Federica Pellegrini biografia
Fonte Instagram
in

Federica Pellegrini

La vita privata di Federica Pellegrini

Federica Pellegrini è una nuotatrice italiana, nasce a Mirano, in provincia di Venezia, il 5 agosto del 1988. È figlia di Roberto e Cinzia, che l’hanno sempre spinta a praticare sport, e ha un fratello a cui è molto legata, Alessandro, che vive a Londra. Comincia a nuotare giovanissima, a soli 7 anni comincia a farsi notare nelle prime gare locali e a 16 partecipa alle sue prime Olimpiadi.

Ama gli animali, in particolare i gatti. Nella sua vita ne ha avuti due, prima Mafalda, a cui ha persino dedicato un tatuaggio, e poi Neve. Nonostante sia una nuotatrice pluripremiata, ha confessato di avere paura del mare e della profondità, tanto da nuotare solo accompagnata e con la testa fuori dall’acqua.

È una vera fashion victim e ha dichiarato che il suo guardaroba assomiglia a quello di una protagonista di Sex and the City. Federica è tifosa della Juventus. La sua specialità nel nuoto sono i 200 metri stile libero.

Le misure di Federica Pellegrini

La nuotatrice è alta 177 cm e pesa 65 kg.

Gli amori di Federica Pellegrini

Federica Pellegrini è stata legata sentimentalmente a due colleghi nuotatori: Luca Marin e Filippo Magnini.

La storia con Marin dura circa 4 anni, dal 2007 al 2011, e la nuotatrice nelle interviste parla sempre dell’ex come del suo primo amore.

Nel 2011, quando ancora è fidanzata con Marin, conosce Filippo Magnini di cui si innamora e lascia il fidanzato per poter stare con lui. La relazione con Magnini è la più lunga della Pellegrini, circa 6 anni. Tra i due negli anni ci sono diversi tira e molla, ad esempio nel 2013, ma la situazione si risolleva sempre. Tra il 2014 e il 2017 si vocifera che i due stiano per convolare a nozze, fatto sostenuto dalle dichiarazioni della Pellegrini, ma la situazione dopo le Olimpiadi di Rio 2016 comincia a degenerare e porta alla rottura nell’estate dell’anno successivo.

All’inizio del 2018 a Federica viene attribuito un nuovo flirt con il suo preparatore atletico nonché cugino di Filippo Magnini, Matteo Giunta, ma lei si dichiara single e concentrata su se stessa e la sua carriera. A settembre del 2019 l’ipotesi di questo flirt si fa sempre più credibile. I due infatti sono stati avvistati prima insieme sul red carpet di una serata organizzata dalla FIN e poi ad una cena romantica.

I tatuaggi di Federica Pellegrini

La Pellegrini è un’amante dei tatuaggi, infatti ne ha 10 in tutto il corpo.

Due si trovano sul collo, una fenice simbolo di rinascita dietro l’orecchio sinistro e la scritta rock’n’roll dietro la nuca.

Sulla schiena ha un tribale e un tatuaggio dedicato a suo fratello Alessandro con la scritta Nient’altro che noi.

Anche i fianchi sono tatuati, quello destro è occupato da tre rose con una libellula e delle onde, che rappresentano nell’ordine l’Italia, la leggerezza e la sua amata acqua. Quello sinistro invece ospita ben due tatuaggi: più in alto una lunga frase che rappresenta i desideri e le aspirazioni della nuotatrice e più in basso un ritratto stilizzato della sua micia Mafalda.

Sull’avambraccio destro si trova un piccolo teschio messicano, che per la Pellegrini simboleggia la fine di un periodo difficile.

Gli ultimi tatuaggi della nuotatrice si trovano sui suoi piedi e caviglie. Sul piede destro ha una piuma, della stessa fenice che ha sul collo.

Sul piede sinistro la storia è più complicata, inizialmente compariva la scritta Balù, dedicata al suo ragazzo Luca Marin, una volta finita la relazione Federica ha deciso di coprirlo con una rondine. Più su, sulla caviglia si trova invece il suo primo tatuaggio, ovvero un drago, fatto a soli 14 anni per una scommessa vinta con suo papà.

La carriera di Federica Pellegrini

La carriera di Federica Pellegrini inizia molto presto, a 7 anni le prime gare locali e a 13, con la Serenissima Nuoto di Mestre, le prime gare nazionali. Soltanto tre anni dopo viene notata dalla squadra nazionale e viene convocata per le Olimpiadi di Atene 2004, dove vince la medaglia d’argento nei 200 metri stile libero.

Dopo essere diventata la più giovane atleta a vincere una medaglia olimpica individuale, partecipa ai mondiali di Montreal portando a casa una medaglia d’argento. Questo risultato però non è sufficiente per la Pellegrini, che è una perfezionista per natura.

Segue un 2006 un po’ fiacco, che però, grazie anche al nuovo allenatore Alberto Castagnetti, porta a un 2007 strepitoso. Ai mondiali di Melbourne infatti stabilisce un nuovo record italiano nei 400 metri stile libero. Nello stesso anno pubblica il suo primo libro, dal titolo Mamma, posso farmi il piercing?

L’anno successivo è quello delle Olimpiadi di Pechino a cui partecipa più agguerrita che mai, riesce infatti a vincere l’oro per la sua specialità, facendo registrare anche un nuovo record mondiale.

Il 2009 è ancora un anno di vittorie, prima ai campionati assoluti di Riccione dove batte il suo stesso record mondiale, poi ai Giochi del Mediterraneo dove vince un oro e rompe un altro record mondiale nei 400 metri, e ancora ai mondiali dove vince due ori e supera ben due record del mondo.

Nel 2012 partecipa alle Olimpiadi di Londra ma non riesce a guadagnare nessuna medaglia. Nei due anni successivi torna però a vincere: un argento ai mondiali e due ori agli europei.

Nel 2014 pubblica un altro libro: Il mio stile libero.

Nel 2015 diventa l’unica nuotatrice ad essere salita sul podio per 6 campionati mondiali consecutivi e all’inizio del 2016 viene scelta come portabandiera italiana per le Olimpiadi di Rio. Il giorno della sfilata di apertura è anche il giorno del suo ventottesimo compleanno.

I giochi olimpici di Rio rappresentano una delusione per la Pellegrini che arriva quarta nella sua specialità e si teme che voglia ritirarsi dalle scene. Dopo poco annuncia di voler continuare ancora per un quadriennio, fino a Tokyo 2020.

Nello stesso anno vince un oro ai mondiali e nell’anno successivo la scena si ripete, rendendola protagonista di una nuova impresa titanica: diventa la sola nuotatrice a vincere una medaglia mondiale per 7 volte consecutive nella stessa disciplina.

Durante gli anni ha prestato il suo volto a diverse campagne pubblicitarie, la più famosa quella dello shampoo Head & Shoulders insieme a Gigi Buffon. È anche testimonial di diverse associazioni benefiche tra cui ADMO (Associazione Donatori di Midollo Osseo).

Un tratto del Lungomare delle Stelle di Jesolo le è stato intitolato nel 2015.

2 Comments

Leave a Reply
  1. Era iscritta all’università quando ha partecipato alle universiadi ? Se si, quale e in quale facoltà E’ laureata ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Lorenzo Insigne biografia

Lorenzo Insigne

Paolo Conticini biografia

Paolo Conticini