo.

Gli amori di Massimo Gramellini

Gramellini è stato sposato con Maria Laura Rodotà, giornalista e figlia del giurista Stefano Rodot, e con Elisa.

La carriera di Massimo Gramellini

Dopo aver interrotto gli studi di Giurisprudenza all’Università di Torino, nel 1985 ha iniziato a collaborare con la redazione torinese del Corriere dello Sport – Stadio. Nel 1998 si è trasferito alla redazione romana de La Stampa e nel 1989 è passato dal calcio alla politica, diventando corrispondente da Montecitorio. Sempre nello stesso anno è tornato a Milano per dirigere Specchio, il settimanale de La Stampa, dove dirigeva anche una rubrica di posta sentimentale, Cuori allo specchio. Dall’anno successivo ha iniziato a curare il Buongiorno, una rubrica in prima pagina de La Stampa. Nel 2005 è diventato vice direttore del giornale e ha cominciato la collaborazione televisiva a Che Tempo che fa. Dal 2016 conduce Le parole della settimana e dal 2017, dopo 28 ani a La Stampa, inizia a collaborare con il Corriere della Sera.

Ha pubblicato diverse opere: 1994 colpo grosso, Compagni d’Italia, Buongiorno. Il meglio o comunque il meno peggio, Buongiorno Piemonte, Buongiorno Montagne Olimpiche, Buongiorno Liguria, Granata da legare, Ci salveranno gli ingenui, Toro. I migliori derby della nostra vita, Cuori allo specchio, Buongiorno. Dieci anni, L’ultima riga delle favole, La patria, bene o male, Fai bei sogni, La magia di un buongiorno e Avrò cura di te.

One Comment

Leave a Reply
  1. Sono una nonna di ottantasei anni e voglio testimoniare la mia profonda ammirazione per
    il dottor Gramellini. La trasmissione del sabato “parole ” da lui condotta è l’appuntamento
    da me più atteso della settimana televisiva.Ascoltare le sue parole,seguire i suoi racconti di vita ,ammirare le testimonianze dalui scelte con garbo e oculatezza,mi fanno riconciliare
    con questa arida vita in un mondo in cui misento estranea.Perciò la parola che scelgo inquesto momento è “Grazie” “grazie di esistere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Gianni Sperti biografia

Gianni Sperti

Anita Caprioli biografia

Anita Caprioli