Max Giusti biografia
Fonte Instagram
in

Max Giusti

La vita privata di Max Giusti  

Massimiliano Giusti, detto Max, nasce a Roma il 28 Luglio 1968.

Suo padre è un meccanico di origini marchigiane, sua madre una commessa di origini sarde.

Cresce a Casetta Mattei in zona Portuense, a Roma, spesso affidato alle cure dei nonni dati gli impegni lavorativi dei genitori. Fin da ragazzino manifesta interesse per lo spettacolo e la tv.

Racconta che dopo una gara di motocross con gli amici, per festeggiare, va al Salone Fellini di Roma e prende parte per gioco a una sorta di corrida, vincendo la gara con le sue imitazioni.

È un grande appassionato di motocross e tennis, tanto da prendere in gestione un circolo di tennis a Roma, e si dichiara tifoso sfegatato della Roma calcio.

Gli amori di Max Giusti 

Max Giusti è molto riservato sulla propria vita privata.

L’unica relazione nota prima delle nozze è quella con la blogger Selvaggia Lucarelli, presentatale dall’amico Teo Mammucari. I due sono stati insieme per ben sette anni, dal 1997 al 2004.

Il 4 Luglio 2009, ad Ostia Antica, ha sposato Benedetta Bellini, sua compagna dal 2005. Max da fervente cattolico ha voluto celebrare le nozze in chiesa. I neo sposi hanno trascorso il viaggio di nozze in Sudafrica e poi nel Mediterraneo per una romanica crociera.

Dalla moglie Max Giusti ha avuto due figli: Matteo (2010) e Caterina (2012).

Paparazzati!!! 🙈🙉🙊 #maxgiustifamily #summer2017 ❤️

A post shared by Max Giusti Official (@maxgiustiofficial) on

Le misure di Max Giusti 

Max Giusti è alto quasi 1,90 m e pesa 88 kg. Arrivato all’età di cinquanta anni, ha voluto sancire la sua passione per il cibo e il buon mangiare con una battuta:

50 anni? Non mi fanno paura. Devo solo stare attento, a quest’età ti uccide la tagliatella.

Partita di #tennis pre pranzo #PlayPisana 😎👍🔝🔝🔝

A post shared by Max Giusti Official (@maxgiustiofficial) on

Max Giusti e il Santo Padre

Max Giusti è molto credente e, in ben due occasioni, ha avuto modo di incontrare il Santo Padre, Papa Francesco. Con somma gioia, il comico di origini marchigiane, ha raccontato di essere riuscito a strappare un sorriso anche al Pontefice.

La carriera di Max Giusti 

Comico, imitatore, attore e conduttore, Max Giusti è un professionista completo che si è saputo destreggiare sia nei quiz che nei varietà in prima serata.

Di precoce passione per lo spettacolo, Max Giusti esordisce nel 1991 prendendo parte a Stasera mi butto e Ricomincio da Due. Seguono Mi raccomando (1993), Mio capitano (1996), Seven Show (1998-99).

Debutta come conduttore in Stracult (2001) e si fa notare come ottimo imitatatore in Quelli che il calcio, condotto da Simona Ventura, La grande notte del lunedì sera con Gene Gnocchi e Cocktail d’amore condotto da Amanda Lear.

Tra le sue imitazioni più note: Tonino Guerra, Claudio Lotito, Kabir Bedi, Maradona, Cristiano Malgioglio, Luciano Gaucci, Aldo Biscardi e Al Bano.

Ottiene buon successo con il format Gli isolati (2005) e con Stile Libero Max (2007) ed entra nel cast nelle fiction Distretto di Polizia e Raccontami.

Nel 2008 sostituisce Flavio Insinna alla conduzione di Affari Tuoi e, parallelamente, conduce lo show di prima serata Stasera è la tua sera. Condivide il palco con Fabrizio Frizzi per il varietà Attenti a quei due – La sfida.

Nel 2013 lascia Affari tuoi dopo cinque edizioni perché, dice:

Rai 1 ha chiuso improvvisamente il suo rapporto con me. 

Conduce poi Riusciranno i nostri eroi (2013) e partecipa come concorrente al talent show Tale e quale show (2015) condotto da Carlo Conti. L’anno seguente è nel cast del Dopofestival.

Dal 2016 ottiene grandi soddisfazioni dal game show Boom in onda dal lunedì al venerdì su Nove

Oltre alla televisione, Max Giusti si cimenta con grande successo anche nel teatro (Aggiungi un posto a tavola, Mettici la faccia, Di padre in figlio), nella radio (Radio2 SuperMax), nel cinema (E adesso sesso, Le Barzellette, Nero bifamiliare) e nel doppiaggio (la serie Cattivissimo Me e Minions).

Nell’estate del 2017 svela il suo sogno ad Alessandra Comazzi de La Stampa:

Mi candido ufficialmente a condurre il Festival di Sanremo. Non ho neanche 49 anni, Baudo fece il suo ultimo a 72, ho tempo. Ho pure una band, male che vada spero di andarci come cantante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Roger Garth biografia

Roger Garth

Marisa Laurito biografia

Marisa Laurito