Micaela Ramazzotti
in

Micaela Ramazzotti

La vita privata di Micaela Ramazzotti

Micaela Ramazzotti nasce a Roma il 17 gennaio 1977. Da ragazzina è vivace e scapestrata, salta la scuola, tanto che viene bocciata due volte e trascorre le mattinate in giro per i grandi magazzini. Vive a pieno la sua adolescenza tra amiche, discoteche e motorini.

Le misure di Micaela Ramazzotti

Micaela Ramazzotti è alta 1,70 cm e pesa 56 kg. L’attrice ha dichiarato di aver sofferto di problemi alimentari. Quando aveva diciassette anni voleva essere magra come un grissino, ma crescendo ha fatto pace col suo corpo e ha ripreso a mangiare un po’ di tutto. Nel 2015 si è mostrata favorevole alla proposta di legge francese che vuole introdurre il reato di “apologia dell’anoressia”.

Il bullismo

Micaela Ramazzotti ha confessato che da bambina è stata vittima di bullismo, a causa della sua magrezza e per l’assenza di forme. “Mi sentivo insicura e inadeguata” ha dichiarato. I suoi coetanei sapevano essere molto cattivi con le battute e, soprattutto i ragazzi, le dicevano che, dato il suo seno piccolo, sembrava una tavola da surf .

Gli amori di Micaela Ramazzotti

Il grande amore della vita della Ramazzotti è il regista Paolo Virzì, quindici anni più grande di lei. I due si conoscono sul set del film “Tutta la vita davanti” e lui la dirige in seguito anche nei  film “La prima cosa bella” e “La pazza gioia“. Micaela e Paolo si sposano nel 2009 e hanno due figli, Jacopo nato nel 2010 e Anna nata nel 2013.

Prima di lui l’attrice ha avuto una relazione di cinque anni con l’imprenditore della moda Andrea Iannozzi. Si conoscono nel 2000, quando lui si trasferisce nel palazzo in cui abita la Ramazzotti. Si innamorano subito, vanno a vivere insieme e pensano addirittura al matrimonio e ai figli. La coppia poi comincia ad entrare in crisi per via della lontananza e lui decide di chiudere la relazione a causa dell’eccessiva gelosia di lei. Quando poi Micaela si fidanza con Virzì, Iannozzi dichiara di avere dei ripensamenti e di essersi pentito di averla lasciata.

Nel 2018 Micaela Ramazzotti e Paolo Virzì si separano.

La carriera di Micaela Ramazzotti

La sua carriera ha inizio quando Micaela, a soli tredici anni, manda una sua foto ai giornali e viene contattata per lavorare nei fotoromanzi, sua grande passione fin da bambina. Compare su Cioè, rivista rivolta ad un pubblico giovanile. Studia dizione e a diciassette anni compare nel film di Pupi Avati “La via degli angeli“.

Nel 1999 debutta come protagonista nel film “La prima volta” di Massimo Martella. L’anno dopo recita nella commedia divertente “Zora la vampira“. Nello stesso anno recita in “Commedia sexy” insieme a Ricky Tognazzi e Elena Sofia Ricci. Nel 2004 appare nel video clip di Max PezzaliIl mondo insieme a te“. Riceve il premio Wella Cinema Donna come attrice rivelazione alla Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Nel 2008 arriva il grande successo con il film “Tutta la vita davanti” di Paolo Virzì, con il quale riceve la candidatura ai Ciack d’oro come miglior attrice non protagonista e quella ai David di Donatello. Nello stesso anno ha un ruolo da protagonista nella miniserie tv “L’ultimo padrino”.

Nel 2010 è di nuovo al cinema con “La prima cosa bella” insieme a Stefania Sandrelli e Valerio Mastrandrea. Nel film interpreta Anna, una madre ingenua e dalla vita disordinata, ma buona e affettuosa con i figli.

Nel 2011 è Francesca,  ragazza della borghesia romana degli anni ’30, nel film di Pupi Avati “Il cuore grande delle ragazze” e nel 2012 interpreta la cardiologa Gloria nel film “Posti in piedi in paradiso” di Carlo Verdone. Nello stesso anno riceve il secondo premio Nastro d’Argento come migliore attrice protagonista per le commedie di Avati e di Verdone.

Nel 2015 vince un altro Nastro d’Argento per la sua interpretazione nel film “Il nome del figlio“, in cui recita anche Alessandro Gassman. Nello stesso anno è Anita, una donna single in carriera e vendicativa, nel film “Ho ucciso Napoleone“. Micaela doppia il personaggio della rosa nel film “Il piccolo principe“.

Nel 2016 recita in coppia con Valeria Bruni Tedeschi nel film “La pazza gioia“, in cui, per calare nei panni di Donatella, una ragazza madre con molte difficoltà, la vediamo dimagrita, con i capelli corti e il corpo ricoperto da tatuaggi. Micaela si è divertita molto ad interpretare un personaggio imperfetto e un po’ folle, le piace trasformarsi e recitare in ruoli sempre diversi.

Nel 2017 è al cinema con “La tenerezza” e “Una famiglia“, che tratta un argomento molto delicato, quello del mercato nero dei neonati.

Nel 2018 recita accanto a Fabio De Luigi in “Ti presento Sofia” e lo stesso anno è la protagonista del film “Una storia senza nome” presentato al Festival di Venezia.

Oltre al cinema, Micaela ha recitato anche in diverse fiction e serie tv come Incantesimo, Don Matteo, Il mio amico Babbo Natale 2R.IS. 3 Delitti Imperfetti, Le segretarie del sesto e Un matrimonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Giulia Luzi biografia

Giulia Luzi

Luca Argentero biografia

Luca Argentero