Clemente Russo biografia
Fonte Instagram
in

Clemente Russo

La vita privata di Clemente Russo

Clemente Russo è nato a Caserta il 27 luglio 1982 ed è un pugile e un personaggio televisivo. Dopo la sua carriera sportiva di successo ha deciso di iniziare una carriera televisiva.
L’ultimo ruolo che l’ha visto protagonista è stato quello come concorrente al Grande Fratello VIP nel 2016, con conseguente squalifica per alcune affermazioni omofobe e misogine dette all’interno della casa.
Vive a Napoli con la moglie, Laura Maddaloni, e le loro 3 figlie.

Le misure di Clemente Russo

Il pugile Clemente Russo presenta un corpo statuario per via degli allenamenti estenuanti a cui si dedica da tutta la vita. È alto più di 1 metro e 80 e pesa 91 chili.

La squalifica dal Grande Fratello VIP

Nei primi giorni di permanenza nella casa del GF VIP il pugile aveva già scatenato la rabbia sul Web per aver fatto una battuta omofoba su uno degli altri concorrenti della casa, Bosco Cobas, che è dichiaratamente gay.

Ma Clemente Russo non si è fermato lì e a distanza di qualche altro giorno ha fatto un’affermazione misogina che gli ha procurato l’eliminazione dal programma alla terza puntata.
In quest’ultima occasione, Stefano Bettarini, anche lui concorrente, ha confessato a Russo di aver tradito ripetutamente la moglie Simona Ventura, anche e soprattutto durante il matrimonio, ma di averla sempre fatta franca; alla fine è stato lui a lasciarla in seguito al tradimento di lei con Giorgio Gori.

A quel punto il pugile ha fatto un intervento offensivo nei confronti di Simona Ventura affermando che l’avrebbe “lasciata morta nel letto” se fosse capitato a lui di scoprirla a tradirlo. I due erano convinti di non essere ascoltati essendosi sfilati i microfoni.
Giunto più tardi in studio, Clemente Russo si è scusato giustificandosi così: “L’ho fatto per dare sollievo a un amico. Non sono mai stato violento con le donne. Chiedo scusa a tutte le donne del mondo”.

Tatuaggi e significati

Il suo tatuaggio più importante e più rappresentativo è quello sul fianco destro, che ritrae un bisonte con due guantoni da pugile, il simbolo delle olimpiadi e la scritta “Tatanka”.
Poi sul pettorale sinistro ha un tatuaggio astratto.

Gli amori di Clemente Russo

Il 29 dicembre 2008 Clemente Russo ha sposato la campionessa italiana di judo Laura Maddaloni. Insieme hanno avuto 3 figlie, Rosy (2011) e le gemelle Jane e Janet (2013). Le gemelline avevano dato grande preoccupazione, perché erano nate prematuramente, ma dopo un periodo in incubatrice è andato tutto per il meglio.
Nel dicembre 2017 il pugile ha voluto risposare sua moglie in diretta a Domenica Live con Barbara D’Urso, e inoltre ha sposato simbolicamente anche le sue tre figlie.

La carriera di Clemente Russo

Clemente Russo è cresciuto a Marcianise e fin da ragazzo ha dimostrato di avere un promettente futuro come pugile. A 15 anni gli è stato affibbiato il soprannome Tatanka, che significa “bisonte” in lingua sioux, perché agli inizi della sua carriera sportiva la sua tecnica non era sopraffina e caricava, per l’appunto, come un bisonte!

Durante la sua carriera sportiva ha vinto ben due edizioni dei campionati mondiali dei dilettanti, la prima a Chicago nel 2007 e la seconda ad Almaty nel 2013, poi ha vinto come vicecampione olimpionico a Pechino nel 2008 e a Londra nel 2012.

Dal 2008 è entrato a far parte del mondo televisivo arrivando al secondo posto al reality show de La talpa e recitando nel film Tatanka, ispirato a un articolo di Roberto Saviano dedicato al pugile.

Il 21 marzo 2012 viene mandata in onda la prima puntata di Fratello maggiore, un programma incentrato sui problemi giovanili, nel quale Clemente Russo aiuta degli adolescenti problematici utilizzando degli insegnamenti tratti dallo sport.

I suoi ruoli televisivi continuano nel 2013 con la conduzione di Colorado … a rotazione! insieme a Federica Nargi e Paolo Ruffini e poi nel 2014 conducendo l’ottava edizione di Mistero.
Nello stesso anno ha aperto a Caserta il Tatanka Club, una palestra dove si praticano boxe, judo e ballo.

Grazie alla casa editrice Fandango Edizioni, ha pubblicato il suo libro autobiografico Non abbiate paura di me (2015).

Un altro ruolo che gli ha procurato notorietà è stato quello di concorrente alla 1ª edizione del Grande Fratello VIP nel 2016, da cui è uscito squalificato con l’accusa di aver pronunciato delle frasi omofobe e misogine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mattia Marciano biografia

Mattia Marciano

Nina Soldano biografia

Nina Soldano