Pippo Baudo presentatore
in ,

Pippo Baudo

  • Nome d'arte: Pippo Baudo
  • Soprannome: Super Pippo
  • Data di nascita: 7 giugno 1936 (domenica)
  • Età: 82 anni
  • Segno zodiacale: Gemelli
  • Titolo di studio: Laurea Giurisprudenza
  • Luogo di nascita: Militello in Val di Catania
  • Altezza: 185 cm
  • Peso: 85 kg

La vita privata di Pippo Baudo

Uno dei più noti presentatori TV italiani, Pippo Baudo nasce il 7 giugno 1936 in Sicilia, precisamente a Militello in Val di Catania. All’anagrafe Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo, è figlio unico di un avvocato e di una casalinga, Giovanni e Innocenza, ed è alto  1 metro e 85. Baudo debutta davanti al pubblico molto presto, proprio nel suo paese natale, nel Cine Teatro Tempio, dove intrattiene il pubblico durante gli intervalli con alcuni brani di prosa e anche suonando il pianoforte. Si diploma al Liceo Classico di Catania, dove con i compagni di classe prosegue la sua promettente carriera appena iniziata, mettendo in scena una commedia e avvicinandosi all’attività di conduttore.

Laureato poi in Giurisprudenza all’Università di Catania, Baudo non rinuncia a svolgere, durante gli studi, altre attività inerenti alle sue passioni: si dice che nel 1959, la sera prima della discussione della tesi di laurea, Baudo sia andato ad Erice per presentare la serata di “Miss Sicilia”, ripartendo poi all’alba a bordo del furgoncino di un fruttivendolo, arrivando a Catania giusto in tempo per la discussione.

Cinque curiosità su Pippo Baudo

  • Ha condotto per ben 13 volte il Festival di Sanremo, record che difficilmente verrà battuto
  • Nel 2010 è diventato bisnonno
  • E’ stato più volte vittima di bufale sul web, la più nota quella dell’incidente automobilistico
  • E’ stato nominato Commendatore al merito della Repubblica Italiana
  • Il suo soprannome è Super Pippo, nomignolo sul quale negli anni 80 il Drive In aveva molto ricamato.

Gli amori di Pippo Baudo

Dalle sue relazioni Pippo Baudo ebbe due figli: Alessandro e Tiziana. Quest’ultima nasce dal suo primo matrimonio con Angela Lippi. Ebbe poi una relazione di sette anni con Alida Chelli, attrice e cantante italiana morta per una malattia incurabile nel 2014. Quando viene a sapere del suo decesso, Baudo non si dà pace: “è stata una delle donne più importanti della mia vita”, dichiara. Successivamente ha una storia più breve con l’attrice Adriana Russo, che tutti abbiamo visto in Brutti, sporchi e cattivi di Ettore Scola.

Nel 1961 Baudo ebbe una relazione con Mirella Adinolfi, all’epoca moglie del dirigente Rai Tullio Formosa, ed ebbe un figlio da lei, Alessandro Formosa, che rivendicò il suo status solamente nel 1993, quando da Melbourne chiede il legittimo riconoscimento. Baudo non si tira indietro: effettua tutti i test del caso e dà il via alle procedure per il disconoscimento della paternità anagrafica. “Non porto rancore”, dichiara Alessandro poco tempo dopo in un’intervista, dopo aver ottenuto il riconoscimento legale della relazione di parentela con Baudo. Il secondo matrimonio arriverà il 18 gennaio 1986, quando il conduttore sposa il sopranoKatia Ricciarelli, dalla quale divorzierà nel 2007.

Baudo ricorda con trasporto ognuna di queste storie, che hanno lasciato una traccia indelebile nella sua vita.

La carriera di Pippo Baudo

Il successo di Pippo Baudo inizia grazie alla Rai, dove debutta il 6 febbraio 1966, per una coincidenza: doveva andare in onda il telefilm Rin Tin Tin, ma la bobina non arriva in tempo, e si devide allora di mandare in onda il programma Settevoci, che si era deciso di non trasmettere. Ma le aspettative negative sono state ampiamente smentite: il programma ha molto successo. Da quel momento la carriera di Baudo è in continua ascesa: conduce Eccetera, Eccetera nel 1967 e poi il festival di Sanremo l’anno successivo. La presentazione di programmi musicali continua con Un disco per l’estate e Canzonissima, e condurrà poi una serie di programmi di varietà tra cui Un colpo di fortuna, Luna Park e Fantastico.

Baudo viene ricordato anche per il passaggio in Fininvest del 1987. Il successivo ritorno in Rai avvenne nel 1989, coronato dalla nomina a direttore artistico di Rai 1. Il nuovo passaggio a Mediaset del 1997 non sarà fortunato come il primo, e le sue trasmissioni si rivelano un flop. Torna a cavalcare l’onda solo nel 2007, con il festival di Sanremo. Nella stagione 2016/2017 l’abbiamo visto a Domenica In e I fatti vostri, dove ha ripercorso la sua ricca carriera televisiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

marcello mastroianni attore

Marcello Mastroianni

kalabrugovich pino dei palazzi

Giancarlo “Kalabrugovic” Calabretta