Kabir Bedi biografia
in

Kabir Bedi

La vita privata di Kabir Bedi

L’attore indiano, naturalizzato italiano, Kabir Bedi nasce il 16 Gennaio 1946 a Lahore nel Punjab pachistano, allora sotto il dominio coloniale britannico.

Kabir è uno dei tre figli dell’inglese Freda Houlston e dell’indiano Baba Pyare Lal Bedi, scrittore e filosofo di origine sikh.

Da ragazzo frequenta e si laurea al prestigioso St. Stephen’s College di Delhi.

Vive a Mumbai.

Gli amori di Kabir Bedi

Kabir Bedi è stata una delle prime bellezze esotiche maschili a conquistare il pubblico femminile occidentale. Come ricorda Carol Andrè, sua compagna di set:

«era di una bellezza imbarazzante ed esotica quindi faceva ancora più effetto a quei tempi».

Kabir Bedi si è sposato quattro volte.

Il primo matrimonio (1969-1974) è con Protima Gupta, modella e danzatrice indiana, dalla quale ha due figli: Pooja (1970), giornalista, e Siddharth, nato nel 1972, malato di schizofrenia e morto suicida a soli 26 anni (1997).

Successivamente Kabir Bedi ha una relazione con l’attrice Parveen Babi.

Dalla seconda moglie, la modella americana Susan Humphreys, ha il figlio Adam (1981). La coppia divorzia nel 1990.

Il terzo matrimonio (1992-2005) è con la presentatrice radiofonica e televisiva inglese Nikhila Moolgaoker, detta Nikki, da cui divorzia nel 2005.

Dal 2016 è sposato con la ricercatrice britannica di origine indiana Parveen Dusanj, di trenta anni più giovane di lui.

Di questa nuova unione l’attore racconta:

«Eravamo insieme da dieci anni. Io le ho chiesto di sposarmi dopo quattro anni, a Roma, sulla scalinata di piazza di Spagna, però bisognava convincere la famiglia perché io avevo tre matrimoni alle spalle. Non è stato facile». 

Le misure di Kabir Bedi

Fisico slanciato, labbra carnose e sguardo felino, Kabir Bedi è alto 188 cm e pesa circa 72 kg. A settanta anni compiuti, l’attore rivela l’elisir che lo aiuta a mantenersi in forma: un mix di curcuma, cannella, miele, pepe nero e olio di cocco spalmato ogni mattina sul toast.

La carriera di Kabir Bedi

Kabir Bedi conquista la grande popolarità internazionale con il personaggio del pirata malese Sandokan – La tigre della Malesia (1976-1977), creato dallo scrittore veronese Emilio Salgari.

È infatti protagonista dell’omonima serie di sceneggiati televisivi diretti da Sergio Sollima e coprodotti da Italia, Francia e Germania.

Prima di questo successo è semisconosciuto e si presenta ai provini a Mumbai per un personaggio minore, ma poi viene scelto e fatto dimagrire con dieta e allenamento. L’attore ricorda:

«Per una decisione definitiva sarei dovuto volare a mie spese, a un casting a Roma. Decisi di tentare la sorte e il provino andò bene. Devo tutto a Sergio Sollima, è stato come un padre, mi ha aperto le porte del cinema internazionale in tre continenti».

Seguono Il corsaro nero (1976) e Ashanti (1979).

Negli anni Ottanta Kabir Bedi alterna l’attività di divo di Bollywood (sono circa 60 i film da lui interpretati) alla carriera internazionale: 007 – Octopussy Operazione Piovra di John Glen (1983), Belva di guerra (1988) di Kevin Reynolds.

Torna a vestire i panni del personaggio che gli ha dato la fama con la miniserie tv Il Ritorno di Sandokan (1996) ed entra nel cast della soap Beautiful (1994-2005).

Negli anni Duemila Kabir Bedi lavora in Italia anche nel film A/R Andata Ritorno di Marco Ponti (2004) e nella soap Vivere (2006).

Nello stesso anno partecipa come concorrente al reality show L’isola dei Famosi condotto da Simona Ventura: «Guadagno bene, ma non è mai abbastanza» ammette.

Nel 2010 Kabir Bedi è nominato cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.

È accanto a Lino Banfi nella serie Un medico in famiglia (2017).

One Comment

Leave a Reply
  1. Lo adoro da quando avevo 14 anni…..il mio Sandokan dagli occhi di tigre….sognavo di lui ad occhi aperti….ora siamo invecchiati tutti e due ma resta sempre un uomo meraviglioso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Arisa biografia

Arisa

Gianluigi Nuzzi biografia

Gianluigi Nuzzi