Caterina Caselli biografia
Fonte Instagram
in

Caterina Caselli

La vita privata di Caterina Caselli

Caterina Caselli, nata a Modena il 10 Aprile 1946, dopo un decennio vissuto intensamente in qualità di cantante beat negli anni Sessanta, si è trasformata in una delle maggiori imprenditrici italiane nel settore musicale.

Durante le sue esibizioni al Piper Club di Roma Caterina venne notata dall’editore e discografico Ladislao Sugar che la ingaggiò nel 1965 per la CGD, casa discografica di cui era stato fondatore nel 1932.

Seguì un quinquennio di successo in cui la cantante risultò ininterrottamente in vetta alla hit parade. Dopo il matrimonio con Pietro Sugar, figlio di Ladislao, avvenuto nel 1970, la Caselli decise di ritirarsi dalle scene per dedicarsi esclusivamente alla produzione discografica.

Tra le sue ultime interpretazioni canore Amico è del 1982 scritta da Dario Baldan Bembo. Con lui Caterina, ormai lontana dal palcoscenico da qualche anno, duetta in alcune strofe. Il brano venne utilizzato come sigla di chiusura di Superflash, programma a quiz condotto da Mike Bongiorno.

Caterina Caselli iniziò gradualmente la professione di talent scout, prima attraverso l’etichetta Ascolto (1977) da lei creata e dedicata a un gruppo di artisti emergenti, tra cui Pierangelo Berti, in seguito con il marchio Insieme, trasformato poi in Sugar. Successivamente Caterina Caselli entrò a far parte del management della casa discografica Sugar Music.

Le misure di Caterina Caselli

Caterina Caselli è alta 175 cm e pesa 64 kg. Nel 2016 in occasione della festa a sorpresa organizzata dai familiari per il suo settantesimo compleanno è apparsa in forma splendida.

Caterina Caselli e Adriano Celentano: il gioco del destino

Capitò nel 1966 che Caterina Caselli si giocasse la sorte con Il molleggiato. In vista della sedicesima edizione del Festival della Canzone Italiana a Sanremo, Adriano Celentano scelse di presentare Il ragazzo della Via Gluck, rifiutando Nessuno mi può giudicare, brano che venne affidato alla Caselli.

Gli stilisti Vergottini confezionarono per la cantante un look moderno, ammiccante alla Beatles mania allora imperante. Caterina, caschetto biondo e ossigenato, si presentò al pubblico del Teatro Ariston in coppia con il cantante americano Gene Pitney.

Casco d’oro e Il molleggiato si aggiudicarono il primato con oltre un milione di dischi venduti. Praticamente un trionfo. La competizione venne vinta da Domenico Modugno e Gigliola Cinquetti.

Secondo l’usanza del tempo, alla canzone della Caselli fece seguito un musicarello dal titolo omonimo interpretato da Laura Efrikian e gli attori comici Gino Bramieri e Nino Taranto.

Gli amori di Caterina Caselli

Tra gli amori di Caterina Caselli nessun altro oltre il marito Pietro Sugar. Insieme formano una delle coppie più longeve del panorama artistico italiano.

Il figlio, Filippo Sugar, nato nel 1971, manager di casa Sugar, sostiene di aver ereditato dalla madre la passione per la musica e si fida ciecamente del fiuto di Caterina per i nuovi talenti.

Filippo ha preso le redini dell’azienda in un periodo di crisi, interrompendo gli studi presso l’Università di Bruxelles, intrapresi per ottenere un impiego alle Nazioni Unite.

È sposato con Maria Novella dalla quale ha avuto Greta, Alessandro e Nicola.

A proposito dell’abbandono del palcoscenico da parte della madre ha detto:

All’epoca, per lei, fu una scelta difficilissima che poi si è rivelata vincente. Lasciando all’apice del successo, ha evitato la fatica di gestire la carriera nel tempo. Come imprenditrice ha dimostrato di essere ancora più brava. Di lei ammiro la forza di volontà.

La carriera di Caterina Caselli

Caterina Caselli, dopo aver fatto gavetta come bassista e cantante nelle balere emiliane, esordisce nel 1963 al Festival delle Voci Nuove di Castrocaro

Con il brano Perdono si afferma al Festivalbar e con L’uomo d’oro partecipa a Un disco per l’estate del 1966.

Nel 1967 presenta al Festival di Sanremo il brano Il cammino di ogni speranza, in coppia con Sonny & Cher.

Tra i successi di Casco d’oro si annoverano: Tutto nero, Sono bugiarda, Il volto della vita, L’orologio, Il carnevale, Il gioco dell’amore, Cento Giorni, Re di cuori, Spero di svegliarmi presto.

Fare scouting come Caterina Caselli

In qualità di talent scout Caterina Caselli ha lanciato Andrea Bocelli, Elisa, Negramaro, Avion Travel, Malika Ayane.

Il ritorno sul palcoscenico

Dopo quarantadue anni di assenza dalle scene, nel 2012 Caterina Caselli è tornata a cantare nel Concerto per l’Emilia voluto e organizzato dai Nomadi in favore dei terremotati, evento presentato da Fabrizio Frizzi.

In coppia con Francesco Guccini ha interpretato una canzone storica scritta dal cantautore emiliano Per fare un uomo. Sola ha intonato Insieme a te non ci sto più.

One Comment

Leave a Reply
  1. la caselli e mitica, ieri oggi e domani chi sono queste cantanti da strapazzi di oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Giorgio Tirabassi biografia

Giorgio Tirabassi

Karina Cascella biografia

Karina Cascella